MotoriRecensioniTech

Coyote Mini vs App: le differenze tra i due sistemi di segnalazione stradale

Coyote Mini oppure Coyote App? Proviamo a spiegarvi quali sono le differenze tra i due sistemi di segnalazione stradale basati sulla community

Avrete sicuramente sentito parlare di Coyote Mini e dell’omonima app per smartphone. Ma come funziona esattamente il segnalatore stradale in abbonamento più famoso d’europa che fa concorrenza a Waze del colosso Google? Proviamo a spiegarvelo nella nostra recensione e confronto Coyote vs Coyote App. 

Coyote Mini: come funziona

Coyote Mini (ma anche in versione app) è segnalatore stradale in abbonamento basato sulla community grazie al quale più di 5 milioni di utenti in tutta Europa possono scambiarsi informazioni riguardanti incidenti, rallentamenti, ostacoli sulla carreggiata, restringimenti oppure sulla presenza di autovelox fissi, mobili e sistemi tutorMa come funziona esattamente Coyote Mini? Le informazioni vengono ricevute grazie a una SIM che funziona in tutta Europa e che è saldata all’interno del dispositivo. Ha una batteria integrata (dura circa 2 ore) e un display (non touch) e solo 3 tasti sul corpo.

Inizialmente, leggere il display, potrebbe sembrare un po’ ostico ma basterà farci l’abitudine. Il display mostra due diverse visualizzazioni: una dedicata alle basse velocità e una alle strade a scorrimento veloce, autostrade, superstrade. Le allerte sono segnalate – oltre che visivamente – anche tramite audio sul dispositivo.

Prima di arrivare sul punto dell’allerta, l’avviso (in caso di un autovelox mobile) indica la distanza, quante persone hanno già confermato l’allerta e quando è stata fatta l’ultima conferma.

coyote mini vs app

La community può (deve) contribuire attivamente

Ovviamente il sistema creato da Coyote può funzionare solo se tutta la community contribuisce attivamente alle segnalazioni. Inviare le segnalazioni è facilissimo: esistono infatti due diversi modalità. Potrete utilizzare i tasti posti sul corpo del device oppure pronunciare “attiva COYOTE” e successivamente l’avviso da comunicare alla community, ad esempio “Rallentamenti” oppure “Incidente”. Questo permetterà agli automobilisti di non distrarsi alla guida così da evitare inutili pericoli. 

Le allerte inviate rimangono attive per 3 ore; l’utente che passa “attraverso” quella segnalazione sarà chiamato a conferma confermare o meno la presenza dell’imprevisto. Come? Tramite comando vocale pronunciando SI oppure NO

Ogni allerta inviata dagli utenti viene infine analizzata da un algoritmo prima di essere messa a disposizione di tutti gli altri. Questo consente a Coyote di filtrare le informazioni errate e trasmettere quindi ai membri della community solo le segnalazioni affidabili e verificate.

coyote mini vs app

Coyote: quali segnalazioni potete effettuare/visualizzare

Ma facciamo un piccolo sunto in merito alle segnalazioni che potrete effettuare con Coyote (sia Mini che applicazione):

  • Problemi di circolazione: traffico, rallentamenti, restringimenti, incidenti, veicolo fermo, ostacoli, lavori, strada sdrucciolevole, fondo irregolare, veicolo contromano oppure condizioni meteo avverse.
  • Autovelox mobili e fissi: gli autovelox sono segnalati sulla mappa (sia quelli fissi che quelli mobili indicati dalla community di volta in volta) ma anche telecamere e telecamere semaforiche.
  • Limiti di velocità: i limiti di velocità sono pre-caricati ma volendo – in caso di modifiche – potrete segnalare le differenze di limitazione;

Autovelox e Tutor: come vengono gestiti

Uno dei punti forte del sistema Coyote è la segnalazione degli autovelox che spesso si mangiano un sacco di punti della nostra beneamata patente. Coyote segnala gli autovelox fissi e sistemi tutor e permette ai membri della community di segnalare – di volta in volta – la presenza di autovelox mobili.

I tutor in Italia sono stati mappati da Coyote e quando il dispositivo MINI oppure l’applicazione sono attivi, ne segnaleranno la presenza e indicheranno la velocità media e la distanza del prossimo varco tutor. Ciò che Coyote non è in grado fare è segnalare se gli autovelox siano effettivamente accesi oppure no. 

Coyote Mini vs App: quali sono le differenze

E l’applicazione? Le funzionalità di Coyote App (disponibile per iOS – compreso Apple Watch – e Android) sono praticamente identiche a quelle di Coyote Mini se non per la navigazione. Avete capito bene, l’applicazione Coyote funge anche da navigatore svolgendo così una duplice attività: vi porta a destinazione aiutandovi a evitare ostacoli e segnalandovi fastidiosi autovelox.
Per l’elaborazione delle mappe, Coyote ha scelto di collaborare con con Here, leader internazionale con 30 anni di esperienza alle spalle nella progettazione delle migliori mappe GPS al mondo.

coyote mini vs app

Il navigatore inoltre ricalcola automaticamente il percorso in caso di traffico e incidenti e integra anche la funzione di cambio corsia assistito, caratteristica quest’ultima che, ad esempio, Google Maps non propone.

Anche l’applicazione è a pagamento (prevede un abbonamento mensile per poter funzionare) però è priva di fastidiosa pubblicità. Se passate tanto tempo in auto, sarà sicuramente un ottima compagna di viaggio.

Coyote: Autovelox GPS Traffico
Coyote: Autovelox GPS Traffico

Coyote : Autovelox GPS Traffico
Coyote : Autovelox GPS Traffico

Coyote App infine integra una nuova funzionalità chiamata “Le mie statistiche” che non trovate su Coyote Mini. Questa caratteristica consente di seguire in tempo reale i dati di guida personali e di confrontare l’attività dell’utente con il resto della Community: un vero diario di bordo personalizzato. Il monitoraggio può essere fatto giornalmente, settimanalmente o mensilmente. Questa funzione mira ad aumentare il coinvolgimento dei membri della community, sapendo che la qualità e l’attendibilità delle segnalazioni sono garantite dai conducenti.

La cosa che vogliamo teniate a mente in fase di scelta tra i due prodotti è che l’applicazione – a differenza di Coyote Mini – affida la sua raccolta dati alla vostra connessione personale, questo significa che consumerà il traffico dati. Coyote Mini invece, avendo la SIM integrata con roaming incluso sarà quindi totalmente autonomo.

Coyote App: presto su Apple CarPlay e Android Auto 

Ad oggi, l’app Coyote non è ancora presente su Apple CarPlay o Android Auto, tuttavia attraverso il sistema MirrorLink potrete integrarla sulla vostra auto. Prima di averne la certezza vi consigliamo di controllare su questo sito se lo smartphone e l’auto che possedete siano entrambi compatibili con MirrorLink.
Da quanto dichiarato da Coyote, l’integrazione con Apple CarPlay o Android Auto è in via di sviluppo: entro breve dovremmo poterla utilizzare sulle automobili più moderne.

Coyote Mini e Coyote App: prezzi dell’abbonamento

Ma quanto costa l’abbonamento per Coyote Mini e Coyote App? Proviamo a fare un po’ di chiarezza tra le varie promozioni, attraverso questa tabella esplicativa.

Coyote Mini Coyote App
Acquisto prodotto 49,99 € in offerta
(prezzo listino 149,99 €)
download gratuito
(con 15 giorni di prova gratuita)
Primi 3 mesi gratuito 2,99 €
(allerte, navigazione, traffico tempo reale)
Dopo 3 mesi 9,99 €/mese 5,99 €/mese

Insomma, entrambi i sistemi hanno le proprie peculiarità nonostante condividano il funzionamento generale, ovvero quello di segnalazione di traffico, ostacoli, incidenti e autovelox. A nostro avviso Coyote Mini è perfetto per qualcuno che con l’auto, il furgone o il camion, ci deve lavorare quotidianamente e magari deve anche viaggiare all’estero.

Coyote App invece è una soluzione più semplice – e che offre anche il navigatore – per qualcuno che magari trascorre si tanto tempo in auto ma non per lavoro e magari non all’estero. Insomma Coyote App è più casual mentre Coyote Mini è un po’ più pro.

Tags

Fjona Cakalli

Amo la tecnologia, adoro guidare auto/camion/trattori, non lasciatemi senza videogiochi e libri. Volete rendermi felice? Mandatemi del cibo :)
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker