News

Fiware Accelerator destina 80 milioni di euro alle imprese

La Commissione Europea (CE) ha recentemente lanciato il programma FIWARE Accelerator, destinando 80 milioni di euro al finanziamento di imprese che svilupperanno progetti basati su tecnologie FIWARE, un'infrastruttura aperta che viene utilizzata direttamente dal Cloud per creare e lanciare in modo redditizio applicazioni e servizi.

La serie di stanziamenti verrà destinata a più di 1.000 aziende interessate a sviluppare applicazioni innovative attraverso bandi pubblici. I finanziamenti vanno da un minimo di 50.000 ad un massimo di 150.000 euro per ognuna delle piccole e medie imprese selezionate. “Il nostro obiettivo è quello di avere almeno 300 startup di successo al termine del programma”, ha spiegato Mario Campolargo, direttore di "Net Futures", fermamente convinto che investire nel progetto sia il modo migliore per combattere l'attuale crisi economica.

La CE prevede una crescita di 28.000 milioni di euro del PIL europeo in un periodo di sei anni. L’obiettivo del programma è quello di promuovere 1.300 startup e piccole e medie imprese. “La maggiore aspirazione di questo programma è proprio quella di costruire una base solida e di successo per l’acceleratore europeo, di investire nelle abilità imprenditoriali dei giovani europei”.

Al fine di sviluppare questo ambizioso programma sono stati selezionati 16 acceleratori, importanti entità che avranno il compito di distribuire il capitale finanziario a piccole e medie imprese, imprenditori e startup, oltre ad offrire aiuto e supporto necessari durante le fasi di sviluppo dei vari progetti. L’altro punto di forza del programma è la sua internazionalizzazione: i partecipanti potranno lavorare in ambienti internazionali lanciando le loro attività globalmente.

Per partecipare al programma i candidati dovranno presentare i loro progetti all'acceleratore più adatto alla propria attività focalizzandosi su vari settori dell’economia digitale: Smart Cities, eHealth, trasporti, energia e medio ambiente, Agrifood, Media & Content, Manufacturing & Logistics e Social & Learning.

Questo è un fantastico esempio di fusione delle risorse dei settori pubblici e di quelli privati – conclude Ilkka Lakaniemi, presidente del programma Future Internet PPP – Occorre prendere il meglio da entrambi i mondi, la realizzazione del “fast business deriva dall’industria e dalla forza integrata della Commissione Europea”.

In attesa di nuovi sviluppi relativi a questo interessante programma vi consigliamo di visitare il sito FIWARE dove troverete tutte le informazioni per partecipare all'iniziativa.

Tags
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker