fbpx
Qualcomm 212 LTE

Qualcomm 212 LTE, chipset IoT per dispositivi a basso consumo
Il nuovo chipset è destinato ai dispositivi che devono funzionare a batteria per 15 anni o più


Qualcomm ha lanciato un nuovo chipset Internet of Things (IoT) progettato per dispositivi e applicazioni a basso consumo. Il modem IoT Qualcomm 212 LTE, un chipset NB2 (NB-IoT) monomodale, che è considerato “il più efficiente dal punto di vista energetico”.  Il modem è focalizzato sull’efficienza e mantiene il consumo energetico il più basso possibile, il che, a sua volta, renderebbe il chipset adatto ai dispositivi endpoint che devono fare affidamento sulle batterie per essere alimentati. 

Secondo Qualcomm, il modem 212 richiede meno di 1uA di corrente ed è compatibile con i dispositivi IoT che utilizzano un alimentatore fino a 2,2 volt.

Qualcomm 212 LTEIl chipset Qualcomm 212 LTE IoT include un modem, un processore ARM Cortex M3 (204 Mhz), memoria, ricetrasmettitore RF con front-end RF e componenti di gestione dell’alimentazione. Le bande di frequenza RF vanno da 700 MHz a 2,1 GHz e il modem integra moduli LTE di dimensioni inferiori a 100 millimetri quadrati e supporta 3GPP monomodale versione 14 cat. Il modem IoT Qualcomm 212 LTE sarà commercialmente disponibile nella seconda metà del 2020. 

Qualcomm 212 LTE, 15 anni di autonomia garantita

“Il modem IoT LTE Qualcomm 212 contribuirà a inaugurare una nuova era per le applicazioni IoT in tutto il mondo, specialmente per quelle che richiedono una connettività in profondità all’interno degli edifici combinata con un basso consumo energetico, come i device IoT alimentati a batteria che devono essere operativi per 15 o più anni,” ha affermato Vieri Vanghi, Vice President, Product Management di Qualcomm Europe. “Il suo consumo energetico ridotto, il form factor compatto e il basso costo faciliteranno ampiamente gli OEM nella creazione della nuova generazione di device IoT a basso consumo energetico.”

Qualcomm sta inoltre lanciando un kit di sviluppo software (SDK) per il dispositivo, consentendo agli sviluppatori di creare ed eseguire software personalizzato sul chipset. È incluso anche il supporto pre-integrato per piattaforme cloud, incluso l’SDK IoT di Microsoft Azure.

“Siamo entusiasti di estendere ulteriormente la nostra collaborazione con Qualcomm Technologies per supportare tecnologie innovative che collegano l’edge e il cloud intelligente. Da settori come l’energia ai trasporti alle città intelligenti, la capacità di sfruttare chipset a basso consumo e a basso costo sono una parte fondamentale per aiutare i nostri clienti comuni a distribuire nuove soluzioni di telemetria, tracciamento e altre soluzioni edge con una lunga durata della batteria sfruttando al contempo  la nostra piattaforma e infrastruttura cloud iperscale Azure IOT” ha affermato Roanne Sones, CVP di Microsoft.


Danilo Loda

100% "milanes", da una vita scrivo di bit e byte e di quanto inizia con on e finisce con off. MI piace tutto quello che fa rumore, meglio se con un motore a scoppio. Amo viaggiare (senza google Maps) lo sport, soprattutto se è colorato di neroazzuro.