fbpx
NewsVideogiochi

Death Stranding si mostra in un lungo video gameplay, ecco tutti i dettagli

Un lungo video di gameplay mostra finalmente quello che si potrà fare nel tanto atteso Death Stranding

Dopo anni di rumor e supposizioni, Hideo Kojima ha finalmente mostrato un lungo gameplay di Death Stranding. Il video, mostrato al Tokyo Games Show, mostra infatti una missione completa del gioco con tutti i dettagli del gameplay.

Death Stranding racconta la storia di Sam Bridges (Norman Reedus) mentre compie dei lunghi viaggi attraverso le città americane in rovina creando nuovi legame che possano riunire tra di loro gli umani ora divisi. Con lui c’è Bridge Baby, o BB, un piccolo feto in un grembo artificiale che, tra le altre cose, gli permette di vedere delle creature sovrannaturali chiamate “Beached Things”.

Death Stranding al Tokyo Games Show

Durante la missione mostrata al Tokyo Games Show, che potete vedere in testa alla notizia, Sam deve consegnare quattro pacchetti di soccorso da Knot City a Port Knot City. I pacchetti contengono quattro elementi cruciali per sopravvivere in questo mondo: cibo, medicine, armi anti-BT (Beached Things) e “sperm and egg”. Prima di partire per qualsiasi missione, il giocatore sceglierà il suo equipaggiamento. Ciò include i pacchetti di soccorso necessari oltre a qualsiasi altra cosa si desideri portare: scarpe extra, corde, armi e tanto altro.

Una delle particolarità che salta subito all’occhio è che, a differenza di molti protagonisti di videogiochi, Sam è visibilmente carico di tutti gli oggetti che si porta. Tutto è trasportato dal personaggio e ne influenza il peso e la sua mobilità. È possibile scegliere dove Sam trasporterà i suoi oggetti: si può caricare tutto sulle spalle, inserire oggetti in sacchetti appesi allo zaino o allacciarli alle braccia e alle gambe. La posizione scelta influenzerà la sua velocità e il suo equilibrio. Durante il gioco infatti, bisognerà regolare il controllo del peso durante la corsa con i tasti L2 e R2 per evitare che Sam cada.

Ovviamente non si è costretti a camminare costantemente con il carico addosso. È possibile infatti lasciare a tera gli oggetti temporaneamente, per esempio per poter affrontare più facilmente una battaglia. Sarà anche possibile utilizzare un veicolo fluttuante per il trasporto dei bagagli che seguirà il personaggio o anche guidare una sorta di hoverboard futuristico per muoversi più agevolmente. 

Più che un Walking Simulator

La missione prosegue verso Port Knot City. Il gioco calcola il percorso diretto verso la destinazione della missione e mostrerà al giocatore l’intera topografia. A questo punto bisognerà tracciare un percorso personalizzato per cercare di evitare i principali pericoli punto dopo punto.

Il primo ostacolo che Sam deve affrontare è la presenza di un fiume. Ancora una volta, l’HUD fornisce informazioni importanti, mostrando la forza della corrente in diversi punti. I punti rossi indicano infatti dove la corrente è più forte. Durante la presenza Kojima vi si immerge dimostrando come Sam venga trascinato dalla corrente perdendo anche alcuni pacchetti di pronto soccorso che dovrà poi recuperare. Lasciato il fiume Sam fa una pausa per riprendere fiato (con il tasto O) e controllare Bridge Baby per assicurarsi che stia ancora bene. A quel punto del video il protagonista beve una bevanda energetica Monster dimostrando che nel gioco saranno presenti prodotti reali.

Superato il fiume Sam trova sulla mappa un altro pacchetto da consegnare ad un personaggio chiamato “il musicista”. Per raggiungere la sua dimora, il protagonista a scende su di una scogliera utilizzando una pratica scala allungabile. lo stesso Kojima ha sottolineato che, grazie al multiplayer asincrono, potrebbe non essere necessario utilizzare i propri oggetti poiché altri giocatori possono lasciare le loro attrezzature nel mondo. È possibile mettere una sorta di “like” agli elementi lasciati dagli altri giocatori che funge da valuta in questo mondo. Ci saranno anche molti armadietti sparsi per il mondo, alcuni lasciati da altri giocatori, altri controllati dai nemici in cui custodire o recuperare nuovi oggetti.

Sam in Battaglia

Il ritmo di Death Stranding cambia radicalmente di fronte ai nemici. Nel video gameplay Sam entra in modalità stealth entrando di soppiatto in un campo nemico. Le armi che utilizza nella dimostrazione sono tutte definite “non letali” come una pistola che lancia una sorta di bolas per legare i nemici, pugni o oggetti trovati sul campo. Sul campo nemico Sam trova anche una particolare tuta che gli consente di muoversi più velocemente e saltare più in alto. Ma le sfide per il nostro protagonista non sono ancora finite.

Avvicinandosi a Port Knot City Sam è costretto ad affrontare un BT, le creature sovrannaturali che popolano questo mondo tecnologico. Si tratta di un vero e proprio Boss difficile da combattere se non con del sangue umano a cui questi mostri sono particolarmente sensibili. Sam lancia infatti una granata ematica che utilizza delle sacche di sangue nell’inventario o, in caso di assenza, il sangue stesso di Sam.

Le cose da scoprire in Death Stranding sono ancora tante e non vediamo l’ora di saperne di più.

Death Stranding uscita e disponibilità

Death Stranding arriverà in esclusiva per PlayStation l’8 novembre 2019.

Fonte
kotaku.com
Tags

Daniele Cicarelli

Indigente giramondo con la grande passione per i videogiochi, l'Arte e tutte le storie Fantasy e Sci-Fi che parlano di mondi alternativi senza zanzare. Fermo sostenitore dell'innovazione, del progresso tecnologico e della superiorità del Tipo Erba. Dalla parte dei Villains dal 1991.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker