fbpx

Michael Cudlitz, l’Abraham di The Walking Dead, conquista il cuore del Napoli Comicon 2016

La diciottesima edizione del Comicon, il salone del fumetto che si tiene annualmente a Napoli, si è appena conclusa, riscuotendo un successo incredibile. Migliaia i coslayers e i visitatori accorsi per godere delle tante anteprime ed eventi speciali a loro riservati. Punta di diamante del ricchissimo programma di questa edizione, però, è stato senza dubbio […]


La diciottesima edizione del Comicon, il salone del fumetto che si tiene annualmente a Napoli, si è appena conclusa, riscuotendo un successo incredibile. Migliaia i coslayers e i visitatori accorsi per godere delle tante anteprime ed eventi speciali a loro riservati.
Punta di diamante del ricchissimo programma di questa edizione, però, è stato senza dubbio l'incontro con Micheal Cudlitz, l'Abraham Ford dell'amatissima serie di Robert Kirkman, The Walking Dead.

TechPrincess_MichaelCudlitz_PanelComicon2016_News

E' la prima volta che un membro del cast varca i confini italiani e i fan non si sono di certo fatti scappare l'opportunità di potergli stringere la mano per la prima volta, avere un autografo e strappargli qualche dichiarazione su quel cliffhanger del finale di stagione che ci ha fatto tanto arrabbiare e restare con il fiato sospeso. Noi eravamo presenti all'incontro e abbiamo avuto modo di ascoltare le curiosità dal set e i divertenti aneddoti del sergente dal baffo rosso. Vi raccontiamo com'è andata:

TechPrincess_MichaelCudlitz_PanelComicon2016_NewsEntrare in una sala adornata da un'atmosfera febbricitante ed entusiasta, piena zeppa di sorrisi nervosi e occhi sognanti, fa un certo effetto. Sentirsi accomunati da una forte passione, essere legati ad una storia o a personaggi che, in un certo qual modo, sono riusciti a toccarci e a donarci qualcosa di concreto, ci unisce e ci fa sentire tutti un po' più simili. Noi fan di The Walking Dead, ci siamo sentiti esattamente cosi: parte integrante di un fenomeno planetario che è riuscito ad andare oltre la mera forma d'intrattenimento e a trasformarsi in qualcosa di più, arrivando ad unire i cuori degli spettatori e ad accendere in loro le più svariate forme di emozione.

TechPrincess_MichaelCudlitz_PanelComicon2016_News
Vedere salire sul palco Micheal Cudlitz è stato inaspettatamente naturale e sorprendente. In realtà la cosa potrebbe sembrarvi strana, ma è stato come sentir parlare una persona che conoscevamo da sempre. Oltre a fargli sentire tutto il nostro calore e la nostra "deadizione" verso la serie, abbiamo cercato in tutti i modi di ottenere il nome della vittima designata da Negan.

TechPrincess_MichaelCudlitz_PanelComicon2016_News

Ovviamente abbiamo fallito miseramente, ma ciò che Micheal ha dichiarato ci aiuta a capire quello che è il legame fra il fumetto e la storia narrata nella serie. Il suo sguardo attento sul fenomeno The Walking Dead rivela ciò ciò che si nasconde dietro il sangue, gli zombie e il volto dei personaggi.
Ecco alcune sue dichiarazioni:

  • Com'è stata la tua prima volta…sul set di The Walking Dead?
    Il mio primo giorno riguardò l'entrata in scena di Abraham, Rosita e Eugene. Ricordo che prima di quel momento la serie si stava distaccando dagli eventi narrati nel fumetto, ed introdurre quei personaggi avrebbe significato una sorta di ritorno alle origini. Quello che riusci a fare il produttore della serie fu veramente incredibile: riusci a ricreare la scena cosi com'è illustrata e narrata all'interno del fumetto. Fu come se quei personaggi fossero usciti dalle pagine e avessero camminato con le loro gambe, assumendo sembianze reali. Proprio per questo motivo, fu un giorno davvero speciale.

TechPrincess_MichaelCudlitz_PanelComicon2016_News

  •  Secondo te Eugene è innamorato di Rosita?
    Tutti sono innamorati di Rosita.
  • Siamo tutti a conoscenza di quanto l'odiato cliffhanger del finale di stagione abbia lasciato tutti a bocca aperta. Prima che l'episodio andasse in onda, vi aspettavate questo tipo di reazioni da parte del pubblico? O sono andate oltre le vostre aspettative?
    Quando abbiamo letto per la prima volta la sceneggiatura siamo rimasti sconvolti! La cosa incredibile è che tutti i fan della serie sapevano esattamente (non sospettavano) che qualcuno sarebbe morto alla fine di questa stagione. E noi abbiamo voluto sottrarvi questa certezza. Questo cliffhanger spinge il pubblico a pensare, a costruire una propria teoria su chi morirà, a cambiare continuamente idea, a scovare indizi… ed è questa la cosa più bella. Il pubblico è coinvolto in prima linea. Ovviamente, pensavate che sarebbe morto qualcuno perchè da troppo tempo nello show non si vedeva morire un personaggio principale e alla fine …vi abbiamo fregato!
  • Ci racconti un aneddoto relativo a quella scena? Durante le riprese si respirava la stessa aria di tensione che noi abbiamo percepito attraverso lo schermo?
    Ho apprezzato molto Jeffrey Dean Morgan, che nella serie interpreta Negan. Lui è stato un personaggio cattivo per molto tempo e quella scena in particolare era molto carica emotivamente ed è stato davvero emozionante girarla. Ricordo che Jeffrey stava girando "The Good Wife" ed arrivò sul set proprio per girare quella scena per poi ritornare a New York. La cosa incredibile è che quando Jeffrey arrivò sul set riusci a sentire il legame che si era creato tra gli attori, riusci a percepire la loro partecipazione emotiva. Si è trovato spiazzato vedendo il cast riunito a semicerchio dinanzi a lui. Per essere la sua prima volta sul set , ricordo che esegui una performance abbastanza impegnativa, recitando un monologo di 20 minuti.
    Quella scena in particolare, la scena della conta, fu estremamente difficile da girare. Fu ripetuta circa 30/35 volte e ogni volta neanche noi non sapevamo chi dovesse essere inquadrato e quindi dovevamo costantemente riuscire a trasmettere la nostra energia, la suspence…tutto ciò che provavamo. Io sono fiero di ogni membro del cast, perchè ognuno di loro ha dato il meglio di sè in quella scena.

TechPrincess_MichaelCudlitz_PanelComicon2016_News

  • Quanto è difficile far parte del cast di una serie dove ci sono cosi tante scene piene di emozioni forti e shockanti e soprattutto convivere con un ruolo cosi intenso?
    Questa è la parte più difficile, ma anche la più divertente del nostro lavoro. Ovviamente, serie come The Walking Dead e Fear The Walking Dead portano alla storia un livello di realtà che è superiore rispetto a quella del fumetto. Il compito più difficile dell'attore è proprio quello di mantenere i piedi per terra nella storia. Rispetto al fumetto i personaggi sono abbastanza incredibili, basti pensare a Michonne o Deryl. Tutto ciò che fanno è ad un livello superiore alla realtà e di conseguenza anche tutto ciò che provano va oltre.
  • Credi anche tu che ciò che di più malvagio ci sia in The Walking Dead non siano gli zombie, ma le persone? E che questa serie sia una serie costruita sull'umanità e le sue molteplici sfaccettature?
    Assolutamente si. Non solo nella serie, ma anche nel fumetto è evidente che gli esseri umani siano i mostri peggiori che si possano incontrare.
  • Ti sarebbe piaciuto interpretare Negan?
    Oh si, assolutamente.
  • Immagina di essere di fronte ad una platea di 800 zombie. Come reagiresti? Regalaci un momento da Abraham.

TechPrincess_MichaelCudlitz_PanelComicon2016_News
E Michael Cudlitz, durante questo speciale panel, è riuscito a fare questo e molto di più: non solo ci ha fornito uno sguardo approfondito sul personaggio di Abrham, ma ci ha anche donato un momento con Micheal come professionista e come uomo, aprendosi con disponibilità, dolcezza ed ironia alle domande anche più provocatorie e pungenti dei fan.

TechPrincess_MichaelCudlitz_PanelComicon2016_News

Il panel si è concluso con un dolcissimo abbraccio fra l'attore e una fan in lacrime per l'emozione, un gesto che ci ha piacevolmente sorpreso, un regalo che un ragazzo innamorato ha voluto fare a quella ragazza che, proprio come Abraham, ha vissuto una vita turbolenta ed ingiusta, e che per un solo giorno ha potuto finalmente veder divenire realtà uno dei suoi sogni più grandi.

TechPrincess_MichaelCudlitz_PanelComicon2016_News
Non sappiamo chi sarà la vittima della tanto odiata conta, ma se casomai dovesse avverarsi il famoso detto partenopeo che dice "Vedi Napoli e poi muori"….beh allora forse Michael avrebbe dovuto pensarci due volte prima di venirci a trovare!

TechPrincess_MichaelCudlitz_PanelComicon2016_News


Team di redazione

L'account della redazione di Tech Princess e Tech Business.