fbpx

5 film d’animazione da guardare durante le vacanze di Natale

Durante le vacanze finalmente troviamo il tempo di rilassarci e dedicarci a tutte quelle cose che durante la routine giornaliera cadono nel dimenticatoio. Quale momento migliore allora, per riscoprire alcuni classici animati? Da quelli con più anni sulle spalle a quelli più moderni, ecco i cinque classici d’animazione che vi consigliamo di (ri)guardare! La Bella […]


Durante le vacanze finalmente troviamo il tempo di rilassarci e dedicarci a tutte quelle cose che durante la routine giornaliera cadono nel dimenticatoio. Quale momento migliore allora, per riscoprire alcuni classici animati? Da quelli con più anni sulle spalle a quelli più moderni, ecco i cinque classici d’animazione che vi consigliamo di (ri)guardare!

La Bella e La Bestia

La storia della Bella e la Bestia si è diffusa in molteplici versioni differenti e nasce da una fiaba europea. Alla famosa storia della bella figlia del mercante e del suo incontro con la mostruosa bestia sono stati dedicati numerosi film e cartoni animati, quello che vi consigliamo di guardare è La Bella e la Bestia di Disney, uscito nel 1992 in Italia. La storia poggia le basi sulla versione di Jeanne-Marie Leprince de Beaumont, ma si arricchisce e si trasforma in piena tradizione Disney. Impossibile non farsi trasportare nelle vicende di Belle alla ricerca del padre, tra bellissime canzoni, un castello “incantato” e la burbera Bestia in agguato.

La bella addormentata nel bosco

La Bella Addormentata è un'altra fiaba della tradizione europea, molteplici sono le versioni tramandate e il classico Disney La bella addormentata nel bosco ha contribuito ulteriormente alla sua diffusione. La prima edizione della versione Disney risale al 1959 ed è basata sulla versione di Charles Perrault, con la bella Principessa Aurora che si punge il dito con un fuso e cade in un profondo sonno assieme a tutto il regno. La particolarità del film è rappresentata dallo stile artistico, all’epoca molto diverso da quello Disney più tradizionale. Ispirato all’arte medievale, proprio Walt Disney aveva espresso il desiderio che sembrasse un'illustrazione vivente.

Nightmare before Christmas

Nato da una poesia poesia illustrata di Tim Burton, Nightmare Before Christmas, è un film d’animazione realizzato completamente con la tecnica dello "stop-motion", che utilizza dei pupazzi mossi a mano dagli animatori fotogramma per fotogramma. Il film è uscito in Italia nel 1994 e racconta la storia del tormentato Jack Skeletron, Re di Halloween, alla scoperta di una festività che accenderà il suo interesse… il Natale! In pieno stile "Burtoniano" abbondano bizzarrie e toni dark, con Jack improbabile "Babbo Nachele" che tenta di fare sua la festività. Tra le canzoni della versione italiana spiccano quelle interpretate da Renato Zero, un must da sentire e da vedere!

Coraline e la porta magica

Il più moderno di queste proposte da (ri)scoprire, Coraline e la porta magica è basato sul romanzo Coraline scritto da Neil Gaiman ed illustrato da Dave McKean. Il film è realizzato in stop-motion con la regia di Henry Selick (Nightmare Before Christmas) ed è arrivato in Italia nel 2009. La storia segue le vicende di Coraline, una bambina che soffre di solitudine e parte di un mondo che non sente suo. Durante le sue esplorazioni casalinghe scopre una porta che le darà accesso ad un mondo magico e apparentemente migliore, ma… diffidate da chi ha bottoni al posto degli occhi! Tra toni gotici e fiabeschi, Coraline e la porta magica, mantiene intatto lo spirito del romanzo dal quale è tratto.

L'incantesimo del lago

Non molti ricorderanno questo film d’animazione del 1995, la storia de L’incantesimo del lago è tratta dal balletto Il lago dei cigni di Pëtr Il'ič Čajkovskij. La Principessa Odette è la protagonista di questa storia d’amore, condannata dal malvagio stregone Rothbart a vivere in forma in cigno, tranne quando illuminata dalla luce della luna e nei pressi del lago del castello nel quale è prigioniera. Tutto è nelle mani di Derek, l’amato amico d’infanzia che dovrà intraprendere la lotta contro il male per trovare e salvare la sua Odette. Nonostante L’incantesimo del lago non sia uno dei film d’animazione più conosciuti, rimane una piccola perla da scoprire!


Iris Prina

Iris è bassista e videogiocatrice, ama dire che proviene dal nulla e colleziona trofei in modo ossessivo. La troverete che cerca costantemente di platinare qualsiasi gioco le capiti sotto mano, oppure che sgrana gli occhi davanti a quasi tutto ciò che è Giapponese. Attenzione: occasionalmente potrebbe lanciare il controller!