!function(f,b,e,v,n,t,s){if(f.fbq)return;n=f.fbq=function(){n.callMethod? n.callMethod.apply(n,arguments):n.queue.push(arguments)};if(!f._fbq)f._fbq=n; n.push=n;n.loaded=!0;n.version='2.0';n.queue=[];t=b.createElement(e);t.async=!0; t.src=v;s=b.getElementsByTagName(e)[0];s.parentNode.insertBefore(t,s)}(window, document,'script','https://connect.facebook.net/en_US/fbevents.js');

ING apre il Kids Day: 110 bambini in banca per imparare con la tecnologia


ING Italia, banca di origine olandese, organizza un Kids Day, una giornata dedicata interamente ai bambini, in cui 110 piccoli tra gli 8 e i 10 anni si potranno confrontare con temi importanti e sensibili in un modo ludico e stimolante.

ING e il Kids Day: un modo per sensibilizzare i protagonisti del futuro

Ai figli dei dipendenti è stata data la possibilità di passare una giornata nel luogo di lavoro di mamma e papà, ma naturalmente con altri scopi che non unicamente quello di visitare gli uffici.

ING 1

Infatti, oltre alla visita dei locali, i bambini hanno potuto partecipare a dei laboratori di robotica educativa grazie ai quali, con l’aiuto degli educatori di H-FARM hanno potuto realizzare dei progetti assegnati.

Attraverso il laboratorio Minecraft Educational, i giovani ospiti hanno potuto testare la programmazione grazie all’interfaccia grafica che ha reso Minecraft famoso, permettendo loro di progettare e programmare attraverso il sistema Code Bilder.

Infine, dopo aver sperimentato la programmazione, hanno potuto ‘sporcarsi le mani’ per costruire un robot e

sperimentare le sue funzionalità immaginandone un utilizzo green e sostenibile.

Alla base dell’open day vi è infatti l’obiettivo di stimolare una riflessione a tema ambientale, spronando i ragazzi ad avanzare le loro personali proposte per ridurre il consumo di plastica e contrastare il cambiamento climatico.

Senza però dimenticare l’importanza del lavoro di gruppo, per trasmettere il concetto che lavorare insieme è l’unico modo per risolvere i problemi e raggiungere obiettivi concreti.


Matteo Bonanni

Musicista di professione e malato di tecnologia per indole, mischio sempre musica e tecnologia senza soluzione di continuità perché mi piace circondarmi di cianfrusaglie tecnologiche mentre faccio tutto il resto!
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link