News

I colori di Popkov: un’installazione interattiva per la mostra “Sogno e Realtà”

TechPrincess_PopkovPremiato nel 1966 a Parigi, spesso presente alla Biennale di Venezia, riconosciuto come uno dei più acclamati artisti russi, Viktor Popkov torna sulle scene con una grande mostra, la prima retrospettiva in Europa articolata in due prestigiose tappe: l’Università Ca’ Foscari Venezia, presso gli Spazi Espositivi del palazzo tardo gotico affacciato sul Canal Grande, e la Somerset House nel capoluogo britannico che ospiterà l’esposizione negli spazi della West Wing.

Dal 19 febbraio al 27 aprile, Ca' Foscari Esposizioni accoglie infatti la prima rassegna di respiro europeo sul breve percorso del pittore. La mostra, organizzata dal Centro museale-espositivo di Stato "ROSIZO", in collaborazione con la Galleria Tret'jakovskaja di Mosca, il Museo russo di Stato di San Pietroburgo e il Centro Studi sulle Arti della Russia di Ca' Foscari, intende proporre uno sguardo contemporaneo sull'opera del pittore.
L'esposizione sarà accompagnata ed arricchita, oltre che da documentari sulla vita del pittore e sulle fonti della sua produzione artistica, anche da originali supporti multimediali.

TechPrincess_PopkovTouchIl Laboratorio di Robotica Percettiva PERCRO dell'IstitutoTeCIP della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa ha sviluppato infatti, in collaborazione con l'associazione culturale Mnemosyne, un'installazione interattiva, integrata all'interno dello spazio museale stesso, che consentirà ai visitatori di interagire con i dipinti in maniera diretta.

L'applicazione, che prende il nome di "I colori di Popkov", consente di selezionare un colore da una tavolozza rappresentata su uno schermo touch screen sul quale vengono mostrati i dipinti dell'artista che presentano quel colore come dominante cromatica.
Una volta selezionato un dipinto, viene proiettato il dettaglio del quadro corrispondente al colore scelto, dopodiché lo spettatore è libero di interagire con il dipinto, muovendosi al suo interno, alla scoperta di dettagli difficilmente visibili ad occhio nudo, osservando così le opere da una prospettiva diversa da quella tradizionale.

 I colori di popkov multimedialità bimbi ,pstraL'installazione, che è stata ideata e realizzata dal gruppo del prof. Massimo Bergamasco comprendente i ricercatori Marcello Carrozzino, Chiara Evangelista, Marina Belli e Andrea Baroni, presenta così una nuova modalità di fruizione, che assicura ai visitatori un maggior coinvolgimento.

Tags

Marina Belli

Molti tatuaggi e una laurea magistrale in Informatica Umanistica. Dopo un anno e mezzo di dottorato di ricerca in Interazione e Ambienti Virtuali sono scappata a New York. Una volta tornata, ho iniziato ad occuparmi a tempo pieno di web e social media. Toglietemi tutto ma non i miei libri e il mio gatto.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker