fbpx
NewsTech

Gli aggiornamenti software sono una scusa per non partecipare a meeting online

Il 16% dei dipendenti italiani ha utilizzato gli aggiornamenti come scusa per evitare un meeting secondo un'indagine di Kaspersky

Un recente studio di Kaspersky ha analizzato le abitudini degli utenti rispetto agli aggiornamenti del proprio dispositivo. Tra i risultati dell’indagine è emerso un aspetto curioso. Ben il 16% degli utenti italiani, infatti, ha affermato di aver finto di dover installare degli aggiornamenti per poter evitare una call o una riunione online. Questa scusa appare molto credibile in quanto gli aggiornamenti del sistema operativo o dei vari software, spesso, portano via molto tempo.

I dipendenti italiani usano gli aggiornamenti software come scusa per evitare meeting online

L’indagine di Kaspersky mette in evidenza come alcuni dipendenti italiani utilizzano gli aggiornamenti come “scusa” per non partecipare alle riunioni o non effettuare una call tramite il proprio PC. La percentuale degli utenti che sono ricorsi a tale scusa è del 16% secondo i risultati dell’indagine di Kaspersky. Agli occhi dei colleghi, questa motivazione appare molto credibile visto che spesso gli aggiornamenti portano via diverso tempo.

Da notare, inoltre, che ben il 26% dei dipendenti italiani ha dovuto fare i conti con la perdita di parte del lavoro o dei dati non salvati a causa di un riavvio del proprio PC. Il 22%, invece, ha ammesso che ha scelto di installare gli aggiornamenti per non dover lavorare. La maggioranza degli intervistati, circa il 65%, ha dichiarato che preferirebbe che gli aggiornamenti venissero fatti fuori dall’orario lavorativo.

Il commento di Kaspersky

Egor Kharchenko, IT Service and Asset Group Manager presso Kaspersky, sottolinea: “In generale, gli aggiornamenti vengono scaricati durante l’orario lavorativo in modalità silenziosa senza interrompere alcuna attività. Tuttavia, per applicare le modifiche al sistema, è necessario effettuare il riavvio del dispositivo. Naturalmente, alcune questioni aziendali non possono essere rimandate, per cui all’utente viene data la possibilità di riavviare il dispositivo entro un certo periodo di tempo. Spesso accade che alcune persone non si accorgono delle notifiche di aggiornamento o, in altri casi, scelgono deliberatamente di ignorarle

Kaspersky ha raccolto una serie di consigli per affrontare il problema. Come prima cosa, è opportuno pianificare gli aggiornamenti in modo tale che questi avvengano verso la fine della giornata lavorativa. Quando possibile, inoltre, è importante utilizzare la tecnologia wake on LAN che permette di attivare i terminali da remoto per installare gli aggiornamenti al di fuori dell’orario di lavoro.

In ambito aziendale, è opportuno dividere gli utenti in gruppi ed aggiornali uno ad uno. Il personale, inoltre, deve essere informato in merito alla funzione AutoSave dei software utilizzati. Per la gestione delle patch è possibile utilizzare soluzioni come Kaspersky Endpoint Security for Business.

 
Kaspersky Anti-Virus 2021 | 1 PC | 1 Anno | PC | Codice...
  • La prima linea di difesa contro i virus
  • Lascia che il PC funzioni nel modo per cui è stato concepito
  • Blocca virus, Trojan e altro ancora

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button