fbpx
NewsTech

Attacco hacker alla regione Lazio: infettati più di 100 PC

Gli hacker hanno fatto partire un attacco su larga scala

Emergono nuovi dettagli sull’attacco hacker ai sistemi informatici della regione Lazio che ha mandato il tilt il sito di prenotazione per i vaccini anti COVID. Secondo quanto rivelato da Il Messaggero, infatti, le indagini hanno rivelato che l’attacco hacker si è sviluppato infettando un centinaio di PC di dipendenti della Regione. Tra i computer colpiti dagli hacker ci sarebbe anche il PC di un amministratore di rete.

Attacco hacker alla regione Lazio: più di 100 computer infettati

Gli hacker hanno effettuato un attacco su vasta scala. Questo è quanto emerge dai primi riscontri della polizia postale che ora sta cercando di seguire le tracce per risalire all’identità dei pirati informatici. I primi dati confermano che gli hacker, per condurre l’attacco ai servizi informatici della regione Lazio, si sarebbero serviti di un server situato negli USA. A tal proposito è già stata chiesta una rogatoria agli Stati Uniti. Gli hacker, però, potrebbero aver fatto partire l’attacco da qualsiasi parte del mondo. Le indagini sulla provenienza degli attacchi continueranno.

I dati non sono in vendita sul dark web (per ora)

Nonostante l’ultimatum sia scaduto, al momento non ci sono riscontri in merito alla possibile vendita dei dati dei cittadini della Regione Lazio sul dark web. La situazione continuerà ad essere monitorata con la massima attenzione per capire quali saranno le prossime mosse degli hacker che hanno sottratto i dati sensibili di quasi 6 milioni di cittadini. Le indagini continueranno nei prossimi giorni.

 

Offerta
Lazio
  • Aa.Vv. (Author)

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button