!function(f,b,e,v,n,t,s){if(f.fbq)return;n=f.fbq=function(){n.callMethod? n.callMethod.apply(n,arguments):n.queue.push(arguments)};if(!f._fbq)f._fbq=n; n.push=n;n.loaded=!0;n.version='2.0';n.queue=[];t=b.createElement(e);t.async=!0; t.src=v;s=b.getElementsByTagName(e)[0];s.parentNode.insertBefore(t,s)}(window, document,'script','https://connect.facebook.net/en_US/fbevents.js');
farmi portare cibo a casa food delivery fattorino

Come faccio a farmi portare il cibo a casa durante la quarantena?


Mentre in Italia si prosegue con le misure contro il contagio da COVID-19 (o Coronavirus), in molti si chiedono come gestire la situazione dal punto di vista alimentare. La prima regola da seguire è non farsi prendere dal panico. Abbiamo ancora fresche le scene di assalto ai supermercati, ma si tratta di comportamenti assolutamente da evitare, sia per ragioni di sicurezza, sia perché non sono assolutamente necessari. I negozi di alimentari sono infatti aperti e i rifornimenti proseguiranno per cui non serve preoccuparsi. In più è ancora possibile farsi portare il cibo a casa e anche molto più sicuro.

Il cibo a casa arriva con il food delivery

farmi portare cibo a casa food delivery just eatPartiamo dalla parte più semplice: il cosiddetto food delivery. In Italia ci sono infatti diversi servizi che già da tempo consegnano a casa (o in ufficio) pasti pronti, dalla più classica pizza alla pasta, agli hamburger, alla cucina etnica e chi più ne ha, più ne metta. Questi continueranno a operare anche nella situazione attuale, senza introdurre limitazioni alle consegne, ma solo piccole modifiche nelle modalità di consegna.

Just Eat, Uber Eats, Deliveroo e tantissime altre piattaforme sono attive e disponibili a portarvi a casa il cibo che desiderate. Non si interrompe neanche Glovo, che peraltro offre anche la possibilità di consegnare a domicilio prodotti extra che potrebbero servirvi, a partire dai farmaci da banco. Il tutto senza lasciare la propria casa e rimanendo più protetti. Ci sono anche tante attività locali che si sono organizzate per proseguire con il servizio a domicilio. Se avete una pizzeria (o un altro ristorante) di fiducia, provate a chiamarli comunque per sapere se proseguono con l’attività e sosteneteli in questo momento difficile.

In ogni caso, come dicevamo, ci sono alcune modifiche al servizio. Vista la situazione infatti le compagnie hanno dovuto integrare accorgimenti per ridurre i rischi legati alla consegna. 

Le consegne infatti avvengono in modalità contactless. Il domiciliere non lascerà quindi il cibo nelle vostre mani, ma lo depositerà fuori dalla porta. Successivamente si allontanerà e sarà possibile ritirare l’ordine. “Ma come faccio a pagarlo?” vi chiederete. La risposta è semplice: i pagamenti avvengono solamente online, tramite carta o altri servizi. Non è quindi più abilitata la possibilità di pagare in contanti.

Non c’è bisogno di approfittare dei supermercati aperti

farmi portare cibo a casa food delivery supermercato spesa domicilioE ora pensiamo un pochino più a lungo termine, parlando dei supermarket. Come vi abbiamo ricordato, saranno ancora aperti e pieni durante tutto il periodo di quarantena, per cui non c’è da preoccuparsi. Tuttavia, dato che ce n’è la possibilità, è sempre meglio sfruttare la consegna a domicilio anche in questo caso. Questa è una scelta necessaria per chi è già affetto dal virus o ne mostra i sintomi, ma è utile a chiunque, riducendo le possibilità di contagio.

Virtualmente tutte le catene principali, grandi e piccole, offrono la possibilità di farsi portare a casa il cibo e in generale la spesa. Oltre a queste, ci sono servizi come Amazon Prime Now o Supermercato24 che offrono servizi simili senza limitazioni. Anche in questo caso, è possibile che il vostro negozio vicino a casa si sia attrezzato in queste ore per la consegna a domicilio (o magari già lo faceva). Sentite anche loro per fornirgli il vostro supporto.

Per le persone più anziane, per cui può essere più difficile muoversi o che comunque sono più esposte ai rischi del virus, sono inoltre spesso disponibili agevolazioni. Catene come Esselunga, Carrefour e molte altre hanno infatti ridotto o eliminato i costi di consegna per questi soggetti. Se rientrate nella categoria (generalmente si tratta di offerte riservate agli over 65) controllate prima di fare l’ordine, così potrete risparmiare qualche soldino.

Anche in questo caso la consegna avviene in maniera completamente contactless. Il fattorino vi porterà la spesa fino alla porta di casa (o nella zona che preferite) per poi allontanarsi. Il pagamento va effettuato solo con carta, per evitare contatti, soprattutto con banconote e monete, ricettacolo di tantissimi batteri.

Insomma, anche se i supermercati sono aperti, avete tantissime possibilità per farvi arrivare il cibo direttamente a casa. Una scelta che è più comoda, ma soprattutto più sicura. Restate a casa, è davvero importante.

Barilla Sugo al Pomodoro e Basilico Salsa Pronta, Senza...
  • Marca Barilla
  • Sugo con Pomodoro e Basilico senza Conservanti
  • Confezione da 400 grammi
De Cecco Penne a Candela, Pasta di Semola di Grano Duro -...
  • Pasta di semola di Grano Duro
  • Lavorazione tradizionale secondo la ricetta di oltre 125 anni
  • Metodo De Cecco
Zymil Latte Speciale Parzialmente Scremato senza Lattosio -...
  • Latte parzialmente scremato uht, a lunga conservazione, senza lattosio
  • Tutta la bontà del latte, ma senza lattosio
  • Con Zymil puoi goderti tutta la bontà del latte ma senza sentirti appesantito.

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link