fbpx

Non abbiate paura, non vi scarabocchierà la faccia se vi doveste addormentare vicino a questo adorabile altoparlante! Jigglypuff, il tenero Pokémon rosa famoso per le sue capacità (soporifere) canore, diventa uno speaker Bluetooth.

Jigglypuff usa Canto

ThinkGeek, rivenditore americano di gadget e merchandising a tema “geek”, di proprietà di GameStop, ha presentato un altoparlante Bluetooth alla Federal Communications Commission. Ma non è un semplice riproduttore di audio, è Jigglypuff. Onestamente, viene da chiedersi perché non sia stato realizzato prima uno speaker simile. È perfettamente in linea col personaggio (ed è, infatti, molto carina come idea).

Le foto dell’altoparlante mostrano il prototipo del Pokémon da diverse angolazioni.

Lo speaker, come spiegato nel manuale, avrà una durata della batteria fino a 10 ore e potrà essere connesso tramite Bluetooth 5.0 o un jack da 3,5 mm. Non è molto voluminoso, meno di 15 cm di altezza.

Non ci sono ancora informazioni ufficiali su quando verrà rilasciato sul mercato, ma  indicano che arriverà “presto”. In Australia, EBGames ha un oggetto simile (probabilmente lo stesso articolo) con una data di uscita dell’1 aprile di quest’anno. Il prezzo suggerito è di 48 dollari australiani.

Speaker di Jigglypuff: e se fosse un pesce d’Aprile?

1 aprile sappiamo cosa significa: Pesce d’Aprile. ThinkGeek è solita realizzare prodotti impensabili al punto da sembrare uno scherzo. Non sarebbe la prima volta che rilasciasse un annuncio in merito a un prodotto scherzoso (ma neppure che alla fine lo realizzasse per davvero).

Il prezzo, attualmente rivelato, dello speaker di Jigglypuff parrebbe essere un po’ troppo alto rispetto alla media degli altoparlanti sagomati.

Polygon ha contattato GameStop, proprietaria di ThinkGeek, per ulteriori informazioni su prezzi e disponibilità. GameStop ha acquisito ThinkGeek nel 2015, ma ha assorbito ufficialmente l’azienda nel 2019.

I risultati finanziari di GameStop dimostrano una decrescita sull’acquisto dei giochi fisici, anche quelli già usati. Le vacanze appena trascorse non hanno smentito questi dati, sono davvero molti i consumatori che acquistano giochi optando per l’acquisto online. Le nuove console potrebbero aumentare i numeri nel 2020, ma GameStop ha deciso di puntare anche su altri settori, come per esempio il merchandasing appunto.


Condividi la tua reazione

Rabbia Rabbia
5
Rabbia
Confusione Confusione
6
Confusione
Felicità Felicità
5
Felicità
Amore Amore
1
Amore
Paura Paura
3
Paura
Tristezza Tristezza
4
Tristezza
Wow Wow
1
Wow
WTF WTF
6
WTF
Elisa Erriu

author-publish-post-icon
"Lo scrivere" è il suo mestiere. Ma oltre alla coltre delle sue varie esperienze giornalistiche e dei suoi Master, c'è un mondo fatto di fantasy, anime, film, videogame, musica, Ichnusa, My Little Pony e oggettistica del Re Leone (l'originale!). Attenzione: se pronunciate per tre volte il suo nome giapponese, apparirà alle vostre spalle.