Cultura

Mobile Sensor Network, un dispositivo per migliorare la vita

TechPrincess_AromaTechnologyQualche tempo fa sono venuta a conoscenza di un progetto molto interessante sviluppato da Aroma Thechnology, società italiana con base a Roma.  Mobile Sensor Network, questo il nome del progetto, si prefigge di migliorare la qualità della vita delle persone.

Si, ma come? Grazie ad un piccolo dispositivo indossabile, e non invasivo, che riesce a effettuare una quantità inimmaginabile di misurazioni, sia di chi lo indossa sia dell'ambiente che lo circonda: temperatura ambientale, temperatura degli oggetti, temperatura dell'individuo, umidità, pressione atmosferica, altitudine, luminosità, monossido, alcol test, analisi del respiro e inquinamento acustico.

Ma come diceva una nota pubblicità, power is nothing without control: una mole così grande di dat,i infatti, senza controllo non ha nessun beneficio. Per questo motivo Aroma Technology ha anche sviluppato un app che funziona proprio come un social network che raccoglie tutti i dati dai vari sensori, li geolocalizza e li rende consultabili anche da coloro che non possiedono il sensore.

Come può essere utilizzata questa tecnologia per migliorare lo stile di vita? Partiamo dal presupposto che i tipi di misurazione sono molto diversi tra loro e che quindi l'utilizzo del device ha molteplici sfaccettature.

Vi faccio un esempio concreto: se volete trascorrere un weekend in mezzo alla natura sicuramente sarete attenti a scegliere un luogo poco inquinato e che abbia la famosa "aria buona". Anche perché per respirare aria inquinata me ne starete in città.
A questo punto basta avviare l'app e verificare se il luogo desiderato possa essere una meta ottimale oppure no.

In questo modo ogni singolo utilizzatore del sensore indossabile rileva dati preziosi, non solo per se stessi, ma anche per gli altri utenti. Il concetto quindi diventa quello di una community green dove tutti sono importanti. Più rilevatori ci saranno più saranno accurati i dati raccolti in ogni angolo del pianeta.

Oltre all'utilizzo "comunitario" il sensore ha anche un utilizzo personale: misurando la temperatura corporea fino al tasso alcolico, potrebbe diventare un oggetto inseparabile da portare realmente sempre con se.

Il design del sensore è ancora in via di definizione; ci stanno, infatti, lavorando gli studenti dello IED di Roma.

Insomma un progetto tutto italiano che mi sembra importante sostenere.

Se volete farlo avete tempo fino al 30 marzo per poter votare sul sito Edison Start (http://www.edisonstart.it/idee/aroma-mobile-sensor-network).

Direi che è questa l'Italia coraggiosa che si muove e che non ha paura di investire sulla tecnologia.

TechPrincess_MobileSensorNetwork

Tags

Fjona Cakalli

Amo la tecnologia, adoro guidare auto/camion/trattori, non lasciatemi senza videogiochi e libri. Volete rendermi felice? Mandatemi del cibo :)
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker