fbpx

Cannes 2016: Il ritorno della grande magia di Steven Spielberg e la citazione a E.T.

Steven Spielberg incanta il festival di Cannes con il suo “Grande Gigante Gentile”. Proiettato sabato scorso e tratto dall’omonimo romanzo per l’infanzia di Roald Dahl, The Disney BFG ( in italiano Il GGG – Il Grande Gigante Gentile) racconta la storia di una tenera e sincera amicizia nata tra una bambina e un gigante dal […]


Steven Spielberg incanta il festival di Cannes con il suo "Grande Gigante Gentile". Proiettato sabato scorso e tratto dall'omonimo romanzo per l'infanzia di Roald Dahl, The Disney BFG ( in italiano Il GGG – Il Grande Gigante Gentile) racconta la storia di una tenera e sincera amicizia nata tra una bambina e un gigante dal cuore puro. GGG è l'unico della sua specie che non mangia carne umana e quando scopre che i suoi fratelli, crudeli divoratori di bambini, hanno in mente di attuare una nuova strage, decide di avvisare la regina d'Inghilterra con l'aiuto di Sophie.

TechPrincess_Cannes2016_IlGGG_News

Dopo ben 34 anni dall'uscita nelle sale di E.T., Spielberg torna a raccontarci, non senza una buona dose di "magia cinematografica" e atmosfere oniriche, la storia di un legame profondo nato tra una bambina e chi apparentemente è diverso da noi. Il gigante GGG, in fondo, è proprio come E.T., un po' alieno, vittima di un'aspetto esteriore mostruoso ed intimorito da un mondo che non gli appartiene, ma ingenuamente e splendidamente umano, molto più vicino al nostro cuore di quanto noi potremmo immaginare.

TechPrincess_Cannes2016_IlGGG_News

Il film è un inno alla fantasia e all'immaginazione, una calorosa e tradizionale favola della buonanotte che papà Spielberg saprà leggerci con la sua solita e maniacale cura riservata all'aspetto emozionale e alla dimensione del racconto. "Sono tornato a raccontare con l’immaginazione, qualcosa che ho sempre amato fare. Sentivo di non avere barriere, potevo fare ogni cosa, e questo libro lo amo da tanti anni, da quando lo leggevo ad alta voce ai miei figli e ne studiavo le reazioni. Una storia sull’abbracciare le differenze: sono questi i valori che ho voluto portare sullo schermo" ha dichiarato il regista.

TechPrincess_Cannes2016_IlGGG_News

I dolci sorrisi, le rughe d'espressione e le emozioni di GGG prendono vita grazie alla performance di Mark Rylance, il Rudolf de "Il ponte delle Spie", eseguita con il Motion Capture. Quest'ultima è tecnica che fu utilizzata per la prima volta da Andy Serkis per interpretare Gollum ne "Il signore degli anelli" e che consiste nella trasposizione di tutti i movimenti e le espressioni dell'attore su computer. Nel cast anche l'emergente Ruby Barnhill nel ruolo di Sophie.

Quale sarà il destino di questa nuova pellicola? Diventerà un classico per ragazzi? Riuscirà a far breccia nel cuore degli spettatori e a riportarli in quel mondo dei sogni che sembrava ormai dimenticato? Per ottenere delle risposte dovremmo aspettare ancora un bel po'. Il GGG – Il grande gigante gentile uscirà nelle sale italiane il 1 gennaio 2017 e, come in Hook quel giovane Robin Williams aprì le finestre della sua camera guardando verso l'alto pronto ad affrontare fantastiche avventure, anche noi non vediamo l'ora di aprire la finestra insieme a Sophie e accompagnarla nel suo lungo e strepitoso viaggio.

 


Team di redazione

L'account della redazione di Tech Princess e Tech Business.