fbpx
AttualitàCultura

Italia – Inghilterra: dove vedere la finale degli europei di calcio

Il momento della finale è arrivato, momento che tutta l’Europa attende dall’inizio della competizione, previsto per l’11 luglio alle 21:00. Italia – Inghilterra si svolgerà a Wembley, stadio di casa per gli inglesi, ma la data è la stessa della vittoriosa finale mondiale di Spagna 1982, quando l’Italia divenne campione del mondo. Ecco i dettagli e dove seguirla.

Italia – Inghilterra: “It’s coming home” vs “It’s coming to Rome”

Uefa Euro 2020 è stata un’edizione particolare degli europei di calcio, la prima itinerante, e la prima dopo la pandemia. L’Italia ha battuto ai calci di rigori la Spagna per ottenere il pass per la finale, mentre gli Inglesi, grazie al capitano Harry Kane, hanno fatto fuori la Danimarca ai tempi supplementari. Il coro inglese “It’s coming home” è ormai diventato il vero inno della squadra britannica, che vogliono riportare il calcio lì dov’è nato. Al contrario l’Italia vuole il riscatto dopo la mancata qualificazione ai mondiali del 2018. La squadra allenata da Roberto Mancini, che ha disputato un torneo straordinario, vuole quindi andare fino in fondo e battere gli inglesi in patria. Già, perchè il match valevole per la coppa andrà a Wembley, tempio del calcio inglese. Il fischio d’inizio è previsto per domani, domenica 11 luglio, alle ore 21:00.

Sarà possibile seguire la partita sia in chiaro (Rai 1) che su satellite (Sky Sport 1) con collegamenti a partire dalle 20:30. Per coloro che saranno in viaggio, invece, l’appuntamento è sulle frequenze di Rai Radio 1.

Corsi e ricorsi storici: Mattarella come Pertini?

La scaramanzia è d’obbligo, ma i segnali sembrano esserci tutti. La finale di domani ricorre nella data di un’altra storica finale, quella dei mondiali spagnoli del 1982. Una finale che ha avuto Paolo Rossi come Re e l’Italia di Bearzot come campione del mondo. In quella storica partita c’era anche l’allora Presidente della Repubblica Sandro Pertini, che dagli spalti incitò gli azzurri. Proprio oggi Sergio Mattarella ha annunciato che lui a Wembley ci sarà. Forse è solo scaramanzia, forse è solo destino: ma i segnali sembrano esserci davvero tutti.

Italia – Inghilterra: i precedenti tra le due nazionali

Quella di domani, per gli inglesi, sarà solo la seconda finale di un torneo internazionale. La prima e unica risale ai Mondiali del 1966, quando si laurearono campioni del mondo contro la Germania Ovest. Al contrario l’Italia di finali ne ha giocate tante: i maledetti rigori del ’94, la sfortunata finale Europea del 2000 ma anche le notti azzurre di Berlino 2006. Per l’ultimo match ufficiale dobbiamo invece fare un salto ai mondiali brasiliani del 2014, quando l’Italia sconfisse per 2-1 i sudditi della regina. La scaramanzia è d’obbligo, dicevamo, difatti ad arbitrare quel match fu l’olandese Bjorn Kuipers, lo stesso che arbitrerà domani.

Le probabili formazioni

Dal punto di vista tattico non sembrano esserci sostanziali differenze rispetto ai titolari delle semifinali. Entrambe le nazionali dovrebbero schierare i medesimi undici.

Italia (4-3-3): Donnarumma, Di Lorenzo, Chiellini, Bonucci, Emerson, Jorginho, Verratti, Barella, Chiesa, Immobile, Insigne.

Inghilterra (4-2-3-1): Pickford, Walker, Stones, Maguire, Shaw, Rice, Phillips, Saka, Mount, Sterling, Kane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button