fbpx

Che ci piaccia o meno, questa è l'era dei dispositivi wearable. Sempre più case di produzione si fanno guerra a colpi di braccialetti, cavigliere, contapassi tascabili e smartwatch, immettendo ogni giorno sul mercato un dispositivo che offra qualcosa in più rispetto ai concorrenti.

Tra le aziende produttrici di gadget dedicati alla salute e al benessere c'è Fitbit. L'azienda americana, famosa soprattutto per i suoi contapassi – Zip, One, e gli indossabili Flex e Force -, ha presentato due nuovi braccialetti e uno smartwatch, inserendosi per la prima volta nel settore degli orologi intelligenti.

LEGGI ANCHE: Fitbit Flex, un motivatore al tuo polso

Fitbit Charge è la naturale evoluzione degli smart tracker da polso finora prodotti da Fitbit. Come i suoi predecessori, è in grado di tenere traccia dei passi, della distanza, dei minuti attivi, delle calorie bruciate e della qualità del sonno del suo possessore; riprende inoltre l'altimetro, che gli permette di tener conto anche dei piani saliti e di discernere passi compiuti su scale e su strada. La novità del device sta nella possibilità di collegarlo al proprio smartphone per ricevere sul braccialetto la notifica di chiamata, permettendo di conoscere immediatamente l'identità del futuro interlocutore, mostrata sul piccolo display OLED del tracker. Il prezzo si aggirerà intorno ai 129 dollari.

Se sei interessato a questo prodotto e vuoi sostenerci acquista qui

https://youtube.com/watch?v=iVdsBo1GDN4

Simile a Charge è Fitbit Charge HR, che oltre all'avviso di chiamata introduce una feature che chi fa sport amerà molto: HR sta infatti per Heart Rate, dunque il braccialetto fornirà informazioni sul proprio battito cardiaco. Per questa versione "plus" dell'activity tracker il prezzo sarà di 149 dollari.

La vera novità della lineup di Fitbit è però Surge, primo smartwatch della casa statunitense. Il design è molto simile a quello dei nuovi braccialetti Charge e Charge HR, con un display ovviamente più grande e un cinturino dalla chiusura più simile ad un orologio tradizionale. Si tratta di uno smartwatch quanto più completo, dato che si collega con lo smartphone per sincronizzare chiamate, messaggi, musica e note, senza però dimenticare il lato sportivo: Surge è infatti equipaggiato con la stessa tecnologia di Fitbit Charge HR, e aggiunge un rilevatore GPS che permette di tracciare il proprio percorso durante l'attività fisica e non solo.

Natale e l'anno nuovo non sono troppo lontani: l'accoppiata tra regalo e buoni propositi vi spingerà nella direzione di Fitbit?


Condividi la tua reazione

Rabbia Rabbia
0
Rabbia
Confusione Confusione
0
Confusione
Felicità Felicità
0
Felicità
Amore Amore
0
Amore
Paura Paura
0
Paura
Tristezza Tristezza
0
Tristezza
Wow Wow
0
Wow
WTF WTF
0
WTF
Martina Ghiringhelli

author-publish-post-icon
Studentessa di Linguaggi dei Media con la passione per le notizie strane (e spesso inutili). Gamer da sempre, ricorda lunghe sessioni di Tetris alla tenera età di sei anni. Ama ciecamente tutto ciò che è geek o viene dal Giappone e legge qualsiasi cosa, dalle etichette dello shampoo a Game of Thrones.