Tech

Octopus: lo smartwatch che insegna ai bambini le buone abitudini

Nel corso dell'ultimo anno sono comparsi sul mercato diversi smartwatch pensati per i più piccoli, tutti fondamentalmente legati ad una sola funzione, ossia quella di monitorare in tempo reale la posizione dei propri figli. Joy ha deciso invece di optare per un approccio diverso dando vita ad Octopus, un progetto che in pochi giorni è riuscito a raccogliere su Kickstarter più di 600.000 Euro. Ma di che si tratta?

L'orologio nasce da un'idea molto semplice, ossia quella di insegnare ai bambini a gestire il proprio tempo promuovendo così un po' di auto-disciplina. Tramite l'apposita app i genitori possono programmare Octopus in modo da far comparire icone diverse in momenti diversi della giornata. Qualche esempio? Verso mezzogiorno comparirà l'icona del pranzo per ricordargli che deve mangiare, la sera quella del letto per spiegargli che è ora di andare a dormire, ma anche quella che gli comunica che deve fare il bagno o dare da mangiare al cane. Insomma, un ottimo modo per permettere ai bambini di responsabilizzarsi e di interiorizzare alcune sane abitudini che gli torneranno utili per il resto della vita.

TechPrincess_Joy_Octopus_app

Octopus è inoltre pensato per evolversi con i bambini. A disposizione infatti avrete una serie di preset divisi per età e genere; quando vostro figlio crescerà, lo smartwatch sbloccherà nuove funzioni in linea con le sue nuove capacità.

Octopus è già stato testato da molti minori e altrettanti genitori in 3 differenti continenti, il che ha permesso alla startup di scoprire come questo sistema risulta estremamente utile con bambini che hanno l'ADHD (Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattività), l'autismo, la sidrome di Down o il diabete di tipo A.

Avete ancora 10 giorni per diventare un backer di Octopus e accaparrarvene donando 49 dollari. Approfittatene!

Tags

Erika Gherardi

Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker