fbpx
droni

Droni: Ennova li sfrutta per la manutenzione delle reti di telecomunicazione

Controllare il corretto funzionamento delle infrastrutture di telecomunicazione richiede spesso una serie di meccanismi poco agevoli. Per rendere il processo più semplice l’azienda torinese Ennova, in collaborazione con be-link, ha sviluppato un nuovo modello di assistenza digitale, basato sull’utilizzo di Droni. LEGGI ANCHE: I dieci settori che possono trarre beneficio dall’uso dei droni. Il progetto basato […]


droni

Controllare il corretto funzionamento delle infrastrutture di telecomunicazione richiede spesso una serie di meccanismi poco agevoli. Per rendere il processo più semplice l'azienda torinese Ennova, in collaborazione con be-link, ha sviluppato un nuovo modello di assistenza digitale, basato sull'utilizzo di Droni.

LEGGI ANCHE: I dieci settori che possono trarre beneficio dall'uso dei droni.

Il progetto basato sui Droni

Il progetto firmato Ennova e be-link, rinominato Maintenance, è rivolto a tutte quelle TELCO che necessitano di mantenere sempre sotto controllo il funzionamento delle proprie infrastrutture. Queste ultime, infatti, sono spesso situate in aree geografiche remote e non facilmente raggiungibili.

droni

Maintenance fornirà alle compagnie la possibilità di effettuare la manutenzione sfruttando soltanto gli occhi digitali dei droni, evitando così di mobilitare intere squadre di tecnici.

Un metodo simile rende Ennova già capace di fornire un supporto per la manutenzione alle future infrastrutture di rete 5G in Italia.

[amazon_link asins='B077MFPZTN,B077MB7HM7,B073FKY3FN,B07BXPX2TM,B01M629244,B072K4H4H3,B01N4L5M30' template='ProductCarousel' store='gamspri02-21' marketplace='IT' link_id='0ca495eb-7ea0-11e8-89ee-b397607697ae']

Come funziona il progetto di Ennova

L'azienda torinese andrà a sfruttare una serie di droni professionali da circa 300 grammi che, abilitati al volo senza richiedere permessi ENAV, sono in grado di inviare in streaming immagini ad altissima definizione (fino a 4K).

Una volta raccolte le informazioni, ogni drone potrà inviarle direttamente all'apposita piattaforma sviluppata da Ennova. L'azienda andrà poi a sfruttarle per compilare una scheda intervento con tanto di fotogrammetria 2D e video dei punti di interesse, così da poter poi generare la richiesta di intervento effettiva.

droni

Sandro Pompei, Direttore Operation di Ennova Services, parlando delle difficoltà spesso presenti nel raggiungimento delle zone più remote per effettuare manutenzioni, ha affermato: “Grazie all’utilizzo dei droni siamo in grado di raggiungere questi luoghi senza mettere a rischio la sicurezza dei nostri tecnici effettuando la manutenzione da remoto”.

Cosa pensate del progetto sviluppato da Ennova e be-link ideato per rendere la manutenzione delle reti di telecomunicazione più agevole?

 


Maria Elena Sirio

Videogiocatrice dall'infanzia, innamorata del fantasy e dell'avventura (ma, soprattutto, di Nathan Drake), con una passione per il disegno, il cinema e le serie tv, che tenta di conciliare tutti questi interessi con la facoltà di Biotecnologie.