fbpx
CulturaNews

Un viaggio nel profondo Nord, tra panorami spettacolari ed esperienze surreali

Tutto questo grazie ad ARTE

ARTE offre al pubblico, gratuitamente, una serie di documentari streaming intitolati Viaggio nel profondo Nord del regista francese Xavier Lefebvre. Tra paesaggi mozzafiato, yoga sulla neve e slackline ad altezze vertiginose, si tratta di un’occasione per esplorare le terre dell’Europa Settentrionale e viaggiare con la mente verso mete lontane.

Un viaggio nel profondo nord con ARTE

Il Nord Europa è uno degli angoli più affascinanti del nostro continente, caratterizzato da terre indomabili, altezze vertiginose e un profondo legame che unisce l’uomo alla natura. Attraverso una collezione composta da cinque documentari intitolati Viaggio nel profondo Nord, il regista Lefebvre accompagna gli spettatori in un viaggio attraverso le terre incontaminate dell’Europa Settentrionale.

I documentari saranno disponibili gratuitamente su ARTE fino al 29 novembre.

Un’occasione indimenticabile per compiere un viaggio attraverso lo schermo nelle straordinarie terre del Nord Europa. Si partirà dai ghiacciai della Norvegia ai faraglioni dell’Islanda, passando per le nevi della Lapponia, le foreste svedesi fino ad arrivare alle dolci acque che solcano la Finlandia da nord a sud.

La Norvegia, figlia delle Glaciazioni

La Norvegia è un paese che deve i suoi splendidi paesaggi alle glaciazioni, è un luogo dove il contatto tra uomo e ambiente è un aspetto radicato nella cultura nazionale. Questo legame è così profondo da aver ispirato una legge sul “diritto di accesso alla natura”. È proprio in questa terra quasi interamente attraversata dalle Alpi Scandinave che spicca l’immenso altopiano Hardangervidda.

La Lapponia, la terra delle nevi

La misteriosa Lapponia, in cui l’inverno dura otto mesi, si estende per centinaia di migliaia di chilometri quadrati a cavallo tra Norvegia, Svezia e Finlandia. Le sue distese desertiche ricoperte di neve ospitano l’unico popolo autoctono d’Europa, i Sami, e alcune comunità scandinave che vi si sono insediate dopo il XVII secolo.

La Svezia e le sue immense foreste

Estendendosi per 2.000 chilometri tra la Danimarca e la Norvegia, la Svezia è caratterizzata da immensi paesaggi, dalle campagne meridionali della Scania alle foreste del Nord. Mentre due terzi del territorio restano innevati per buona parte dell’inverno, la facciata marittima è composta da superbi arcipelaghi rocciosi, mentre, sul versante baltico, l’isola di Öland è il paradiso degli uccelli migratori.

La Finlandia, la “terra di mezzo”

La Finlandia è la terra di transizione geografico-culturale tra Russia e Scandinavia, caratterizzata da un’identità ben riconoscibile. Forgiata dall’intimo legame tra popolazione e paesaggio, sorge su un territorio caratterizzato in particolare da due elementi. Per primo le acque dolci degli innumerevoli bacini lacustri e poi le sterminate distese boschive.

L’Islanda, l’isola dei vulcani

Situata nell’Atlantico Nord, ultimo baluardo d’Europa prima della Groenlandia, l’Islanda è un’isola dove i venti incessanti si imbattono in un panorama geologico senza eguali. Un centinaio di vulcani attivi, sono infatti l’emblema paesaggistico del territorio islandese, rivestito per gran parte di lava, scorie e cenere.

Offerta

Veronica Ronnie Lorenzini

Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button