fbpx
NewsTech

Il primo servizio giornalistico live 5G direttamente dalla Scala di Milano

Una primato tecnologico nato dalla collaborazione di Vodafone e Sky Italia

In occasione della Prima della Scala di Milano, Sky TG24 ha prodotto il primo servizio giornalistico live 5G in Europa. Protagonisti di questo primato sono Vodafone e Sky Italia, i quali hanno messo a punto un sistema di trasmissione di contenuti audiovisivi live ad altissima qualità e totalmente in mobilità.

Il primo servizio giornalistico live 5G in Europa

Una telecamera della troupe di Sky TG24, collegata alla rete 5G di Vodafone, ha permesso di mandare in onda live le immagini delle personalità istituzionali e delle celebrità presenti nel foyer della Scala di Milano, che quest’anno ha inaugurato la stagione lirica con l’Attila di Giuseppe Verdi.

Attila Scala di Milano

Tecnicamente, la telecamera è collegata ad un encoder locale 5G, che invia un flusso audio-video ad altissima risoluzione alla sala di regia di Sky. La regia potrà poi decidere se mandare il girato direttamente in onda o procedere con le varie attività di postproduzione. Grazie alla bassa latenza e all’elevata capacità di trasferimento dati, la tecnologia 5G permette di avere a disposizione il flusso video praticamente in tempo reale, riducendo il rischio di interruzioni o forti ritardi tra redazione centrale ed inviato. Tutto questo in totale mobilità, sia nelle aree più affollate che in quelle più remote.

L’obiettivo di Vodafone è quello di trasformare Milano nella capitale europea del 5G. Per Sky invece,  si è trattata di un’opportunità in più per sperimentare l’innovazione nell’esperienza televisiva dei propri abbonati.

[amazon_link asins=’B0044AJQF2,B06X3QHP4J,B002L2O7J0′ template=’ProductCarousel’ store=’gamspri02-21′ marketplace=’IT’ link_id=’f6267827-fa6f-11e8-8df3-83c67131035e’]

Giovanni Natalini

Ingegnere Elettronico prestato a tempo indeterminato alla comunicazione. Mi entusiasmo facilmente e mi interessa un po' di tutto: scienza, tecnologia, ma anche fumetti, podcast, meme, Youtube e videogiochi.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button