fbpx

Cannes 2016: I migliori film in concorso

Torna anche quest’anno l’appuntamento con uno degli eventi più prestigiosi del panorama cinematografico internazionale: Il Festival di Cannes, che si terrà dall’ 11 al 22 maggio. Il programma di quest’edizione è particolarmente variegato e ricco di nomi e titoli illustri, accompagnato dal consueto contorno di eventi speciali, photocall ed interviste. In gara ci saranno ben 21 […]


Torna anche quest'anno l'appuntamento con uno degli eventi più prestigiosi del panorama cinematografico internazionale: Il Festival di Cannes, che si terrà dall' 11 al 22 maggio. Il programma di quest'edizione è particolarmente variegato e ricco di nomi e titoli illustri, accompagnato dal consueto contorno di eventi speciali, photocall ed interviste. In gara ci saranno ben 21 pellicole, nessun italiana e due in più rispetto allo scorso anno, alcune delle quali sono incentrate su temi particolarmente intricati e scottanti. Ne abbiamo selezionate 10, scegliendo con cura quelle che secondo noi potrebbero risultare le più interessanti e le più promettenti.

I, Daniel Blake di Ken Loach 

TechPrincess_FestivaldiCannes2016_FilminConcorso_News

Dopo aver vinto la Palma d'Oro nel 2006 con il film " Il vento che accarezza l'erba", Ken Loach torna al festival di Cannes con il suo cinema potente e anticonformista per raccontare una storia fatta di povertà e intrisa di dolore ed estrema sofferenza. "I, Daniel Blake", proiettato venerdi scorso, narra la storia di Daniel, un operaio inglese, costretto all'inattività dopo aver avuto un attacco di cuore, ma troppo poco malato per ricevere la pensione di invalidità. Loach approfondisce le tematiche della disoccupazione e dell'allergia politica al Welfare State. "Ho scoperto che tra coloro che cercano lavoro sono 2 milioni quelli che lo cercano per ricollocarsi, dopo averlo perduto, e che migliaia di persone sono a rischio suicidio. Abbiamo conosciuto storie così surreali che se le avessimo messe nella sceneggiatura sarebbero risultate non credibili" ha dichiarato il regista.

The Last Face di Sean Penn

TechPrincess_FestivaldiCannes2016_FilminConcorso_News

Dopo il controverso "Into the Wild", Sean Penn torna dietro la macchina da presa e dirige una fragile Charlize Theron in "The Last Face". Il film è ambientato in Africa e racconta l'amore di due occidentali che lavorano per un'organizzazione umanitaria, costretti a scontrarsi ogni giorno con le difficoltà di un rapporto nato in luogo dilaniato da tremende guerre civili. Le loro opinioni differenti sui metodi da adottare per porre fine alla guerra li porterà a scontrarsi. Nel cast anche Javier Bardem e Jean Reno.

The Neon Demon di Nicolas Winding Refn

TechPrincess_FestivaldiCannes2016_FilminConcorso_News

Il film del regista di Drive, Nicolas Winding Refn, è sicuramente il più chiacchierato e il più atteso al Festival di Cannes di quest'anno. Elle Fanning e Keanu Reeves danno voce e corpo al lato oscuro e malato del fashion system di Los Angeles, tra paillettes e sangue. Jesse (Elle Fanning), un'aspirante modella,si trasferisce nella città degli Angeli dove incontra un gruppo di donne ossessionate dalla sua bellezza e che faranno di tutto pur di rubarle tutto ciò che possiede. Refn ha descritto la sua nuova opera come "un film horror sulla bellezza viziata e malvagia".

Mal de Pierres di Nicole Garcia 

TechPrincess_FestivaldiCannes2016_FilminConcorso_News

Tratto dal romanzo "Mal di Pietre" di Milena Agus, la pellicola della regista francese Nicole Garcia è ambientata negli anni della seconda guerra mondiale e racconta i 20 anni di vita di una donna (Marion Cotillard) costretta a sposarsi con un uomo che non ama. L'autrice sarda non ha potuto presenziare alla proiezione a causa di impegni lavorativi e riguardo il film ha dichiarato: "Ho visto la pellicola nella sede della casa editrice "Nottetempo", a Roma. Mi è piaciuta. Non è stata girata in Sardegna ed è per questo molto francese. Riesce tuttavia a comunicare lo stesso messaggio che ho voluto trasmettere nel libro, ovvero la forza dell'immaginazione".

La Fille Inconnue dei fratelli Darden

Ho visto la pellicola nella sede della casa editrice "Nottetempo", a Roma. Mi è piaciuta. Non è stata girata in Sardegna ed è per questo molto francese. Riesce tuttavia a comunicare lo stesso messaggio che ho inteso trasmettere nel libro, ovvero la forza dell'immaginazione

Vincitori per ben due volte della Palma d'Oro per Rosetta e L'enfant, I fratelli Darden tornano al festival per raccontare nuovamente la storia di una donna forte, che combatte contro se stessa e le sue fragilità per raggiungere i propri obiettivi. Nel film ritroviamo il solito cast dardeniano (Jéremie Renier e Fabrizio Rongione) e una splendida Adele Haenel, che interpreta Jenny. "La fille Inconnue" racconta le drammatiche vicende di un medico che indaga sulla misteriosa morte di una ragazza che precedentemente aveva rifiutato le sue cure.

Ma Loute di Bruno Dumont

TechPrincess_FestivaldiCannes2016_FilminConcorso_News

Dumont porta al festival una ventata di comicità strampalata e d'irriverenza con "Ma Loute". Protagonisti di questa grottesca commedia francese in costume sono Juliette Binoche e Brandon Lavieville. Nel 1910, in una località turistica della Manica, due bizzarri e pasticcioni investigatori indagano sulla misteriosa scomparsa di alcuni turisti. "La comicità è un’arte nobile che obbliga a fare più attenzione al dettaglio, che porta ad ingrandire il tratto. La struttura del racconto comico è molto schematica, i personaggi sono caricature. Quel che mi interessava di questa storia più che la sociologia era la filosofia sull’uomo. Il nostro è un film di pazzi, una storia d’amore, un poliziesco, un racconto crudele e meraviglioso insieme" ha spiegato il regista.

Paterson di Jim Jarmush

TechPrincess_FestivaldiCannes2016_FilminConcorso_News

Jim Jarmush è uno dei registi più apprezzati nel panorama cinematografico indipendente americano per le suo sguardo dolceamaro e malinconico sul mondo. Nel film Adam Driver interpreta Paterson, un autista di bus che vive nel New Jersey. Egli vive un'esistenza monotona e insapore. Ogni giorno porta a spasso il cane, va a fare colazione nel solito bar, osserva la vita che scorre attorno a lui attraverso il vetro del parabrezza del suo bus. Ha una forte passione per la poesia e una moglie che ama. La vita della moglie, al contrario di quella di Adam, è costellata da sogni e aspirazioni, è in continuo mutamento. Nonostante queste forti differenze, i due riescono ad amalgamarsi perfettamente e a formare una coppia solida ed unita.

Julieta di Pedro Almodovar

TechPrincess_FestivaldiCannes2016_FilminConcorso_News

"Julieta" racconta un'intensa e coinvolgente storia di legami, di destino e di dolore. Adriana Ugarte interpreta Julieta, una madre dilaniata dai sensi di colpa e dalla sofferenza per aver perso la propria figlia, andata via di casa appena diciottenne. Non avendo avuto più sue notizie per ben 12 anni, la donna decide di scriverle una lettera dove si racconta, mettendo a nudo tutta se stessa e cercando di trovare una spiegazione al suo abbandono.

Elle di Paul Verhoeven

TechPrincess_FestivaldiCannes2016_FilminConcorso_News

Il regista di Robocop e Basic Instinct torna a trattare i temi della sessualità e della violenza in stile tipicamente Verhoeveniano in "Elle". La pellicola ripercorre le tappe di una caccia all'uomo portata avanti da una giovane donna d'affari ( Isabelle Huppert ), violentata sessualmente da colui che presto diventerà la sua preda.

Personal Shopper di Oliver Assayas

TechPrincess_FestivaldiCannes2016_FilminConcorso_News

Dopo il successo di "Clouds of Sils Maria", Kristen Stewart torna a lavorare al fianco di Oliver Assayas interpretando una consulente per gli acquisti alle prese con le scelte di abiti firmati e consegne di pacchi per le sue clienti. Assayas ha definito il suo film come "una ghost story francese ambientata nel mondo della moda, condita da un tocco fantasy".

 


Team di redazione

L'account della redazione di Tech Princess e Tech Business.