fbpx
MotoriRecensioni

La prova in pista di Ford Puma ST: sotto il vestito da crossover ci sono 200 CV e tante emozioni

Ford Puma ST 2021: prezzo, caratteristiche e prestazioni del primo Crossover sportivo dell’Ovale

Abbiamo avuto la fortuna di provare in pista Ford Puma ST 2021. Prezzo, caratteristiche e prestazioni verranno dopo in questa prima prova di contatto in pista. La prima cosa che dovete sapere è che sotto il vestito da Crossover c’è una sportiva capace di emozionare anche un appassionato “duro e puro”. Il tutto senza rinunciare a praticità e spazio, e ad un prezzo in promozione di 30.300 euro. Scopriamo allora com’è andato il nostro primo contatto sulla Pista ACI di Lainate, vicino Milano.

Ford Puma ST 2021: le caratteristiche sono le stesse della “tranquilla”

Prima di raccontarvi di Ford Puma ST prezzo, caratteristiche e prestazioni di questo “Hot Crossover” vediamo dove cambia rispetto alla normale Puma. A livello estetico, le differenze non sono enormi.

L’estetica sportiva e dinamica di Ford Puma è rimasta intatta. Spiccano la imponente presa d’aria frontale, i grandi fari d’ispirazione Ford GT e il posteriore stretto e acquattato. Tutto però diventa più estremo ed evocativo. Davanti troviamo una griglia in nero lucido con in bella vista il logo “ST” in rosso in basso a destra.

Ford Puma ST 2021 frontale

Spiccano poi i fari full LED e soprattutto lo splitter anteriore in plastica grezza con inciso il logo Ford Performance, un dettaglio molto racing e che fa capire subito chi ha lavorato a quest’auto. Lateralmente poi si fanno notare i paraurti e le minigonne in tinta carrozzeria e i grandi cerchi da 19” specifici per Puma ST, che lasciano intravedere i freni maggiorati.

Ford Puma ST 2021 posteriore

Al posteriore poi l’occhio cade sullo spoiler sopra il lunotto e sul doppio scarico, rigorosamente vero, poco sotto al logo ST di generose dimensioni. A livello estetico quindi Ford Performance è riuscita ad incattivire una macchina già aggressiva come Ford Puma con dettagli sottili e che un appassionato nota immediatamente. Che vogliamo dire poi del colore di lancio di Ford Puma ST, questo verde acido denominato “Mean Green”, Verde Cattivo? Un colore che ovviamente non è per tutti, e che richiede una bella dose di personalità e rende Puma ST 2021 riconoscibile anche a km di distanza. Tranquilli comunque: ci sono anche altri 5 colori disponibili tra cui l’elegante nero metallizzato e il grigio Grey Matter che vedete in alcune immagini.

Gli interni di Ford Puma ST: sedili Recaro e tanto spazio

Se all’interno i cambiamenti rispetto ad una normale Puma sono abbastanza evidenti ad un occhio esperto, all’interno Ford Puma ST 2021 gioca la carta dell’understatement, del basso profilo. Ci sono infatti pochi dettagli che differiscono rispetto alla “normale” Puma, cominciando dagli splendidi sedili Recaro. Marchio di fabbrica di ogni Ford Performance che si rispetti, i sedili dello specialista tedesco sono realizzati in misto pelle, tessuto ed Alcantara e non sono mai troppo stretti.

Ford Puma St interni

Anche per un driver di 190 cm per 100 kg di peso il contenimento è ottimo tra le curve e mai troppo “soffocante”. C’è poi il volante ST in pelle con cuciture rosse, il volante dedicato ST ripreso direttamente dalla “sorellina” Fiesta, le finiture in simil-fibra di carbonio e… poco altro.

Ford Puma ST infatti non rinuncia a nessuna delle qualità della versione “tranquilla”. Abbiamo quindi un abitacolo spazioso davanti e un po’ meno dietro, con il “party piece” nel bagagliaio. Il vano di carico di Ford Puma ST rimane infatti invariato a 456 litri di capacità, con in più gli 80 litri aggiuntivi della MegaBox.

Ford Puma St 2021 megabox

Questa è una vera e propria “scatola” realizzata dove tradizionalmente trova posto la ruota di scorta, sotto il piano di carico. Questo spazio oltre ad essere enorme è anche impermeabile e lavabile, dotato addirittura di un foro per permetterne il lavaggio. Una vera e propria furbata che rende Puma uno dei modelli più versatili sotto i 4 metri e 30.

Parlando di dimensioni, quelle di Ford Puma ST sono cambiate pochissimo rispetto alla Puma standard. Abbiamo infatti una lunghezza di 4,23 metri, 5 cm in più della “normale” Puma dovuti ai paraurti maggiorati, una larghezza di 181 cm decisamente interessante. Dove però colpisce è nell’altezza di 153 cm, soli 6 cm più alta di Fiesta ST e 3 cm più alta di Fiesta Active, la versione della utilitaria Ford “Suvvizzata”.

Cosa rende “ST” un crossover come Puma?

Un’altezza così risicata rende subito l’idea di come Puma in realtà sia un crossover principalmente per lo spazio interno e per la linea generale. Le masse e l’altezza da terra infatti sono quasi da compatta, e questo è un grosso sospiro di sollievo per tutti gli appassionati che pensavano di trovarsi di fronte ad un compromesso.

La domanda che tutti si porranno leggendo questo articolo è sicuramente: perché? Perché Ford ha deciso di realizzare un Crossover sportivo, inaugurando per prima il settore degli “Hot Crossover”? L’abbiamo chiesto agli uomini Ford, e la risposta è stata tanto semplice quanto interessante.

Ford Puma ST in pista

Puma è infatti il modello della Casa di Dearborn che ha ottenuto il maggior successo negli ultimi anni. Parliamo della prima auto in grado di battere in numero di esemplari venduti Fiesta dal lancio di quest’ultima nel 1976. Un modello bello da vedere, che piace a tanti e che ha grandi caratteristiche di praticità e spazio. In Ford però sono degli appassionati veri, come dimostra l’impegno nei rally e la storia di tante “Fast Ford” memorabili negli ultimi anni, tra cui Fiesta e Focus ST.

Per questi motivi, la divisione Performance ha visto in Puma un gran potenziale, dato da un ottimo telaio di derivazione Fiesta e da una guida divertente già sulle versioni tradizionali. Per Ford poi c’è ancora una fetta di mercato ampia per questo genere di auto. Sportive che però non portano a compromessi, capaci di unire praticità, vita di tutti i giorni ed emozioni.

Ford Puma ST 2021 sedili

Il Mantra in Ford Performance è stato proprio questo, come spiegano perfettamente le parole di Stefan Müzinger, Manager di Ford Performance Europe. “L’obiettivo per Ford Puma St è quello di essere divertente e competente quanto ogni altro modello ST, ma senza sacrificare nessuna delle qualità di Puma in termini di praticità e vita a bordo”. Scopriamo allora cosa ha fatto sottopelle Ford Performance per rendere Ford Puma ST un vero e proprio Hot Crossover.

Il motore di Ford Puma ST: 1.5 Ecoboost di Fiesta memoria

Partiamo dal motore, una vecchia conoscenza di tutti gli appassionati di compatte sportive. Si tratta infatti dell’ormai iconico 1.5 Ecoboost turbobenzina a 3 cilindri che già abbiamo visto su Fiesta ST. Qui il piccolo-grande 3 cilindri ha gli stessi 200 CV di Fiesta ST, disponibili a 6.000 giri.

Ford Puma ST motore

Rispetto alla “sorellina” però qui abbiamo un po’ di spinta in più: la coppia infatti passa da 290 a 320 Nm. Un incremento di 30 Nm che cerca di compensare l’aggravio di peso dovuto ai 20 cm in più di carrozzeria. La coppia è disponibile tra i 2.500 e i 3.500 giri in maniera costante, dando vita ad un motore molto pieno in basso e che fino a 6.000 giri da grandi soddisfazioni.

Il cambio poi è il classico manuale a 6 marce ripreso direttamente da Fiesta ST, e le prestazioni sono a dir poco notevoli nonostante i cerchi da 19 pollici (che a livello di accelerazione hanno un assorbimento maggiore, quindi penalizzano le partenze da fermo).

L’accelerazione 0-100 km/h è coperta in soli 6,7 secondi, solo due decimi peggio di Fiesta, mentre la velocità massima è fissata a 220 km/h, 12 km/h meno della sorellina.

Ford Puma ST 2021 comandi al volante

Il motore ha gli stessi accorgimenti tecnici visti su Fiesta ST: condotto di aspirazione dedicato e sistema di scarico “free flowing” con una valvola attiva che si apre in modalità Sport e Circuito per garantire il massimo del Sound, nonché il Launch Control per le partenze. Come su Focus e Fiesta  ST poi anche Puma ST ha i tasti per cambiare le mappature direttamente sul volante, per non perdere neanche un briciolo di concentrazione.

A proposito di mappature, Ford Puma ST è la prima Ford Performance dotata di modalità Eco per massimizzare l’efficienza e i consumi. Un segnale che denota la voglia della Casa dell’Ovale Blu di creare una sportiva completa e pratica anche nella vita di tutti i giorni. In supporto a questo, anche su Ford Puma ST c’è il sistema di disattivazione dei cilindri, che quando si chiede poco al motore disattiva un cilindro dei 3 per abbattere consumi ed emissioni.

Ford Puma ST 2021, assetto e telaio: rigida ma non troppo, con grandi barre anti-rollio

Come tutti gli appassionati sapranno però il bello delle “Fast Ford” non è tanto il livello di prestazioni pure. Tutte le sportive dell’Ovale hanno come pezzo forte il divertimento e il coinvolgimento di guida. Per questo, in Ford Performance hanno dato grande importanza al telaio e alla taratura delle sospensioni. Il telaio e le sospensioni sono di derivazione Fiesta, con sospensioni anteriori McPherson e posteriore a ruote interconnesse.

Ford Puma ST 2021 campagna inglese

Le sospensioni sono state ovviamente maggiorate con molle dedicate, ammortizzatori bitubo e una taratura chiaramente rigida. Su Puma ST però non si ha mai la sensazione di un’auto troppo rigida, anzi. Rispetto agli altri prodotti ST, Puma è leggermente più morbida, con un po’ più di rollio e beccheggio nelle fasi concitate di guida. Un comportamento che le permette di essere affilata e divertente ma di comportarsi bene anche nella vita di tutti i giorni.

Ford Puma ST 2021 freni

Insieme a questo dettaglio, sul già ottimo telaio di partenza di Puma, Ford ha equipaggiato la versione ST con una barra antirollio anteriore maggiorata a 28 mm e con una posteriore da ben 24 mm, che limita molto i movimenti del telaio in curva.

A livello dinamico poi sono da segnalare uno sterzo che ha una precisione migliorata del 25% rispetto al già ottimo sterzo di Puma standard, e dei freni anteriori maggiorati da 325 con pinza flottante.

Le modifiche dinamiche: Differenziale Autobloccante meccanico Quaife e Torque Vectoring

Poche volte vi consigliamo degli optional secondo noi obbligatori, ma questa è una di quelle rare occasioni. Tra portellone elettrico posteriore e pacchetto invernale, Ford Puma ST offre il Performance Pack da 1000 euro. Con questo esborso avrete accesso a tutto il potenziale di Ford Puma ST. Compreso nel pacchetto infatti c’è il Launch Control di cui vi abbiamo accennato sopra, ma soprattutto l’eccellente differenziale autobloccante meccanico Quaife.

Ford Puma St 2021 pista bagnata

Questo dispositivo è un vero valore aggiunto, sempre più raro nelle automobili nuove. In breve, questo differenziale si occupa di ripartire la potenza tra le ruote in maniera molto più efficace rispetto ad un classico differenziale aperto. L’LSD (questo il suo nome in inglese, Limited Slip Differential) è in grado di ripartire meccanicamente la potenza sulla ruota con maggiore aderenza in curva. Questo significa che il sottosterzo e le sgradevoli sgommate “ad una ruota” che si trovano sulle auto a trazione anteriore senza LSD sono un lontano ricordo.

Il differenziale Quaife è in grado sostanzialmente di ridurre quasi a zero il sottosterzo, “tirando” dentro la curva l’auto in percorrenza e garantendo una aderenza ottimale. Insieme a lui c’è anche il sistema di Torque Vectoring, che ha un fine analogo a quello dell’LSD. Questo sistema elettronico utilizza i freni per rallentare la ruota interna alla curva e quindi per massimizzare la precisione e l’inserimento in curva, limitando ancora di più il sottosterzo.

Questi sistemi saranno in grado di regalare a Ford Puma ST la guida che merita? Scopriamolo insieme in circuito.

Ford Puma ST in pista: la prova di handling

Arrivati al circuito “La Pista” di Lainate, a due passi dal centro commerciale Il Centro di Arese, abbiamo trovato una schiera di Ford Puma ST che ci attendevano, e due attività principali per saggiarne le capacità. Per prima cosa, avevamo da affrontare uno slalom stretto per verificare agilità nel misto stretto e prontezza di sterzo, sospensioni e motore.

In questo breve esercizio, abbiamo visto tre caratteristiche fondamentali di Ford Puma ST. La prima è la posizione di guida: era forse l’aspetto che più ci preoccupava, vista la sua natura da SUV. In realtà, i 6 cm in più di altezza rispetto ad una Fiesta non si fanno assolutamente sentire, e la posizione di guida è perfetta.

Distesa, mai troppo eretta o sdraiata, Ford Puma ST solo nei primi secondi sembra “alta” e poco naturale. Ma ragionandoci un attimo, ci sono compatte sportive non crossover (come una famosa italiana…) che hanno una posizione di guida decisamente più alta… Qui regolando l’altezza al minimo sentiamo tutte le reazioni dell’auto distintamente, senza filtri. Ed è proprio quello che serve in un esercizio di guida complesso come lo slalom. Riuscire a sentire cosa fa l’auto attraverso sterzo, sospensioni e telaio è fondamentale per poter eseguire veloci svolte in pochi secondi.

Ford Puma ST Slalom

Ed è infatti lo sterzo la seconda qualità fondamentale di Puma ST che si fa notare fin dai primi metri. È uno sterzo molto pesante e “di sostanza”, forse troppo per alcuni in manovra e a basse velocità, ed è diretto, molto diretto, forse troppo diretto nella guida tranquilla. Quando si comincia a guidare davvero, però, questo sterzo prende vita. Il 25% di risposta in più del già pronto sterzo di Puma garantisce un cambio di direzione quasi impensabile per un’auto di questo segmento.

Ford Puma ST 2021 slalom verde

La terza caratteristica fondamentale è visibile fin dal primo giro esplicativo dei ragazzi della Ford Driving Academy. Al primo cono superato, Puma ST si esibisce alzando di un paio di centimetri da terra la ruota posteriore interna alla curva. Una caratteristica che accomuna tutte le auto sportive con sospensioni posteriori a ruote interconnesse con un telaio rigido e comunicativo. La rigidezza del telaio unito alla barra antirollio di generose dimensioni riduce talmente tanto l’imbarcata che la ruota interna si stacca da terra, regalando uno spettacolo che sa di Renault Clio Williams, di Peugeot 205 GTI, o più precisamente di Ford Fiesta ST.

