fbpx
CulturaNewsSpettacoli

Dal 6 agosto sarà necessario il Green Pass per andare al cinema

Con un comunicato stampa, il governo italiano ha ufficializzato importanti novità sul Green Pass, che disciplineranno gli spostamenti e gli eventi al chiuso e all’aperto nelle prossime settimane. A partire dal 6 agosto, sarà necessario il Green Pass per poter accedere a cinema, teatri, bar e ristoranti con consumo al tavolo al chiuso, spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportive, musei, piscine, palestre, centri benessere, sagre e fiere, convegni e congressi, centri termali, parchi tematici e di divertimento, sale da gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò e concorsi pubblici. Per ottenere la certificazione verde Covid-19 è necessario avere ricevuto almeno la prima dose vaccinale Sars-CoV-2, essere guariti dall’infezione al massimo da 6 mesi o effettuare un test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo, che avrà validità per 48 ore. Per informazioni dettagliate su come ottenere la documentazione del Green Pass, vi rimandiamo alla nostra guida.

Green Pass: le regole per cinema ed eventi al chiuso

Al contrario di quanto si vociferava nei giorni scorsi, i cinema e gli altri altri luoghi per eventi o spettacoli dovranno comunque rispettare le norme di distanziamento. Dalla medesima nota del governo si apprende infatti che:

In zona bianca e in zona gialla, gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, locali di intrattenimento e musica dal vivo e in altri locali o spazi anche all’aperto, sono svolti esclusivamente con posti a sedere preassegnati e a condizione che sia assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per gli spettatori che non siano abitualmente conviventi, sia per il personale, e l’accesso è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi Covid-19.

Per la zona bianca, la capienza consentita non può essere superiore al 50 per cento di quella massima autorizzata all’aperto e al 25 per cento al chiuso nel caso di eventi con un numero di spettatori superiore rispettivamente a 5.000 all’aperto e 2.500 al chiuso.

In zona gialla invece la capienza consentita non può essere superiore al 50 per cento di quella massima autorizzata e il numero massimo di spettatori non può comunque essere superiore a 2.500 per gli spettacoli all’aperto e a 1.000 per gli spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala. Queste le linee guida del Governo su verifiche e sanzioni:

I titolari o i gestori dei servizi e delle attività autorizzati previa esibizione del Green pass sono tenuti a verificare che l’accesso a questi servizi e attività avvenga nel rispetto delle prescrizioni. In caso di violazione può essere elevata una sanzione pecuniaria da 400 a 1000 euro sia a carico dell’esercente sia dell’utente. Qualora la violazione fosse ripetuta per tre volte in tre giorni diversi, l’esercizio potrebbe essere chiuso da 1 a 10 giorni.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button