fbpx
NewsVideogiochi

PUBG, gli sviluppatori al lavoro su ottimizzazione e nuovi contenuti

Il 2018 ha visto la pubblicazione della versione 1.0 di PlayerUnknown's Battlegrounds, il popolare Battle Royale sviluppato da PUBG Corp. e acerrimo rivale del più celebre Fortnite. Gli sviluppatori hanno rilasciato alcune dichiarazioni circa l'attuale stato dei lavori sullo sparatutto, pubblicando una Dev Letter sul blog ufficiale della Steam Community.

I developer hanno dunque fornito un breve resoconto delle novità in arrivo prossimamente sui server di gioco, ma avrebbero anche colto tale occasione per scusarsi umilmente con i fan di PUBG, ammettendo di aver commesso "alcuni errori".

Il vero potenziale di PUBG deve ancora essere svelato

"Nonostante abbiamo introdotto alcune significative migliorie su PUBG, su altri aspetti abbiamo fatto qualche passo falso. I giocatori ci hanno giustamente richiamati per non essere riusciti a migliorare le performance, e recentemente non abbiamo fatto il miglior lavoro di comunicazione circa i cambiamenti che apporteremo al gioco".

Sono queste le dichiarazioni con cui il team di sviluppo ha aperto la lettera pubblica risalente a qualche ora fa. I developer ci tengono a informarci, tuttavia, di aver ristabilito le priorità dello studio, che da oggi si focalizzerà sui seguenti aspetti: performance, ottimizzazioni lato-server e cheating.

Per quanto concerne le prestazioni, il più grande problema che affligge PUBG al momento risulta il framerate, il quale inciampa costantemente in cali sporadici durante le partite, affiancato da stuttering e, più in generale, da rallentamenti occasionali del gioco. Gli sviluppatori hanno dunque attribuito la colpa ad un'errata gestione dell'effettistica e delle luci – che causerebbero così un sovraccarico della GPU.

Secondo i nuovi piani di PUBG Corp., inoltre, i futuri aggiornamenti di PlayerUnknown's Battlegrounds saranno distribuiti con una maggiore frequenza, aggiungendo eventuali fix appena questi saranno pronti, piuttosto che attendere le patch più grandi.

Parlando di server verrà ottimizzato il codice di rete e ridotta la latenza, di conseguenza i giocatori dovrebbero avvertire una maggiore reattività in-game; sarà inoltre aumentata la velocità di trasferimento dei dati per lo spawn degli oggetti nelle mappe e la rapidità degli aggiornamenti di determinati frame, al fine di eliminare le anormalità inerenti i veicoli.

E i cheater? Avranno vita sempre più dura. Gli sviluppatori hanno svolto un ottimo lavoro per contrastare i "furbastri" di PUBG, ma credono di poter fornire un migliore supporto, almeno finché non riusciranno a debellare la minaccia.

pubg sanhok

Si è parlato anche del major update in programma per PlayerUnknown's Battlegrounds, che introdurrà la nuova mappa chiamata Sanhok. Dopo il suo rilascio – previsto entro la fine di giugno – la mappa accoglierà nuove armi e mezzi di trasporto, tra cui un veicolo a tre ruote che il team di sviluppo ha momentaneamente nominato Tukshai.

Insomma, tante ottime notizie per tutti i fan di PUBG, che presto potranno finalmente mettere le mani su una versione più stabile (e ghiotta) dell'amato Battle Royale.

Pasquale Fusco

A metà strada tra un nerd e un geek, appassionato di videogiochi, cinema, serie TV e hi-tech. Scrivo di questo e molto altro ancora, cercando di dare un senso alla mia laurea in Scienze della Comunicazione e alla mia collezione di Funko Pop.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button