fbpx

Amazon Fire HD 6 – Recensione in 5 parole

In principio era l’ebook reader. Nel 2009 il colosso americano che fino a quel momento si era limitato alla vendita dei prodotti di terze parti decise che era giunta l’ora di fare un passo per il futuro: creare e vendere i propri prodotti. Il primo fu quindi il Kindle, il lettore di libri in formato […]


In principio era l’ebook reader. Nel 2009 il colosso americano che fino a quel momento si era limitato alla vendita dei prodotti di terze parti decise che era giunta l’ora di fare un passo per il futuro: creare e vendere i propri prodotti. Il primo fu quindi il Kindle, il lettore di libri in formato elettronico che tutti noi conosciamo ed abbiamo imparato ad amare e che negli ultimi due anni è stato affiancato dai Fire, i tablet di casa Amazon. Il più piccolo è il Fire HD 6, ma non fatevi ingannare dalle dimensioni contenute perché questo dispositivo sembra cavarsela egregiamente in ogni occasione.

Processore quad-core da 1,5 GHz, 1 GB di RAM, connettività Wi-Fi, due fotocamere (posteriore e anteriore) e ovviamente display HD da 6 pollici, il Fire HD 6 è disponibile in 5 diversi colori e in due versione, da 8 e da 16 GB. Confusi da tutti questi numeri? Provo a spiegarvi pregi e difetti di questo dispositivo in 5 parole.

Mano

6 pollici è la dimensione di un phablet, di un telefono che gioca a fare il tablet puntando tutto, o quasi, sulle dimensioni del display e, di conseguenza, sullo spazio a vostra disposizione. Ma cosa succede quando la stessa dimensione viene adottata da un tablet in senso stretto?

La mia paura all’inizio era proprio questa: come mi abituo a questa dimensione? Non mi conviene usare il telefono a questo punto? Non sarà scomodo rispetto ai classici dispositivi da 8 o 10 pollici a cui sono abituata?

A dire il vero no.

Spesso e volentieri "6 pollici" sono tutto ciò di cui avete bisogno nel vostro tempo libero.  Vi permettono di tenere comodamente questo Fire HD 6 con una sola mano, di leggere senza problemi in qualsiasi luogo, di guardare video, di giocare comodamente sdraiati nel vostro letto e persino di disegnare nel caso veniate assaliti da un attacco d’arte.

Insomma, sei pollici sono più che sufficienti quando lo scopo è impiegare il vostro tempo libero. Le cose cambiano invece quando l’uso diventa lavorativo e per un motivo molto semplice: se siete abituati a creare presentazione e stilare documenti farlo con uno schermo di queste dimensioni vi sembrerà impossibile.

Sangria

No, non vi sto suggerendo di darvi all’alcol. Sangria è il nome in codice di Fire OS 4, il sistema operativo di questo Fire HD 6.

La base è quella del caro sistema di Google, Android, ma con qualche modifica. In primis l’interfaccia; semplificata per avere solo lo stretto indispensabile, ci permette di avere a disposizione le ultime app aperte o gli ultimi libri letti con accesso rapido alle macro-categorie entro cui vengono posizionate le vostre attività e i contenuti del vostro tablet: Giochi, Applicazioni, Libri, Musica, Video, Web, Documenti e Foto. Non manca poi il tasto rapido per gli acquisti e una serie di suggerimenti posti proprio sotto le app che usate più frequentemente o agli ebook che avete letto negli ultimi giorni. Il sistema di notifiche ricorda invece molto più da vicino Android con una tendina che scorre verso il basso che vi rimanda alle impostazioni e che vi segnala, ad esempio, eventuali aggiornamenti.

Tutto risulta quindi molto user-friendly. Un bene se questo è il vostro primo tablet o se non siete molto pratici con questi dispositivi, un limite se invece vi siete abituati alla complessità di Android o iOS.

Cascata

Se c’è una cosa che ho imparato negli ultimi anni è che Amazon conviene, sempre. E la sua convenienza riguarda anche le tanto amate applicazioni.

Se da un lato infatti Apple e Android si limitano ad occasionali svendite in vista di qualche occasione speciale affidandosi più altro alla bontà degli sviluppatori, Amazon ha deciso di adottare una politica diversa e assolutamente concorrenziale, soprattutto per Google. Le app che trovate sul sistema operativo del robottino verde infatti sono pressoché le stesse che l’azienda di Seattle vi offre, con la differenza che ogni giorno c’è qualcosa di nuovo in offerta.

Il vostro Fire HD 6 potenzialmente potrebbe avere una quantità spropositata di software installati senza mai dover spendere un soldo. State attenti però a non cadere nel tunnel degli sconti di Amazon. Sarete infatti quotidianamente sommersi da una cascata di programmi gratuiti, fate attenzione a non annegare.

Instancabile

L’incubo di tutti noi, amanti della tecnologia, è soprattutto uno: l'autonomia. Ormai siamo costretti a comprare smartphone più grandi nella speranza che lo spazio a disposizione permetta ai produttori di inserire una batteria che ci porti fino a sera.

Inutile dirvi che il mio primo pensiero una volta realizzate le dimensioni di questo Fire HD 6 è stato “l’autonomia sarà imbarazzante”. Sulla carta infatti il device di Amazon vanta una batteria da 3.400 MAh, praticamente la metà rispetto ad un tablet dalle dimensioni più classiche.  Eppure sono rimasta stupida.

Il dispositivo si è infatti dimostrato instancabile. In media ho dovuto ricaricarlo ogni 2-3 giorni considerando che l’utilizzo che ne facevo era legato in primis alla lettura di libri, qualche applicazione non troppo pesante e un certo abuso dei giochi per mobile. Insomma, il Fire HD 6 si è dimostrato all’altezza dei fratelli maggiori.

Casalingo

Se la batteria è così longeva però lo dobbiamo un po’ anche alle mancanze di questo dispositivo. Fire HD 6 infatti nasce per uso casalingo essendo fortemente dipendente dalla connessione wireless. Non esiste infatti una versione 3G e non è munito di GPS, quindi se pensavate di sfruttare le dimensioni contenute per trasformarlo in un navigatore dovrete ricredervi. In compenso, come potete immaginare, la mancanza di 3G e GPS incide positivamente sull’autonomia.

A rendere difficile l’uso fuori casa di questo tablet è anche lo schermo. Scenari in cui voi siete al parco a leggere con il Fire HD 6 al posto del libro sono piuttosto surreali. Non perché sia scomodo, ma perché sotto il sole lo schermo non si comporta particolarmente bene rendendo difficile la lettura di ciò che c’è sullo schermo.

Insomma, Amazon Fire HD 6 non è adatto a chi passa molto tempo fuori casa, ma, al contrario, risulta comodissimo per l’uso quotidiano tra le mura domestiche o a scuola. Pratico, maneggevole e semplice da usare, potrebbe essere una buona soluzione per gli studenti delle scuole primarie o adatto a chiunque voglia un dispositivo ottimo per leggere ma capace di offrire anche qualcosa in più.

Vi ricordo che Fire HD 6 è disponibile su Amazon al costo di 99 Euro per la versione da 8 GB e di 119 Euro per quella da 16 GB.

Se sei interessato a questo prodotto e vuoi sostenerci acquista qui


Erika Gherardi

Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.