Ford Puma ST 2021 riesce a girare tra i birilli con una agilità da vera Hot Hatch, senza incertezze o ritardi. Un minimo di sottosterzo e di inerzia tra le curve è presente, ma è causato dalle gomme invernali Michelin Alpin 5 con cui erano equipaggiate le Puma ST in prova.

Al momento dell’inversione poi l’aiuto del differenziale autobloccante meccanico è fondamentale per consentire una motricità ed una velocità in uscita dal tornante eccezionale.

Ford Puma ST in pista: 15 giri col coltello fra i denti

Dove però Ford Puma ST 2021 ha totalmente tolto ogni dubbio sulla sua natura di sportiva è in pista. Abbiamo fatto circa 15 giri del “pistino” di Lainate, in maniera molto progressiva. Siamo partiti in modalità Eco, per conoscere tracciato e auto, per poi “scalare” tutte le modalità di guida fino a Circuito.

In Eco, Ford Puma ST è docile e tranquilla, pur avendo una coppia ai bassi regimi già impressionante per un motore benzina. Ci si trova a percorrere le curve con una o addirittura due marce in più del normale, sfruttando la coppia del 1.5. Passando in Normal, poi, si comincia a vedere il carattere dell’auto, con il passo che aumenta ancora.

Ford Puma ST 2021 grigia in curva

In Sport, l’auto cambia faccia. Lo scarico apre la valvola per “cantare” di più, e le casse riproducono amplificato il suono campionato del 1.5. Non siamo grandi fan di questa soluzione, ma qui il sound anche se “drogato” non è mai artificiale: molto bene. Anche perchè a causa dell’omologazione Euro 6D il sound arriva quasi tutto dal motore, mentre lo scarico si esibisce in rilascio in numerosi scoppiettii molto goduriosi.

In Sport poi il sistema di Torque Vectoring comincia a dare le prime gioie, riuscendo a far sembrare quasi sui binari questo piccolo crossover. Da questo momento però smetteremo di utilizzare la parola crossover, poichè Ford Puma ST si trasforma, e diventa una vera Hot Hatch. Lo sterzo diventa più preciso e duro, risultando quasi chirurgico. Il differenziale autobloccante meccanico permette di esagerare col gas in entrata, percorrenza ed uscita di curva. Anche accelerando senza il minimo ritegno Puma ST scarica a terra tutti i suoi 200 CV senza incertezze, e garantisce uscite di curva fulminee.

Ford Puma ST 2021 ruota alzata

Alzando ancora di più il ritmo si comincia a sentire la ruota interna che si alza e il posteriore che si alleggerisce, senza mai essere pericoloso. Il sovrasterzo è prevedibile e facile da controllare, tanto che è possibile chiudere le traiettorie con il semplice tiro-rilascio del gas. I freni poi non sono eccessivamente potenti, ma permettono ottimi spazi di frenata e sbilanciano il posteriore quel tanto che basta per indirizzare meglio il muso in entrata di curva.

Scopriamo poi come la pedaliera sia ben spaziata e ottima per il punta-tacco, anche con un driver con il 47 e ½ di piede. Ma il bello deve ancora venire. Mettendo in modalità Circuito infatti, che disabilita parzialmente il controllo di stabilità, Puma ST diventa una vera e propria sportiva.

Il differenziale autobloccante permette di utilizzare il gas con ancora più cattiveria, mantenendo la traiettoria desiderata e sparandosi fuori velocissima verso la curva successiva. Il Torque Vectoring allo stesso momento ferma sul nascere eventuali fenomeni di sottosterzo, limitando al minimo l’handicap fornito dalle gomme invernali. Il motore poi è cattivissimo ai bassi, consentendo davvero di raggiungere velocità importanti in pochissimo tempo. Peccato che una volta superati i medi regimi senta un po’ di peso aggiuntivo rispetto alla Fiesta, e non convenga spingersi oltre i 6.000 giri.

Ford Puma ST nera in curva

Puma ST non è agile e affilata come la sorella Fiesta. Puma è un po’ più morbida, un po’ meno chirurgica e più adatta alla vita di tutti i giorni. Col coltello tra i denti però diventa più giocherellona, meno precisa, e per questo ugualmente divertente. È velocissima e competente se guidate pulito, ma togliendo gas in curva vi sorprenderà con un posteriore davvero ballerino e vivo sotto di voi. Chi ha detto che serve una trazione posteriore per sovrasterzare? Torniamo al box con un sorriso a 32 denti: se vi stavate chiedendo se un SUV potesse essere divertente, Puma ha la risposta per voi. Si.

Prezzo di Ford Puma ST e considerazioni finali

In questa prova su strada, anzi, su pista, Ford Puma ST 2021 ci ha davvero stupiti. La sua estetica da crossover compatto, seppur di successo, ci ha fatto pensare di essere di fronte ad una sportiva “compromesso”, bella da vedere ma che non scalda il cuore. In realtà, Ford Puma ST è l’ennesimo gran lavoro dei tecnici Ford Performance. Nonostante sia più morbida e meno affilata ed estrema della sorella Fiesta ST, il “felino” sportivo riesce a portare su una vettura più pratica, spaziosa e versatile tutte le caratteristiche peculiari di una Ford Performance.

Motore instancabile, sterzo precisissimo, telaio da vera Fast Ford ed una taratura più morbida e turistica che però risulta vincente, diventando ancora più divertente e giocherellona in pista. Ford Puma ST 2021 sorprende: siamo di fronte al più classico esempio di “Non giudicare un libro dalla copertina”. Da fuori può sembrare la caricatura di un’auto sportiva, ma alla guida non le manca nulla. Neanche il prezzo: si parte da 33.000 euro tondi tondi per una Ford Puma ST, a cui vanno aggiunti i 1.000 euro del Pack Performance, optional obbligatorio. Un prezzo di circa 2.500 euro superiore a quello di Fiesta a parità di allestimento, e che viene abbassato dall’offerta di lancio che la pone a 31.600 euro, Pack Performance incluso.

Per questa cifra vi portate a casa un’auto pratica, comoda quando serve ma incredibilmente divertente da guidare, perfetta per chi cerca una prima auto di famiglia che metta d’accordo tutti ma che sappia ancora far venire un sorriso quando la si guida. Noi non vediamo l’ora di passare qualche giorno in sua compagnia: di verificare i consumi, indecifrabili in questo contesto estremo, vedere come si comporta vita di tutti i giorni e, ultimo ma non  ultimo, il grado di ampiezza del nostro sorriso. In attesa di questo, se siete alla ricerca di una prima auto sportiva, non giudicate Ford Puma ST 2021 prima di guidarla. Potrebbe sorprendervi come ha sorpreso noi.

Sparco S0033173L, Bianco, L
  • Rivestimento in materiale resistente al calore
  • Interno estraibile e lavabile
  • Non omologato per eventi FIA
LFOTPP Ford Fiesta ST 8 Pollici Navigazione Pellicola...
  • Auto Originale Dedicata: Speciale progettata per il 2017 2018 2019 202 Ford Fiesta ST Sync 3 Sat Nav Touchscreen.
  • Durezza 9H: infrangibile, antigraffio, che riduce le ferite non necessarie, come un coltello, una chiave e altri oggetti...
  • Anti-impronta digitale - Il rivestimento oleorepellente protegge dal sudore e dalle impronte digitali. E facile da...

Ami le macchine sportive? Ecco qualche articolo che ti piacerà!

Giulio Verdiraimo

Ho 22 anni, studio Ingegneria e sono malato di auto. Di ogni tipo, forma, dimensione. Basta che abbia quattro ruote e riesce ad emozionarmi, meglio se analogiche! Al contempo, amo molto la tecnologia, la musica rock e i viaggi, soprattutto culinari!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button