fbpx
FeaturedNewsTech

Maker Faire 2019: anche quest’anno l’innovazione è trasversale

Tecnologia, ma anche economica circolare, arte ed educazione

Roma – Anche quest’anno, con l’edizione 2019 di Maker Faire, arriva nella capitale la fiera dedicata all’innovazione e alla tecnologia. Due aspetti che, però, quest’anno ancora di più rispetto alle precedenti edizioni, sono declinati in maniera trasversale a molti settori, che vanno a quelli più tradizionali, tipo innovazione ed esplorazione spaziale, per toccare anche ambiti come la moda e l’arte.

Maker Faire 2019

Partiamo da un paio di numeri: l’edizione 2019 di Maker Faire conta sette padiglioni, per oltre 100mila metri quadrati di spazio espositivo e oltre 600 espositori provenienti da più di 40 nazioni. Tra questi ci sono ovviamente anche grandi nomi e brand, come EnelFerrovie dello StatoArduino, ma per lo più stiamo parlando di piccoli team, start-up e progetti, tutti potenzialmente capaci di rivoluzionare il loro settore.

Alcuni temi, come l’economia circolare e la sostenibilità, sono stati incorporati in maniera trasversale dalla fiera, che per esempio si è posta l’obiettivo, per questa edizione, di essere plastic-free, con isole ecologiche ovunque e contenitori per alimenti compostabili, e carbon neutral, con l’energia consumata proveniente da fonti rinnovabili e con le emissioni di gas serra compensate dalla piantumazione di un bosco Maker Faire.

Maker Faire 2019 mappa

Parlando invece degli stand, ogni padiglione è stato dedicato ad un diverso tema:

  • 3 – “Re-Think“: l’innovazione può arrivare anche dal guardare oggetti di uso comune, come vestiti e cibo, con una nuova prospettiva, cercando di ripensarli senza snaturarli. È in questo padiglione che l’economia circolare e verde, il riuso e nuovi modi di coltivare e preparare il cibo sono protagonisti.
  • 5 – “Learn“: in questo padiglione dedicato all’istruzione e ai giovani talenti, ragazze e ragazzi sono introdotti al mondo dei maker, per iniziare loro stessi a mettere le mani sugli strumenti necessari a creare l’innovazione di domani.
  • 6 – “Create“: l’innovazione e la tecnologia sono spesso associati all’utilitarismo, ma non dev’essere per forza così. In questo padiglione viene mostrato come questi due concetti si applicano anche all’arte e allo svago, in ambiti come il design, la musica e lo sport.
  • 7- “Discover“: la scoperta dell’ignoto è spesso un fortissimo motore per l’innovazione tecnologica. In questo padiglione troviamo quindi la sezione “Makers for Space“, con nomi importanti come l’ASI e l’Aeronautica Militare, e gli stand delle università (La Sapienza, Tor Vergata, Roma Tre) e degli enti di ricerca (CNR, INAF).
  • 8- “Make“: in questo padiglione è raccolto forse lo spirito più genuino di questa manifestazione, con stampanti 3D, industri 4.0 e lo stand dedicato ad Arduino, microcontrollore associato per antonomasia al mondo dei maker.
  • 9- “Research“: spostandoci verso l’avanguardia tecnologica, in questo padiglione troviamo stand dedicati all’Intelligenza Artificiale e alla Robotica. Tra tutti gli stand spicca in particolar modo quello dell’INAIL, con robot adatti sia a compiere lavori faticosi ma anche pensati per la riabiltazione in seguito ad un infortunio.
  • 10- “Agorà“: infine, nel padiglione 10, troviamo i vari stage dedicati a conferenze e panel, con un programma ricco di eventi.
Maker Faire 2019 robot band

Alcuni contenuti attraversano poi la fiera in maniera trasversale, come l’esposizione di arte contemporanea MakerArt: una serie di installazioni interattive accompagnano infatti i visitatori di padiglione in padiglione, rispecchiando tematiche come l’intelligenza artificiale,la robotica, la sound art e la videoarte.

Sono felice testimone – ha dichiarato Massimo Banzi, curatore della Maker Faire Rome fin dalla prima edizione – dell’evoluzione del mondo Maker. Da gruppi di appassionati che facevano i Maker per hobby siamo passati a progetti che sempre di più lavorano a semplificare la tecnologia a beneficio di tutti, entrando sempre in nuovi ambiti.

Maker Faire 2019 è iniziata oggi, con l’apertura in mattinata dedicata alle scuole, e proseguirà per le giornate del 19 e del 20 ottobre. Maggiori info sulla fiera, sui biglietti e su come arrivarci disponibili sul sito ufficiale.

Tags

Giovanni Natalini

Chi mi conosce mi definisce come una persona 'entusiasta' e 'appassionata': scienza, tecnologia, ma anche fumetti, podcast, meme, Youtube e videogiochi. A tempo perso, sto finendo una laurea magistrale in Ingegneria Elettronica.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker