fbpx
All'apertoLifestyleNews

Challenge contro la Fame: l’iniziativa di Epson e Azione Contro la Fame

Epson e l’organizzazione Azione Contro la Fame uniscono le forze a favore di una nuova iniziativa chiamata Challenge contro la fame. Il progetto unisce sport e solidarietà per combattere il fenomeno della malnutrizione nel mondo.

Challenge contro la Fame: una sfida digitale ma il sudore è reale

Azione contro la Fame è una realtà umanitaria internazionale, da anni impegnata per eliminare la fame nel mondo. L’organizzazione, in collaborazione con Epson, ha indetto una sfida chiamata Challenge Contro la Fame. L’iniziativa, che è un misto tra gioco di ruolo ed evento sportivo, si terrà dal 7 giugno al 2 luglio. Challenge contro la Fame è aperta alle aziende di tutto il mondo, i cui dipendenti potranno immedesimarsi in operatori umanitari sul campo. Questi affronteranno sfide sportive, sia individuali che di squadra, in una serie di progetti promossi da Azione contro la Fame. Ogni sfida assegnerà dei punti, i quali verranno sommati al fine di decretare i vincitori della challenge. Per partecipare all’iniziativa, le aziende potranno iscriversi tramite l’app #ConnectedagainstHunger, disponibile su tutti gli store digitali.

Le sfide proposte da Challenge contro la Fame

Attraverso l’apposita app, i partecipanti potranno partecipare ad una serie di sfide. Queste comprendono attività come corsa, camminata e yoga. L’applicazione registrerà i chilometri percorsi quotidianamente, assegnando dei punteggi alle squadre, che andranno così a comporre una classifica globale. Oltre a ciò la piattaforma prevede dei quiz in merito alla situazione climatica globale. Le aziende, in base al numero di dipendenti partecipanti, contribuiranno al progetto con delle donazioni. Queste serviranno a finanziare le attività che Azione contro la Fame regolarmente svolge in oltre 50 Paesi del mondo.

L’unione fa la forza

Il progetto è aperto a squadre virtuali che saranno composte da un minimo di 2 ad un massimo di 10 persone. La sfida è di carattere internazionale: essa è infatti disponibile in Italia, Francia, Spagna, Germania, Inghilterra, Canada e India. Le aziende possono mobilitare i propri collaboratori a livello nazionale e internazionale. Il gioco è disponibile in tutto il mondo e tradotto in 5 lingue (italiano, inglese, francese, spagnolo, tedesco). La challenge sarà presente anche sui social network, con un wall dedicato per Twitter e Instagram, che raccoglieranno gli scatti provenienti da tutto il mondo. Oltre al problema della fame nel mondo, il progetto si propone di sensibilizzare su questioni ambientali come siccità, ondate di caldo e tempeste. Oggi più di 690 milioni di persone soffrono la fame, e la crisi climatica è una delle cause principali dell’aggravarsi della crisi alimentare. 

La collaborazione con Epson

L’iniziativa è svolta in collaborazione da Epson, che da tempo sostiene e promuove eventi di questa natura. A tal proposito riportiamo le parole di Luca Cassani, Corporate Sustainability Manager di Epson Italia:

“Ritengo che la partecipazione a questo progetto sia fortemente rappresentativo per un’azienda come Epson, impegnata da diverso tempo nel campo della sostenibilità. Accettare questa sfida “digitale” permette ai dipendenti di essere più vicini tra loro e a chi ogni giorno si dedica a contrastare l’impatto dei cambiamenti climatici su fame e malnutrizione in diversi Paesi del mondo. La sfida è digitale, ma il sudore è reale”

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button