fbpx
News

L’indie da scoprire – Candleman: The Complete Journey

Una fiamma nell’oscurità che possa illuminare anche i recessi più bui del nostro animo. Una luce di speranza, che traballa sullo stoppino di una candelina che si muove sicura di sé in un mondo dal chiaro gusto fantasy. Di non soli titoli famosi è composto il mondo dei videogiochi indie, come potete ben immaginare. Dopo aver ripercorso insieme alcuni giochi spesso citati e piuttosto noti, come Inside, Journey o To The moon, è ora tempo di lasciare spazio anche a qualche titolo un po’ più di nicchia. Lo avevamo recensito per voi tempo addietro, ed è giunto il momento di ricordare Candleman: The Complete Journey, meglio noto anche come Uomo Candela nella traduzione italiana. Si tratta di un titolo indie uscito in prima battuta nel febbraio 2017 su Xbox, ma giunto nel 2018 in questa edizione. E questa vale ancora oggi la pena di essere provata. Per quali motivi? Li elenchiamo per voi nel nostro speciale “L’indie da scoprire”, dedicato al lavoro del team Candleman games studio. Uno studio già autore anche di altri giochi, tra cui Chrono Express.

Candleman: The Complete Journey, il viaggio di una fiammella

Come si può intuire dal titolo, luci e ombre sono il fil rouge di questa storia, dove ci caliamo nei panni di un piccolo cero munito di zampine, per affrontare un viaggio davvero singolare. Il protagonista ci ricorda anche quello di Candle, un altro titolo indie abbastanza simile, anche nel nome, ma si distingue da quest’ultimo per diversi motivi. Questa edizione include il DLC “Lost Light”, una modalità di sfida a tempo, che ci consente di vivere appieno un’avventura raccontata in un fantasy platformer classico, suddiviso per capitoli. Ognuno è composto da pochi livelli per volta, che hanno come titolo una frase di un racconto. Questo si completa man mano che proseguiamo e che scopriamo essere la storia della candela stessa.

Il nostro compito è quello di guidare la nostra candela in un percorso pieno di ostacoli, non sempre facili da superare. Ad esempio troveremo casse di legno in movimento, tavole galleggianti e passerelle retrattili. Noi però possiamo solo muoverci e accendere la fiammella sulla nostra testa, per fare luce sul nostro cammino e accendere le candele sul percorso. Non è così facile però: abbiamo 10 vite per ogni livello, non tantissime per la verità, e le candele si consumano con il passare del tempo.

In buona sostanza, qui non prevale la narrazione, ma il gameplay in sé; regalandoci un titolo non troppo complesso e di lunga durata, oltre a essere godibile e affascinante nelle sue atmosfere color pastello. Per quanto siano le azioni da compiere ad avere la meglio, non manca comunque un minimo di storia dal sapore introspettivo, che ci viene svelata man mano, con risvolti narrativi interessanti e volti a farci riflettere sulla ricerca del senso della vita e del nostro posto nel mondo.

Un mondo dai colori pastello e dalle luci soffuse

Guardando ora all’aspetto meramente tecnico e artistico, Candleman – The complete Journey è un’esperienza videoludica soddisfacente, anche dal punto di vista grafico e dalle prestazioni del motore di gioco di qualità piuttosto soddisfacente. Questa edizione infatti gode di alcuni plus, importanti soprattutto per l’epoca di uscita. Tra queste, performance migliorate, un framerate ulteriormente ottimizzato e il supporto alla risoluzione 4k. Dal punto di vista del gameplay, possiamo rifare il livello quante volte desideriamo e affrontare ancora meglio il cammino. Infatti saremo già a conoscenza degli ostacoli e ottimizzeremo il nostro tempo.

Inoltre in ciascun livello godiamo di visuali molto diverse, con inquadrature dall’alto e in obliquo, in modo da offrirci l’angolazione migliore a seconda dei momenti di gioco. Inoltre, possiamo sperimentare tanti tipi diversi di movimento: tavole di legno che si muovo, botti di legno su cui saltare, travi che si inclinano con il nostro peso, variabile in base a quanto è bruciata la fiamma, fino alla levitazione. Infine lo sfondo dell’ambientazione in cui ci troviamo sembra essere tratto dai libri di fiabe.

Tutto è curato nel minimo dettaglio e ci dà un senso di meraviglia, olre a poter giovare di effetti sonori curati che caratterizzano ogni singolo movimento del nostro protagonista. Alcuni esempi? Il rumore dei passi sulle catene di ferro, le casse che si muovono e molto altro ancora, così come lo stoppino che brucia sulla nostra testa ogni volta che accendiamo la fiammella; tutto è perfettamente sincronizzato con i movimenti.

Perché giocare a Candleman – The complete journey ancora oggi

Candleman – The complete journey è ancora oggi un indie tutto da scoprire e dall’esperienza di gioco davvero godibile per diverse motivazioni, oltre a quelle sopracitate. Si tratta di un lavoro forse non troppo conosciuto ai più, ma non per questo di scarsa importanza, risultando sempre affascinante e imperdibile. Un titolo che ci consente di mettere alla prova le nostre abilità di ragionamento e di risoluzione di puzzle, oltre a calcolare bene le distanze tra una piattaforma e l’altra e indurci una sana tensione, attenuata da un’ambientazione fiabesca e dai colori caldi. Si tratta dunque di un gioco non complesso, ma completo.

Si evince appieno il lavoro e l’impegno dedicato dal team per realizzare un’avventura ancora migliore di quella precedentemente pubblicata. Per quanto dunque non troviamo qui una narrazione dello spessore di Last day of June e similari, rimane un titolo davvero da scoprire. Anche a distanza di quasi cinque anni dal lancio originale.

Francesca Sirtori

Indielover, scrivo da anni della passione di una vita. A dispetto di tutti. Non fatevi ingannare dal faccino. Datemi un argomento e ne scriverò, come da un pezzo di plastilina si ottiene una creazione sempre perfezionabile. Sed non satiata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button