CulturaNews

Gravity: tra realtà e finzione

TechPrincess_GravityGli studenti di ingegneria aerospaziale, parecchi rappresentati della stampa e… Luca Parmitano, il primo astronauta italiano ad aver compiuto una passeggiata nello spazio, appena tornato sulla terra dopo sei mesi in missione a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS). Questi sono stati i protagonisti e gli spettatori della presentazione del DVD e del Blu-ray di Gravity, film di Alfonso Cuaròn, che finalmente ha visto l'uscita della sua versione digitale, presentata da Warner Bros. in una location quanto mai insolita: l'Università La Sapienza di Roma.

Durante l'evento sono stai presentati i contenuti speciali del DVD e del Blu-ray uscito il 26 Febbraio e gli studenti presenti hanno potuto assistere a una lezione particolare di ingegneria aerospaziale, nella quale sono stati messi a confronto momenti del film con momenti realmente vissuti dall'astronauta durante la sua missione.

TechPrincess_Gravity_eventoLuca Parmitano ha scherzato su molti aspetti della pellicola, in particolar modo sulle tempistiche di preparazione degli astronauti prima di uscire nello spazio, definendosi un po' impedito visto che Sandra Bullock nella pellicola, vincitrice per altro di 7 premi Oscar, impiega trenta secondi, invece lui nella realtà più di venti minuti.

L'astronauta ha anche avuto modo di mostrare alcune sue foto della missione, dichiarandosi dispiaciuto per le donne in sala visto che lui non ha il fascino di George Clooney, e di rispondere ad alcune di quelle domande sulla vita nello spazio che tutti noi ci siamo posti almeno una volta nella vita come "Ma cosa mangiano?", "Come vanno in bagno?" oppure "Cosa fanno tutto il giorno?". Ad averci colpito è stata la risposta al primo quesito: mentre alla NASA si discute e si lavora per portare le stampanti 3D per la produzione di cibo, Luca prima della partenza si è fatto preparare lasagne, melanzane alla parmigiana, risotto al pesto, risotto ai funghi e tiramisù da Davide Scabin, chef di Rivoli, per portare un po' di Italia nello spazio.

Alla domanda "Cosa fanno tutto il giorno?"invece Luca Parmitano ha spiegato come sulla Soyuz TMA-09M vengono svolti giornalmente esperimenti scientifici e medici; in particolar modo ha avuto la possibilità di raccontare agli studenti che, durante il periodo passato nello spazio, si è sottoposto a una dieta particolare per poter studiare e combattere l'osteoporosi, osservando il cambiamento della propria statura di qualche centimetro dovuto all'assenza di gravità.

Luca ha anche raccontato delle emozioni più grandi che ha provato è stata quella di poter fotografare la Sicilia, sua terra natia dallo spazio, sentendosi un po' più vicino a casa e alla sua famiglia, anche se, a dire il vero, quello sulla ISS non è proprio un totale isolamento dal mondo sottostante. Nello spazio infatti gli astronauti comunicavano tranquillamente con la Terra tramite i social network e chiamavano casa sfruttando un collegamento satellitare, in barba a ET. Scherzando con gli studenti ha chiesto che realizzino, per i futuri astronauti, delle tute un po' più comode di quelle da loro fornite dall'ESA (Agenzia Spaziale Europea), visto che risultano essere davvero molto ingombranti.

Infine ha spiegato il programma Green Air, costituito da due esperimenti: Diapasonche si basava sullo studio dell'aria e dell'inquinamento ambientale, e ICE, incentrato sui combustibili innovativi a basso impatto ambientale.

Warner Bros. Entertainment Italia, in collaborazione con L’Università La Sapienza di Roma, ha approfittato poi dell'evento per annunciare una borsa di studio da 1500 euro che premierà lo studente di ingegneria aerospaziale che presenterà la migliore proposta di studio sul tema della gravità. Gli studenti hanno tempo quindi fino al 24 Aprile 2014 per consegnare il progetto vincente. Inutile dirvi che l'opportunità suona decisamente interessante, soprattutto per coloro che intendono farsi conoscere in questo settore, magari trasformando le proprie idee e i propri sogni in realtà.

Luca Parmitano ha motivato gli universitari con queste parole: "Siate creativi e fantasiosi e pensate in grande. Voi siete il futuro dell’ingegneria aerospaziale, da voi dipende l’esplorazione spaziale dei prossimi anni."

TechPrincess_Luca_Parmitano_con_studenti2Per chi fosse interessato ad acquistare il film Gravity sappiate che è disponibile in tutti e tre i formati (DVD, Blu-ray e Blu-ray 3D) anche se a contenere le circa 3 ore di Contenuti Speciali, tra cui il documentario Collision Point: The Race to Clean Up Space, sono solo i BD.

Vi auguro quindi una buona visione del film, chissà che riguardarlo non ispiri gli studenti di ingegneria aerospaziale nascosti tra voi.

Tags

Rossana Barbati

Media designer appassionata di hi-tech e telefilm polizieschi. Geek da sempre, mi piace leggere e acquistare qualunque prodotto tecnologico, da quello più funzionale a quello più strano. Essendo una regista la creatività fa da padrona nella mia vita.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker