CulturaNewsTech

Immodrone vola in aiuto del marketing immobiliare

Secondo il neolaureato Simone Russo, sarà un drone a salvare la crisi del mercato immobiliare, o meglio, sarà Immodrone.

Da quel che già potrete intuire dal nome, si tratta di un APR (aeromobile a pilotaggio remoto) che fa “decollare” il marketing immobiliare perché fornirà all'agenzia immobiliare delle riprese dall'alto dell’immobile e del giardino dell’abitazione in questione, sorvolando la proprietà e addirittura volando al suo interno, esaltando così gli spazi abitativi e fornendo un’immagine molto più dettagliata al cliente interessato.

"Con il passaggio degli annunci immobiliari dalla carta all’online – spiega il giovane imprenditore – le immagini hanno assunto un ruolo di assoluta importanza. Il drone può fornire, all’agenzia e al cliente finale, un punto di vista inedito e di grande impatto rispetto alle riprese effettuate da terra”,

La sua start up, nata lo scorso Aprile 2015 a Torino, è stata ispirata dal trend dei droni di cui già si servivano Uber e Airbnb, utilizzati nel mercato immobiliare dall’America e dall’Australia come supporto alle vendite immobiliari.

E se i droni come nuova frontiera del marketing immobiliare sembra essere un business con le le carte in regola per il successo, non si può dire lo stesso per la sua legalità, in quanto l’utilizzo degli APR deve obbedire a direttive e permessi di volo rilasciati dall'Ente Nazionale per l'Aviazione Civile, al fine di garantire la sicurezza di volo oltre a rispettare le norme sulla privacy. Per ora, Immodrone si è guadagnato l’ammissione all’Incubatore delle Start-Up Innovative del Politecnico di Torino e una convenzione con oltre 800 agenzie immobiliari, con una rete di piloti di droni in 10 regioni d’Italia, tutti certificati Enac.

Oggigiorno, l’impiego dei droni nel processo di marketing immobiliare offre una panoramica completa della proprietà e dell'area circostante, ma Immodrone si occupa anche di riprese dall'alto di cantieri, complessi industriali, sportivi e turistici perchè l’APR è in grado di inquadrare dettagli e particolari poco visibili da terra, ulili per scopi tecnici o per integrare le tecniche del rendering 3D.

Tags

Letizia Fontanive

Laureata presso Mediazione Linguistica a Milano e follemente innamorata di tutti i videogames per tutte le console da quando aveva 3 anni, non vuole perdersi nulla di tutto l'universo tech e videoludico. E' Final Fantasy e Kingdom Hearts dipendente, fa di Lara Croft e dei protagonisti di Assassin's Creed obiettivi a livello sportivo. Ama i gatti, sostiene di essere educata dai titoli Disney ed ha una smodata simpatia per MyLittlePony.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker