fbpx
FeaturedRecensioniRecensioni TechTechVideogiochi

Doraemon Story of Seasons recensione. Campi da arare e amicizie da coltivare

Ritorna su PlayStation 4 il gatto blu più famoso degli anime in versione farming simulator

Doraemon Story of Seasons recensione

“Chi lo sa come fa, ad andare qua e là”, recitava la sigla del cartone animato di Doraemon, l’anime giapponese che da oltre quindici anni è sbarcato anche in Italia e che è riuscito ad affascinare parecchi spettatori. Dalla televisione (e dall’ovvio merchandising correlato), è passato parecchio tempo, ma nulla ha impedito al gatto blu e al suo padrone Nobita di sbarcare anche su console in versione farming simulator. Se nel 2019 Nintendo Switch e Steam avevano conosciuto questo nuovo titolo firmato Bandai Namco, ora Doraemon Story of Seasons arriva anche su PS4. Un gioco in single player dalla trama sviluppata in parecchie linee dialogiche e dai compiti ben strutturati, ci ha convinto (quasi) del tutto. A partire dallo stile grafico e dalla fluidità del motore di gioco. Dunque, andiamo a zappare e a raccogliere i frutti della terra (oltre a tanti chiusky)!

Doraemon Story of Seasons Recensione – Bambini al lavoro

Per chi non avesse avuto il piacere di provare questo titolo in precedenza, recuperiamo una breve sinossi della storia piuttosto breve che si cela dietro le avventure di Doraemon, Nobita e i suoi tre amici, Shizuka, Takeshi (meglio noto come Gian) e Suneo. Il padrone pigrone del gatto blu, Nobita, non ha ancora preparato il suo progetto estivo e decide dunque di dedicare la sua attenzione a una piantina che decide di interrare e osservare nel corso del tempo. Peccato che non si tratti di un seme qualsiasi, ma è magico e permette a un enorme albero che, durante una tempesta terribile, si sradica trascinando via con sé anche Doraemon e i quattro amici.

Si risvegliano dopo poco in un mondo del tutto sconosciuto, che scopriranno chiamarsi Natura. Se i compagni di avventure stanno bene, una sorte diversa è toccata ai fantastici gadget del nostro gattone, i cosiddetti chiusky. Andati persi nella bufera e fuoriusciti dal Gattopone, la tasca di Doraemon capiente come la famigerata borsa di Mary Poppins, ora gli amici non sanno più come fare ritorno a casa. Ne approfittano dunque per fare la conoscenza degli abitanti del villaggio, senza dimenticare il sindaco.

Offerta
DORAEMON Story of Seasons - PlayStation 4
  • Prendi il controllo di no bit a, un ragazzo medio con un cuore d'oro, per riportare in vita un fattoria distrutta.
  • Crea legame con gli altri cittadini metre esplori e aiuti la terra con Doraemon, sue, Gian e su ne o.
  • Personalizza la tua fattoria grazie alle colture, allevando animali, costruendo mobili ed Esplorando tutto ciò che la...

Questi però, in barba a qualsiasi tutela ed etica morale del “nostro” mondo, impone che anche i bambini lavorino, altrimenti dovranno andarsene dal villaggio. A differenza di quanto ci si possa aspettare, i cinque “forestieri” accettano di buon grado e dovranno darsi da fare. Inutile dirlo, il nostro Nobita Nobi è l’ultimo a trovare un’occupazione, grazie al nipote di una simpatica anziana che ci offre la loro seconda fattoria in gestione.

Parole, parole, parole…

Dopo lunghe, lunghissime scene di puro dialogo, durante le quali non dovremo letteralmente muovere di un millimetro lo stick del controller per guidare i nostri personaggi, finalmente possiamo cominciare a guidare il nostro protagonista. Siamo a quasi due ore di gioco, prima di poter sporcarci le mani con le meccaniche piuttosto elementari e basiche di gameplay. Una o due ore appunto (a seconda di quanto vi annoierete ai limiti del sonno, o di quanto farete skip degli eventi) che sembrano quasi un’eternità, tra dialoghi ridondanti e che puntano a ispirare simpatia, ma dai dettagli utili ai fini di gioco quasi pari a zero.

Dunque, di cosa dovremo occuparci in concreto? Il gioco ruota attorno al nostro nuovo lavoro agricolo e alla ricerca dei chiusky di Doraemon, l’unica salvezza che ci consenta di tornare a casa. Nel frattempo però. la terra ci attende e il tempo è denaro, letteralmente. Se non procediamo con il raccolto, lo manderemo in malora e perderemo i guadagni che avremmo potuto far fruttare. Ma la pazienza da impiegare in questo titolo è tanta. Tenere tutto sotto controllo non è facilissimo, ma i nostri compiti si rivelano sicuramente più interessanti e quasi rilassanti per gli amanti del farming.

Chi ha memoria di Harvest Moon o Farmville, sa di cosa parliamo, con la differenza che in questo caso viene messo in campo lo stratagemma di personaggi abbastanza noti e non creati da zero per cercare di agganciare il pubblico già a conoscenza delle vicende di Doraemon e compagnia.

Il tempo è denaro

Dovremo quindi avere a che fare con il ciclo giorno-notte, lo scorrere delle ore nemmeno troppo lento e l’alternarsi delle stagioni. Senza dimenticare i nostri rapporti sociali. Come il nostro campo, anche le amicizie vanno coltivate, un buon motivo per cercare il dialogo con i vari NPC e assistere ai discorsi ben scritti e coerenti con lo stile e il tono dell’anime.

Offerta
DORAEMON Story of Seasons - PlayStation 4
  • Prendi il controllo di no bit a, un ragazzo medio con un cuore d'oro, per riportare in vita un fattoria distrutta.
  • Crea legame con gli altri cittadini metre esplori e aiuti la terra con Doraemon, sue, Gian e su ne o.
  • Personalizza la tua fattoria grazie alle colture, allevando animali, costruendo mobili ed Esplorando tutto ciò che la...

Oltre al piacere, il dovere. Concluso il tutorial piuttosto lungo, andiamo a seminare e annaffiare il nostro campo, ma non solo. A seguire, potremo ampliare le nostre attività prendendoci cura di vari animali, utili per sbloccare  e ottenere ingredienti utilizzabili per creare nuovi oggetti o incrementare il proprio bottino. L’economia all’interno di questo spin-off delle storie del gatto blu è fondamentale per progredire man mano.

Ma come si fa il grano, e non si intende quello nei campi? Per aumentare il nostro bottino, Nobita deve depositare all’interno di una cassa i materiali da vendere entro le 18 di ogni giorno, quando Doraemon si presenta per ritirare il materiale messo in vendita. E non fatevi ingannare dal faccino di Nobita e dei personaggi che incontriamo. Ci sono un sacco di faccende da sbrigare. I rapporti (commerciali e interpersonali) sono alla base di qualsiasi giro di affari, proprio come il nostro.

Per questo, dovremo davvero prestare il fianco a qualsiasi tipologia di attività, che non prevede solo i legami di amicizia con i cittadini.

La tranquillità bucolica

Ci attende il lavoro nelle miniere, e non per modo di dire, fino a dover ripulire il terreno da arbusti e pietre per poterlo coltivare al meglio. Non solo, ma anche mungere le mucche, tosare le pecore, catturare insetti e abbattere gli alberi faranno parte della nostra routine quotidiana (non proprio un passatempo per bambini dell’età dei nostri protagonisti, ma tant’è).

