fbpx

Imparare le lingue? Non è mai troppo tardi con Babbel

“Sono troppo vecchio per queste cose” è una scusa che nel 2014 – quasi 2015 – non regge più. Con Internet che ci semplifica sempre di più la vita, anche ciò che prima era considerato infattibile trova ora una possibilità di realizzazione: tra questi c’è anche l’imparare una lingua straniera stando seduti a casa propria. […]


"Sono troppo vecchio per queste cose" è una scusa che nel 2014 – quasi 2015 – non regge più. Con Internet che ci semplifica sempre di più la vita, anche ciò che prima era considerato infattibile trova ora una possibilità di realizzazione: tra questi c'è anche l'imparare una lingua straniera stando seduti a casa propria.

Grazie a Babbel, infatti, app finalizzata alla scoperta e all'apprendimento di altre lingue, tutti possono cimentarsi nell'impresa di parlare e comprendere un idioma non proprio, e per tutti intendo davvero tutti: secondo un sondaggio, rivolto a più di 30.000 utenti dell'applicazione tra Europa e Stati Uniti, circa un terzo di questi ha più di 55 anni. E, di tutti coloro che usano Babbel e hanno più di undici lustri, il 40% dichiara di essersi appassionato allo studio di una lingua straniera per mantenere la mente costantemente allenata, cosa che, secondo gli esperti, ritarderebbe il declino cognitivo.

E' opinione comune che sia meglio cominciare a masticare un linguaggio straniero da giovani per trarne maggiori benefici. Ebbene, ciò è vero solo in parte: se i giovani sono più predisposti all'apprendimento veloce, chi è più avanti con l'età può sfruttare un vantaggio che chi ha meno anni non possiede, ovvero la capacità di apprendimento in autonomia. I dati forniti da Babbel smentiscono definitivamente la credenza che prima sia meglio: il 53% degli utenti over 55 utilizza la funzione di ripetizione guidata, contro il 40% degli utenti di età compresa tra i 18 e i 35 anni; di coloro che usano la funzione, il 40% degli over 55 porta a termine la sessione di studio, mentre tra i più giovani solo il 26% finisce ciò che ha cominciato.

«È bello vedere che la nostra applicazione è molto utilizzata dagli utenti in età avanzata» commenta Markus Witte, fondatore e CEO di Babbel. «Riceviamo risposte positive su una base quotidiana e siamo entusiasti di leggere come gli studenti traggano benefici dai nostri corsi. Inoltre è notevole come gli utenti stiano imparando in modo diverso. Ciò dimostra che in effetti la saggezza viene con l'età.»

Avete più di 55 anni e ancora vi barricate dietro la scusa dell'età? Oppure siete giovani e non avete ancora introdotto i vostri genitori o nonni al magico mondo delle lingue straniere? Date un'occhiata all'interessante infografica qui sotto e poi correte a scaricare Babbel.

TechPrincess_Senior_infographic_ITA


Martina Ghiringhelli
Studentessa di Linguaggi dei Media con la passione per le notizie strane (e spesso inutili). Gamer da sempre, ricorda lunghe sessioni di Tetris alla tenera età di sei anni. Ama ciecamente tutto ciò che è geek o viene dal Giappone e legge qualsiasi cosa, dalle etichette dello shampoo a Game of Thrones.