fbpx
Viaggi

La Scozia e i nuovi modi di promuoverne il turismo

TechPrincess_Skylands_Skye_gemellaggioScozia. Pioggia persistente, pianure e colline infinitamente verdi e castelli dal fascino vittoriano. Un paesaggio meraviglioso che attira migliaia di turisti ogni anno, ma non abbastanza e soprattutto non diversificati come ci si aspetterebbe. Insomma, un viaggio in Scozia è qualcosa che fanno gli amici, i lupi solitari e, in rare occasioni, le coppie, ma le famiglie? Genitori e figli sono soliti andare al mare o magari visitare qualche città d'arte, ma un tour immersi in un territorio così climaticamente disagiante (ma c'è di peggio) e così privo di appeal da un punto di vista dell'intrattenimento è raro, quasi impensabile.

Un modo per rilanciare il turismo di queste regioni però ci sarebbe. Siamo nell'era della tecnologia, dell'innovazione, dei videogame e degli smartphone e questo non dobbiamo mai dimenticarcelo, soprattutto perché non è un limite, ma un mondo da esplorare che apre ad una serie di opportunità infinite per tutti coloro che abbiano voglia di cogliere. Il turismo può e deve diventare tech.

Qualcuno l'ha già capito, qualcuno come una delle 4 nazioni che danno vita al Regno Unito. Proprio la Scozia ha infatti stretto una curiosa partnership con Activision dando spazio alle Highlands, ossia la parte più a Nord, una delle più belle regioni d'Europa. Più belle, sì, ma anche meno popolate e il motivo è semplice: il territorio è prettamente montuoso e ricco di fiumi e laghi (prima che me lo chiediate ve lo dico io: sì, è compreso anche quello di Lock Ness, ma no, Activision non ha rilanciato il turismo con un Nessy digitale).

Poi ci sono le isole, come quella di Skye. È lei la protagonista di questo particolare rilancio del turismo scozzese poiché ha recentemente inaugurato un curioso gemellaggio con Skylands, la patria dei protagonisti del videogame Skylanders SWAP Force. Ebbene sì, una meta reale si fonde con quella creata dai ragazzi di Toys For Bob e a dire il vero mai iniziativa mi è parsa così azzeccata. Mi spiego meglio.

TechPrincess_Skylands_Skye_Wash_BucklerSkylanders è un titolo peculiare perché non è una mera esperienza digitale, ma ha anche una componente concreta, tangibile. I protagonisti infatti non sono soltanto parte del videogame, ma hanno una loro fisicità; sono personaggi 3D che potete maneggiare e che, in questo SWAP Force, potete addirittura combinare per ottenere nuove varianti e nuovi poteri per riuscire a sconfiggere Kaos, il nemico di turno. L'iniziativa non fa che portare questo mix su un piano ancora più vasto, rendendo l'Isola di Skye attraente per i bambini e, di conseguenza, per le famiglie.

Ma in cosa consiste questo gemellaggio tra virtuale e reale? Oltre all'ovvio tentativo di identificare il paesaggio del videogioco con quello della sua controparte nordica, VisitScotlandThe Highland Council  e Activision hanno pensato bene di far visitare l'isola a Wash Buckler, uno dei nuovi personaggi del gioco, e di invadere il sito web dedicato al luogo. Se andate infatti sul sito web (www.skye.co.uk) e digitate SWAP potrete assistere alla presa di possesso del medesimo da parte dei piccoli mostri.

Tutto qui, sì. In effetti si poteva fare qualcosina di più per rendere ancora più appetibile l'isola di Skye, ma consideratelo un inizio, un primo passo verso un turismo che muta e cerca di mettersi al passo con i tempi perché no, il wifi nell'hotel non basta più a rendere un viaggio "tech".

Intanto godetevi la bellezza di questa isola scozzese con la nostra selezione di foto da Instagram:




L'isola di Skye si trova qui:


Visualizzazione ingrandita della mappa

Tags

Erika Gherardi

Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker