fbpx
iRobot Roomba i7+ recensione

iRobot Roomba i7+recensione: il robot aspirapolvere che si svuota da solo
Un vero campione di autonomia ma il prezzo non lo rende alla portata di tutti


iRobot Roomba i7+ recensione

iRobot Roomba i7+ recensione – Personalmente adoro i robot aspirapolveri. Sono autonomi, puliscono bene e soprattutto si integrano con gli assistenti vocali, onnipresenti all’interno della mia abitazione. Tutto questo mi permette di concentrarmi sul lavoro o di distrarmi durante il weekend senza avere preoccuparmi di eliminare la polvere e le briciole dal pavimento.

iRobot Roomba i7+ però fa un passo in più rispetto alla concorrenza e ad altri prodotti del medesimo brand: si svuota da solo.

iRobot Roomba i7+ recensione: il robot e la base

Una volta aperta la scatola noterete tre diversi elementi:

  • una piccola torre, che funge da base di ricarica e che consente al robot di svuotare il suo contenuto dopo ogni ciclo di pulizia;
  • un sensore laser che vi permette di creare un muro virtuale, utile se volete impedire l’accesso ad una particolare area (ad esempio le scale);
  • l’aspirapolvere vero e proprio.

Quest’ultimo ricorda moltissimo gli altri modelli sviluppati da iRobot: forma circolate, un bumper frontale che lo aiuta ad attenuare i piccoli urti, una fotocamera sulla parte superiore – che viene utilizzata dal sistema di navigazione iAdap 3.0 -, una fotocamera frontale che favorisce il ritorno alla base e tre piccoli tasti. Quello centrale – con la scritta CLEAN – vi permette di avviare la pulizia, a sinistra il tasto Home per il rientro alla stazione di ricarica e a destra il pulsante Spot che consente di pulire una zona circoscritta.

iRobot Roomba i7+ recensione spazzolaRuotando Roomba i7+ troviamo invece il serbatoio per la polvere, un sensore che aiuta ad individuare le aree più sporche, due rulli in gomma per la raccolta dello sporco ed una spazzola rotante che avvicina lo sporco alla parte centrale per favorirne la cattura. Un sistema che ho particolarmente apprezzato visto non si riempie di capelli – cosa invece frequente con altri prodotti analoghi – e che garantisce un livello di pulizia particolarmente elevato.

iRobot Roomba i7+ recensione come si svuota
Ecco come si svuota iRobot Roomba i7+

Infine abbiamo tre ruote per consentire al robot di sportarsi e salire anche su eventuali tappeti, a patto però che siano piuttosto massicci. In caso contrario invece vi suggeriscono di toglierli prima della pulizia, altrimenti verranno spostati da iRobot Roomba i7+ durante la pulizia. 

Fino a questo punto vi sembrerà tutto abbastanza famigliare. Insomma, stiamo parlando di un prodotto che eredita moltissime caratteristiche dai modelli precedenti e che attinge all’esperienza maturata negli anni dall’azienda americana. Tutto cambia però quando consideriamo la base di ricarica di i7+ che ospita un foro che andrà a combaciare con il serbatoio del robot. Usando un potente sistema di aspirazione la polvere viene sottratta al robot e raccolta in un sacchetto posizionato all’interno della torre. Tutto questo avviene automaticamente e voi non dovrete fare assolutamente niente. Attenzione però: vi sconsiglio di farlo nelle fasce orarie più delicate perché il processo, per quanto rapido, è piuttosto rumoroso.

Vi lascio inoltre due informazioni importanti:
1) è possibile svuotare manualmente il robot togliendo il serbatoio;
2) il sacchetto presente nella torre contiene circa 30 volte lo sporco del cassetto pieno, quindi dovrebbe durarvi diverse settimane. Una volta pieno sarà l’applicazione ad informarvi così potrete cambiarlo, usando il secondo sacchetto in dotazione o comprandone altri 3 al costo di 20 euro.

iRobot Roomba i7+ (i7556) Robot aspirapolvere WiFi,...
  • Pioniera del mondo della robotica, iRobot è stata fondata nel 1990 con lo scopo di creare robot capaci di rendere più...
  • I panni per il lavaggio ad acqua sono realizzati con tessuto assorbente che intrappola lo sporco, rimuovendo le macchie...
  • Grazie alla tecnologia di navigazione vSLAM, il robot raccoglie oltre 230.000 dati ogni secondo. Una CPU li utilizza per...

Per controllarlo basta un’applicazione

iRobot Roomba i7+ recensione appOra che abbiamo capito da cosa è composto questo prodotto, cerchiamo di capire come funziona.

Anche in questo caso dovrete fare ben poco. Una volta collegata la base ad una presa di corrente, inserito il sacchetto nell’apposito alloggiamento e posizionato il robot, dovrete solo scaricare l’applicazione dedicata – iRobot Home – e seguire le indicazioni a video. Nulla di complicato. Dovrete solo connetterlo ad Internet, associare l’account al prodotto e poi sarete liberi di modificare la lingua, modificare le preferenze di pulizia e, naturalmente, programmarlo.

Una volta settato tutto, potrete avviare il primo ciclo di pulizia, indispensabile per aiutare iRobot Roomba i7+ a mappare la vostra abitazione. Ovviamente non basterà un unico passaggio: più userete il prodotto, più il sistema di navigazione iAdapt 3.0 diventerà preciso ed affidabile.

A questo punto vi chiedere come avviare la pulizia, soprattutto se non l’avete già programmata. Tre i metodi possibili:

  • i tasti Clean e Spot sul robot;
  • l’applicazione con il pulsante dedicato;
  • i comandi vocali.

Ebbene sì, iRobot Roomba i7+ può essere controllato sia usando Google Assistant sia con Amazon Alexa. Nel primo caso dovrete impostarlo usando l’app Google Home, nel secondo invece dovrete installare la skill dedicata. 

Ma come pulisce?

Davvero benissimo. Il prodotto pulisce in maniera impeccabile, non tralascia alcuna zona e nel corso delle settimane è diventato sempre più efficiente. In più riesce a riconoscere le aree più complesse e a focalizzare lì le sue forze. Un cambiamento che noterete poiché il LED che circola il tasto Clean passerà da bianco a blu.

Impossibile poi non apprezzarne l’indipendenza visto che in un mese non ho mai dovuto preoccuparne né di svuotare il sacchetto né di liberare i rulli da eventuali capelli. Insomma, iRobot ha davvero svolto un ottimo lavoro.

iRobot Roomba i7+ recensione: acquistarlo oppure no?

Ho davvero adorato iRobot Roomba i7+. Tornare indietro potrebbe diventare davvero difficile poiché una volta abituati a questo livello di autonomia risulterà complesso ricominciare a svuotare il serbatoio manualmente.
Il problema è il prezzo: 999 euro. Un investimento importante a cui dovrete aggiungere i costi – comunque esigui – dei sacchetti. Sappiate però che l’impegno iniziale verrà ampiamente ricambiato dal tempo libero aggiuntivo che avrete e dall’elevato livello di pulizia.

iRobot Roomba i7+

Pro Pros Icon
  • Si svuota da solo
  • Potente e preciso
  • App ben fatta
  • Funziona con Google Assistant e Amazon Alexa
Contro Cons Icon
  • Prezzo impegnativo

Erika Gherardi

author-publish-post-icon
Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link