fbpx
Floating City Project

Città galleggianti: come, quando e perché

Chi di noi non ha mai letto un libro o visto un film fantasy che non citasse o mostrasse città galleggianti? Parlandone, i cliché che ci vengono in mente sono sempre gli stessi: candidi e pittoreschi palazzi inseriti in una cornice acquatica da sogno, con tanto di fauna ittica di ogni genere. Ebbene, questi scenari […]


Chi di noi non ha mai letto un libro o visto un film fantasy che non citasse o mostrasse città galleggianti? Parlandone, i cliché che ci vengono in mente sono sempre gli stessi: candidi e pittoreschi palazzi inseriti in una cornice acquatica da sogno, con tanto di fauna ittica di ogni genere. Ebbene, questi scenari non rimarranno relegati al mondo fantastico tanto a lungo, poiché sono attualmente in fase di sviluppo vari progetti che prevedono la creazione di vere e proprie colonie interamente costruite sull'acqua. Eccone qualche esempio.

Floating City Project

Per cinque anni il Seasteading Institute ha condotto svariate ricerche con lo scopo di voler creare una potenziale ed innovativa comunità che galleggi sul mare. Oggi il progetto sta finalmente prendendo vita, e si concretizzerà nei prossimi anni.

Il Floating City Project unisce i concetti di "seasteading city" e "startup", cercando di inserire una città galleggiante all'interno delle acque territoriali di una nazione esistente. In passato, il team del Seasteading Institute ha ipotizzato di installare il progetto all'interno delle acque internazionali. Tuttavia, per svariati motivi quali costi elevati e acque troppo profonde il gruppo ha dovuto ricredersi e optare per acque vicine alla costa. La prima città galleggiante con significativa autonomia politica potrà essere operativa entro il 2020.

Il prospetto preliminare per la città è stato completato a dicembre 2013. Essa è composta da piattaforme modulari – 50×50 mq,  o pentagoni con lati di 50 metri. Quadrati e pentagoni possono essere collegati e disposti in numerosi rami. Il costo di ogni piattaforma è stimato intorno 15 milioni circa. Questo è equivalente 393 dollari per piede quadrato di superficie lorda. Il cemento armato è stato scelto come materiale di costruzione per il suo prezzo e soprattutto la sua durata. Il progetto comprende ovviamente appartamenti, case a schiera, uffici e alberghi. Esso si basa su 11 moduli che possono ospitare 225-300 residenti, con l'aggiunta di 50 posti letto in hotel. Il costo totale previsto sarebbe di circa 167.000.000 $.  Il Golfo di Fonseca, confinante con be tre nazioni dell'America Centrale, è stato scelto come primo banco di prova per l'idoneità del progetto.

Per comprendere al meglio il Floating City Project è stato rilasciato un video che illustra i 5 principali fatti da conoscere a proposito di questo importante ed innovativo progetto.

Blueseed

modello piattaforma blueseed

Blueseed sta creando la più incredibile comunità dedicata agli imprenditori, su una nave da crociera a 12 miglia nautiche di distanza dalla costa di San Francisco, quindi in acque internazionali. La posizione consente agli imprenditori di startup proventienti da qualsiasi parte del mondo di lanciare o far crescere le loro aziende vicino alla Silicon Valley, senza la necessità del visto di lavoro rilasciato dal governo degli Stati Uniti.

La nave si convertirà in uno spazio di co-working e co-living, e disporrà di Internet ad alta velocità e trasporto giornaliero sulla terraferma mediante traghetto. Fino ad oggi, oltre 1500 imprenditori di 500 start-up appartenenti a ben 70 paesi hanno espresso interesse a vivere su Blueseed.

Freedom Ship International

TechPrincess_FreedomShipInternational

Immaginate un luogo ideale per vivere o avviare un'attività, una comunità amichevole, sicura e protetta con ampie zone di spazio aperto e diverse possibilità di svago organizzate in strutture ricreative. Infine, immaginate questa comunità in costante movimento nel mondo. Bene, state cominciando a capire il concetto di Freedom Ship, una massiccia nave oceanica. Con una lunghezza di ben 4.500 piedi, una larghezza di 750 e un'altezza di 350 piedi, Freedom Ship sarà 4 volte più lunga della Queen Mary. I progetti includono una città moderna mobile dotata di lussuosi soggiorni, un grande centro commerciale duty free e un intero piano dedicato alle varie aziende che potranno lì presentare i loro prodotti.

Freedom Ship non sarà una nave da crociera, essa si propone di essere un luogo unico in cui vivere, lavorare, studiare, andare in pensione o effettuare  vacanze. Il viaggio prevede il continuo giro del globo, arrivando a coprire la maggior parte delle regioni costiere del mondo. La sua flotta di velivoli pendolari e aliscafi porterà residenti e visitatori a riva e viceversa. Un apposito piano ospiterà la zona residenziale, una biblioteca, scuole e un ospedale di prim'ordine, oltre a negozi al dettaglio e all'ingrosso, banche, alberghi, ristoranti, strutture sportive, casinò, uffici, magazzini e imprese di produzione e montaggio.

Cosa ne pensate di queste utopie che stanno via via prendendo forma? Ci andreste a vivere?


elenamoroni