fbpx

Amadeus: ecco le 6 tribù di viaggiatori secondo il report Future Traveller Tribes 2030

Nel 2007 le tribù di viaggiatori secondo Amadeus erano tre: Senior Dinamici e Pendolari Cosmopoliti, Clan Globali e Top Manager. Da allora le cose sono molto cambiate e così l’azienda leader nella distribuzione e fornitura di avanzate tecnologie per l’industria globale dei viaggi e del turismo ha deciso di aggiornare questa classifica commissionando a Future Foundation Il report Future […]


Nel 2007 le tribù di viaggiatori secondo Amadeus erano tre: Senior Dinamici e Pendolari Cosmopoliti, Clan Globali e Top Manager. Da allora le cose sono molto cambiate e così l'azienda leader nella distribuzione e fornitura di avanzate tecnologie per l’industria globale dei viaggi e del turismo ha deciso di aggiornare questa classifica commissionando a Future Foundation Il report Future Traveller Tribes 2030 per regalarci una fotografia di quelli che saranno i viaggiatori che voleranno fuori dai confini del proprio Paese nei prossimi anni.

L’indagine – spiega  Francesca Benati, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Amadeus Italia – che presentiamo oggi in Italia nel corso del nostro evento annuale, il Travel Technology Day, analizza le principali tendenze globali dei futuri viaggiatori,Ma oltre alla pura descrizione sociologica, affianchiamo anche la modalità, entro cui realizzare la strategia d’approccio più efficace per dialogare con ciascuna tribù di viaggiatori identificata".

Amadeus viaggiatori nel 2030

Quel che si scopre è infatti che le tribù emergenti entro il 2030 sono ben 6 e tutte con motivazioni, comportamenti, abitudini e trend d’acquisto diversi che gli operatori del settore travel dovranno  analizzare con acume al fine di proporre un’esperienza di viaggio personalizzata ed efficace. Ecco le categorie di travellers dal report:

  • Accumulatori di Esperienze Social, struttureranno le loro vacanze in funzione dell’audience che possono raggiungere online, credendo ciecamente alle recensioni altrui.
  • Puristi Culturali, per loro, solo l'organizzazione della vacanza è un’opportunità per immergersi in una cultura diversa e nell'autenticità dell’esperienza.
  • Viaggiatori Etici, che faranno della vacanze una vera e propria questione morale per migliorare la vita degli altri, improvviseranno volontariato o si daranno alle attività eco-sostenibili.
  • Fan della Semplicità, sono i viaggiatori più ordinari, che vedono la mecca nelle offerte pacchetto, cercando di evitare il più possibile la gestione dei dettagli di viaggio. Semplicemente relax e svago.
  • Forzati del viaggio, vincolati da un obiettivo specifico, che si tratti di viaggio personale o di lavoro, e e vincolati pure da disponibilità di tempo e budget. Loro unica alleata? La tecnologia per minimizzare stress e imprevisti.
  • Cacciatori di Gratificazioni, alla ricerca di viaggi di piacere e di un’esperienza memorabile, una gratificazione per le energie impiegate nella vita lavorativa.

 

E se questi sono i cluster ben definiti dei viaggiatori del futuro, da una ricerca di Oxford Economics commissionata da Amadeus, emerge un interessante trend trasversale a tutti i profili psico-graficamente tracciati: una crescita accentuata dell’interesse verso i beni esperienziali, rispetto ai prodotti materiali, cioè il nuovo carattere che porta questi turisti ad un uso sempre più intenso delle tecnologie digitali, applicazioni mobile e piattaforme di condivisione.

Amadeus beni esperienziali

Perciò, è su questo trend che gli operatori di travel devono sviluppare la propria tecnologia e il proprio rapporto con le tribù emergenti, perché conoscere le peculiarità delle sei categorie significa anche essere in grado di anticipare le loro scelte e offrire prodotti specifici in tempo reale .
E se da un lato, per i prossimi 15 anni, sarà vitale per tutti i fornitori, buyer e venditori fare proposte ad hoc per il viaggiatore che desidera un’esperienza personalizzata sui suoi gusti, dall’altro lato troviamo i viaggiatori il cui stile è molto più vicino all'economia on demand, dovendo soddisfare un approccio più avventuriero e indipendente.

amadeus tecnologia

Quindi, il report Future Traveller Tribes 2030 porta a considerare la tecnologia come punto di contatto con i clienti, necessari in funzione di un’assistenza  continuativa. Senza considerare che smartphone, tablet e smartwatch,verranno utilizzati come strumenti di scoperta e di informazione.

Voi a quale tribù appartenete? Scopritelo sul sito ufficiale!


Letizia Fontanive

author-publish-post-icon
Laureata presso Mediazione Linguistica a Milano e follemente innamorata di tutti i videogames per tutte le console da quando aveva 3 anni, non vuole perdersi nulla di tutto l'universo tech e videoludico. E' Final Fantasy e Kingdom Hearts dipendente, fa di Lara Croft e dei protagonisti di Assassin's Creed obiettivi a livello sportivo. Ama i gatti, sostiene di essere educata dai titoli Disney ed ha una smodata simpatia per MyLittlePony.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link