fbpx
Picwant logo

Picwant, Haiti e il reportage con lo smartphone di Riccardo Venturi

Picwant, la prima applicazione creata per permettere a chiunque di pubblicare foto e video realizzati con lo smartphone e venderli online, ha recentemente stretto un importante accordo con il pluripremiato fotoreporter Riccardo Venturi che, in procinto di partire per Haiti, per completare il suo progetto Haiti Aftermath, realizzerà anche un foto-reportage con il proprio smartphone da […]


Picwant, la prima applicazione creata per permettere a chiunque di pubblicare foto e video realizzati con lo smartphone e venderli online, ha recentemente stretto un importante accordo con il pluripremiato fotoreporter Riccardo Venturi che, in procinto di partire per Haiti, per completare il suo progetto Haiti Aftermath, realizzerà anche un foto-reportage con il proprio smartphone da vendere poi attraverso il famoso portale. Picwant ha commissionato il servizio per estendere gli ambiti propri della mobile photography anche al reportage, una forma d’arte che ben si presta all’immediatezza del linguaggio mobile.

L'obiettivo di Picwant è quello di rivolgersi ad un pubblico variegato, composto tanto da amatori quanto da fotografi professionisti, pronti a cooperare in egual misura alla crescita della piattaforma. Già dalla sua nascita l’app per iOS ed Android porta avanti tale missione rivolgendosi a tutti, in quanto l’unica discriminante per diventare un Picker è quella di utilizzare uno smartphone e scattare foto belle e potenzialmente vendibili.

Haiti

Siamo felici di aver stretto questa collaborazione con un professionista del calibro di Riccardo Venturi che crede nel nostro progetto e ha deciso di farne parte. – commenta Stefano Fantoni, Amministratore Unico di Picwant – Con questo accordo vogliamo dimostrare, se ancora ce ne fosse bisogno, che si possono fare grandi foto anche con uno smartphone e che il futuro è mobile.”

Anche Riccardo Venturi si è detto entusiasta di questa collaborazione: “Da anni i telefoni evoluti diventano sempre più simili alle fotocamere e il distacco in termini di qualità delle immagini è sempre più ridotto. Sarà il mio primo reportage con lo smartphone e, poiché sono sempre ricettivo a tutto ciò che è nuovo, sono realmente desideroso di esplorare questa nuova forma di comunicazione.

Disponibile gratuitamente per dispositivi iOS ed Android, Picwant ha già fatto registrare ampi consensi per la sua idea semplice ma innovativa, grazie anche ad un sistema di facile ed immediato di utilizzo. Per saperne di più vi invitiamo a visitare le pagine Facebook e Twitter dedicate a Picwant.


elenamoroni