fbpx
NEW YORK, NY - SEPTEMBER 05: A person walks by a Motorola sign at the launch of three new Motorola smartphones under its Razr brand that will become available for Verizon customers on September 5, 2012 in New York City. The new phones, the Droid Razr HD, the Razr M and the Razr Maxx HD, will all use Google's Android operating system. Motorola Mobility was acquired by google in August of 2011. (Photo by Spencer Platt/Getty Images)

Lenovo compra Motorola da Google per 2,9 miliardi di dollari

Motorola Mobility cambia ufficialmente proprietario passando da Google a Lenovo: l’azienda cinese ha infatti terminato le trattative per l’acquisizione, iniziate nel gennaio del 2014, concludendo la compravendita con un prezzo totale di 2,91 miliardi di dollari. Lenovo ha dunque acquisito il brand, i modelli e la roadmap dei progetti futuri di Motorola, che non verrà accorpata […]


Motorola Mobility cambia ufficialmente proprietario passando da Google a Lenovo: l'azienda cinese ha infatti terminato le trattative per l'acquisizione, iniziate nel gennaio del 2014, concludendo la compravendita con un prezzo totale di 2,91 miliardi di dollari.

Lenovo ha dunque acquisito il brand, i modelli e la roadmap dei progetti futuri di Motorola, che non verrà accorpata ma che rimarrà a Chicago operando come società sussidiaria. Lenovo non ha infatti intenzione di cancellare il marchio, ma di affiancarlo al proprio che, pur essendo potente soprattutto sul mercato asiatico, non ha la stessa appetibilità in occidente, dove Motorola è più conosciuto.

«Oggi abbiamo raggiunto un traguardo importante, una pietra miliare per Lenovo e Motorola – e insieme siamo pronti a competere, crescere e vincere nel mercato globale degli smartphone. Diventando il terzo produttore di smartphone al mondo, in grado di sfidare i primi due, daremo al mercato ciò di cui ha bisogno – possibilità di scelta, concorrenza e una nuova spinta innovativa» ha infatti dichiarato dichiara Yang Yuanqing, Chairman e CEO di Lenovo. «Questa partnership è una soluzione perfetta. Lenovo ha una strategia chiara, una portata globale e una comprovata eccellenza operativa. Motorola è in grado di assicurarci una forte presenza negli Stati Uniti e su altri mercati maturi, ottime relazioni con i carrier, un brand iconico, un forte portafoglio IP e un team di incredibile talento. È una combinazione davvero vincente».

La personalità storica di Motorola Rick Osterloh continuerà a far parte del team in qualità di President and Chief Operating Officer, mentre subentra come Chairman Liu Jun, già Executive VP e President del Lenovo Mobile Business Group, che commenta così l'acquisizione: «Unendo la forza complementare delle due società, le nostre aspettative sono di vendere più di 100 milioni di dispositivi mobili quest’anno – smartphone e tablet – facendo leva sul posizionamento di Lenovo come brand leader sul mercato in Cina, sullo slancio che stiamo avendo entrambi nei mercati emergenti e sul forte posizionamento di Motorola sui mercati maturi come quello degli Stati Uniti».

Da parte di Google, il CEO Larry Page ha espresso la sua approvazione per il passaggio di proprietà del brand: «Motorola è in ottime mani con Lenovo,» – ha dichiarato – «un’azienda all'avanguardia e focalizzata al massimo nella produzione di dispositivi di qualità». Il colosso di Mountain View manterrà la proprietà della maggior parte dei brevetti di Motorola Mobility, di cui Motorola avrà comunque la licenza d'uso.

Con l'acquisizione di Motorola, Lenovo raggiunge un importante traguardo, posizionandosi al terzo posto tra i produttori di smartphone più influenti al mondo.


Martina Ghiringhelli
Studentessa di Linguaggi dei Media con la passione per le notizie strane (e spesso inutili). Gamer da sempre, ricorda lunghe sessioni di Tetris alla tenera età di sei anni. Ama ciecamente tutto ciò che è geek o viene dal Giappone e legge qualsiasi cosa, dalle etichette dello shampoo a Game of Thrones.