fbpx
CulturaNewsTech

Oltre i Pixel 2: tutti gli altri annunci fatti da Google all’evento del 4 ottobre

Google non si è certo risparmiata durante l'evento tenutosi ieri, 4 ottobre, per la presentazione di Pixel 2 e Pixel 2 XL. Accanto infatti ai due smartphone di nuova generazione troviamo altri 5 sostanziosi annunci.

Google Clips

https://www.youtube.com/watch?v=JXh1yyvXpwo

Partiamo da Google Clips, la fotocamera intelligente che sfrutta il machine learning per capire quando la situazione è degna di essere immortalata o catturata con un breve filmato.

Insomma, non siete voi a dovervi concentrarvi sullo scatto ma la vostra nuova fotocamera, dotata di un campo di visione di 130°, di apertura f/2.4, di 8 GB di memoria interna e di un comodo LED che segnala agli utenti quando è attiva.

Il vostro unico compito sarà quello di decidere cosa caricare sul cloud.

Il prezzo? Si parla di 249 dollari ma purtroppo non c'è ancora una data d'uscita.

Google Home Mini e Max

Vi ricordate Google Home, lo speaker che integra l'assistente vocale di Big G? Beh, ora ha due fratelli: Mini e Max.

Il primo vanta dimensioni più contenute, un prezzo più economico e tre splendide colorazioni: rosso corallo, grigio e nero. Con i suoi 49 dollari di prezzo e un diametro inferiore agli 8 centrimenti, Google Home Mini punta chiaramente a battere sul mercato Echo Dot, il device di Amazon basato su Alexa.

Google Home Max invece è chiaramente pensato per dare del filo da torcere agli altoparlanti di tutti i grossi produttori, Sony in primis. A bordo un doppio woofer e un doppio tweeter, ma anche un sistema intelligente chiamato Smart Sound che dovrebbe adattare il suono ai rumori presenti all'interno della stanza. Il costo questa volta è di 399 dollari con l'arrivo previsto a dicembre, ma solo negli Stati Uniti.

Ovviamente i nuovi modelli portano con sé anche qualche innovazione lato software, come Voice Match, che riconosce i membri del nucleo famigliare dal timbo di voce, la possibilità di rispondere a domande sempre più complesse e l'integrazione con i diversi device che compongono la smart home, incluso Nest. Non mancano poi alcune funzioni pensate unicamente per i bambini come "Raccontami una storia", un'opzione sviluppata grazie alla partnership con Disney.

Google Pixelbook

Spazio poi a Google Pixelbook, il convertibile che vanta un peso di circa 1 kg, 10 mm di spessore e una cerniera che gli consente di ruotare di 360°.

Il display è da 12,3 pollici con risoluzione Quad HD, mentre sotto la scocca troviamo i processori Intel Core i5 o i7, un SSD che può raggiungere i 512 GB e una RAM che arriva fino a 16 GB. Non mancano poi 2 porte USB Type-C e la Pixelbook Pen, uno stilo di nuova generazione con latenza ridotta e fino a 2000 livelli di pressione.

La batteria dovrebbe poi garantire circa 10 ore di autonomia, mentre il software è Chrome OS arricchito da Google Assistant.

Google Pixelbook arriverà sul mercato il 31 ottobre con un prezzo che parte dai 999 dollari, penna esclusa. Ebbene sì, per avere la Pixelbook Pen dovrete sganciare altri 99 dollari.

Google Pixel Buds

Il colosso di Mountain View ha deciso di lanciarsi anche nel fantastico mondo degli auricolari presentando i Google Pixel Buds. Sì, a guardarli sembrano uguali a molti altri ma a distinguerli ci sono in primi i controlli touch posti sull'auricolare destro; da qui potete avviare o stoppare la riproduzione ma anche cambiare canzione con un semplice swipe.

LEGGI ANCHE: Tutto quello che dovete sapere su Google Pixel 2 e Pixel 2 XL

I Pixel Buds sono inoltre in grado di leggere i messaggi in arrivo o riportare le notifiche arrivate su Pixel 2, ma la funzione più interessante riguarda la traduzione istantanea. Appoggiandosi infatti alla modalità conversazione dell'app Google Traduttore, questi auricolari ascoltano e traducono le parole del nostro interlocutore, a patto che parli una delle 40 lingue supportate.

Queste incredibili cuffie vengono vendute con una custodia che funge da caricabatterie, un po' come succede con le AirPods di Apple. E senza case? Niente paura: i Pixel Buds raggiungono le 5 ore di autonomia.

I Google Pixel Buds saranno disponibili nelle colorazioni Just Black, Clearly White e Kinda Blue (le stesse dei Pixel 2) al prezzo di 159 dollari. Purtroppo però non le vedremo in Italia.

Google Daydream View

Immancabile infine la nuova versione di Daydream View, il visore per la realtà virtuale di Google.

Il design è rimasto praticamente identico ma questa volta troviamo lenti migliorate, un campo visivo più ampio e la possibilità di rimuovere la fascia superiore per rendere l'esperienza più confortevole. Il telecomando poi può essere riposto nell'apposito alloggiamento sul retro, così non avrete l'ansia di perderlo.

Qualche novità la troviamo poi dal punto di vista software visto che ora lo store vanta circa 250 tra app e giochi mentre aumenta il numero di contenuti presenti su YouTube VR e i film IMAX in realtà virtuale. Infine è ora possibile trasmettere sulla TV di casa quello che state guardando in quel momento con Daydream View, così da rendere partecipe anche chi vi sta intorno.

Ovviamente il visore non è compatibile con tutti gli smartphone. Quelli certificate da Google sono:

  • Google Pixel 2
  • Google Pixel
  • Samsung Galaxy S8/S8+
  • Samsung Galaxy Note 8
  • ASUS ZenFone AR
  • ZTE Axon 7
  • Huawei Mate 9 Pro
  • Lenovo Moto Z e Z2

Dulcis in fundo veniamo al prezzo: 109 Euro per un device che arriverà in Italia solo nella colorazione grigio carbone.

Erika Gherardi

Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button