I compiti sono molto variegati, e potremo organizzare le nostre giornate come preferiamo, tenendo sempre a mente l’obiettivo. Ogni minuto di gioco corrisponde a circa un secondo di vita reale, rispettando anche il bisogno fisiologico del sonno. Possiamo stare svegli quanto vogliamo, ma solo se abbiamo cibo a sufficienza per resistere. Inoltre, se cerchiamo di massimizzare i profitti, possiamo anche lavorare di notte, pescando ad esempio, un’attività sicuramente non faticosa.

Offerta
DORAEMON Story of Seasons - PlayStation 4
  • Prendi il controllo di no bit a, un ragazzo medio con un cuore d'oro, per riportare in vita un fattoria distrutta.
  • Crea legame con gli altri cittadini metre esplori e aiuti la terra con Doraemon, sue, Gian e su ne o.
  • Personalizza la tua fattoria grazie alle colture, allevando animali, costruendo mobili ed Esplorando tutto ciò che la...

Ogni “Stagione” inoltre è composta da circa 30 giorni, dunque ci servono quasi 40 ore di gioco per superare un giro completo della Terra intorno al sole. Un lasso di tempo piuttosto lungo, quasi smisurato, se consideriamo i ritmi di gioco e l’adrenalina. Come avrete capito, quest’ultima non è la prima componente emotiva suscitata da questo titolo.

Nulla si trasforma in elemento ansioso o pressante; lo stile tranquillo e rilassato dell’anime si trasmette anche a questo episodio spin-off sia nelle meccaniche di gioco, sia nel comparto grafico e sonoro.

Un comparto artistico molto gradevole

Passando da un festival a un evento (controllando sulle bacheche apposite, altrimenti non avremo notifiche a riguardo), in Doraemon Story of Seasons su PS4 osserviamo anche un particolare stile artistico e visivo.

Non possiamo che fare un plauso al lavoro svolto dal team. Abbiamo di fronte agli occhi tanti diversi fondali ben dettagliati sin nei minimi particolari, resi secondo uno stile tipico del disegno ad acquerello e pieno di colori. Per non parlare dei personaggi che già conosciamo, perfettamente ritratti secondo il design che li connota nella serie animata. La cura è davvero evidente, ma avremmo apprezzato la stessa attenzione anche nella regia della narrazione, evidentemente più carente.

In conclusione

Se Story of Seasons era in origine una serie videoludica qui contaminata dalla presenza del gatto blu, è proprio lui che ora manca in maniera abbastanza evidente. Doraemon non è la presenza centrale di questo titolo, che dà per scontato la conoscenza di determinati particolari, non compresi appieno probabilmente da chi non conosce le avventure dell’anime. In buona sostanza, Doraemon Story of Seasons su PS4 non presenta evidenti aspetti critici durante l’esperienza di gioco, a parte la lunghezza esasperata dei momenti di dialogo.

Un titolo consigliato agli amanti dei farming simulator e, soprattutto, dei fan dell’anime, il gioco regala ore tranquille e spensierate, in grado di divertire serenamente. Non aspettiamoci chiaramente grandi emozioni, ma un solido gameplay che riesce a intrattenerci al punto giusto di fronte allo schermo, senza incollarci per ore e ore di fila. Sicuramente richiede tempo e dedizione per veder crescere i frutti del proprio raccolto, e come detto più volte, necessita di pazienza. Proprio come quando si lavora la terra.

Doraemon Story Of Seasons

Pro Pros Icon
  • Gameplay solido e spensierato...
  • Comparto grafico e sonoro di impatto...
  • Un buono spin-off dell'anime...
Contro Cons Icon
  • ...ma non di certo adrenalinico
  • ...un po' meno la narrazione, lenta e con dialoghi eccessivi
  • ...ma non porta eccessive novità nei farming simulator

Francesca Sirtori

Indielover, scrivo da anni della passione di una vita. A dispetto di tutti. Non fatevi ingannare dal faccino. Datemi un argomento e ne scriverò, come da un pezzo di plastilina si ottiene una creazione sempre perfezionabile. Sed non satiata.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button