fbpx
AttualitàCulturaNews

Disney in epoca covid: riaprono i parchi a tema e in crescita Disney+

Le fiabe Disney sembrano essersi riversate anche nella realtà aziendale, con una ripresa decisamente positiva per il colosso dell’intrattenimento per bambini. Oltre ai parchi a tema si registra anche un’impennata di abbonamenti  streaming Disney+.

Disney: il colosso dell’intrattenimento scongiura la crisi

Arrivano dati decisamente confortanti per Disney, i cui ricavi sono cresciuti del 45% durante l’ultimo trimestre finanziario. Segno del superamento di una crisi, dovuta principalmente alla pandemia, che il colosso sembra essersi finalmente scrollata di dosso.

Secondo il sito variety.com, i ricavi hanno raggiunto i 17 miliardi di dollari, in aumento rispetto agli 11,8 miliardi dello stesso trimestre di un anno fa. Altre buone notizie arrivano dai dati relativi alla piattaforma di streaming Disney+. Il portale registra infatti 12,4 milioni di nuovi abbonati netti, superando così l’obiettivo di raggiungere i 116 milioni in tutto il mondo entro il 3 luglio.

Ma le notizie positive non sono finite qui. Disney infatti riapre anche i parchi a tema, mentre lo studio cinematografico ha ricominciato a distribuire i principali film nelle sale e suoi servizi dedicati. 

Il vento positivo andrebbe però preso con cauto ottimismo. Sull’industria dell’intrattenimento aleggia infatti il fantasma della variante delta. Questa ha già minacciato più volte un ritorno alla normalità per Hollywood e sta mettendo in crisi il settore dei viaggi. Tutto ciò influirà inevitabilmente sui prossimi bilanci, in particolar modo sulle affluenze ai parchi tematici.

In ripresa sia la divisione media che i parchi a tema

La divisione media e intrattenimento della società, che include i rami cinematografici, televisivi e di streaming della Disney, ha registrato entrate per 12,7 miliardi di dollari, un miglioramento del 18% rispetto al medesimo trimestre dell’anno precedente. 

I parchi, le esperienze e i prodotti fanno registrare ricavi per  4,3 miliardi di dollari, rispetto agli 1,1 miliardi di entrate dello scorso anno, periodo in cui la maggior parte dei resort erano chiusi. L’utile netto della divisione ha raggiunto 356 milioni, rispetto a una perdita di 1,9 miliardi dell’anno precedente.

Sul fronte del direct-to-consumer, Disney+ e gli altri servizi di streaming dell’azienda (come Hulu ed ESPN Plus) hanno guidato la crescita nelle vendite. I ricavi dello streaming hanno raggiunto i 4,3 miliardi di dollari, una crescita del 57% rispetto allo stesso trimestre di un anno fa.

Disney e il caso Scarlett Johansson

La Disney è apparsa sui titoli di molti giornali nelle ultime settimane a causa della disputa legale con Scarlett Johansson, in merito alla decisione dello studio di rilasciare contemporaneamente Black Widow sia nei cinema che su Disney Plus. L’attrice ha citato in giudizio la società per violazione del contratto, sostenendo che la decisione della Disney le è costata milioni in bonus al botteghino.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button