fbpx
Cultura

La realtà aumentata per vivere la cultura italiana

Dalla Sicilia alla Toscana si moltiplicano i progetti tecnologici per esplorare le bellezze del nostro Paese

La tecnologia cambia il nostro modo di vivere il mondo, anche quando si parla di cultura. E così sempre più località italiane si aprono agli strumenti digitali, per permettere ai turisti di scoprire le bellezze del nostro Paese in una maniera tutta nuova. Si va da progetti di realtà aumentata sviluppati per località iconiche in Sicilia ad applicazioni per esplorare gli angoli più affascinanti della Toscana.

La realtà aumentata sbarca in Sicilia, da Sortino all’Etna

Si chiama 3D-Labs Sicilia il progetto che coinvolge quattro comuni dell’isola e il parco dell’Etna. L’obiettivo è ampliare l’esperienza delle persone che passeranno a visitare queste località, permettendo loro di immergersi completamente al loro interno, aprendosi a un mondo tutto nuovo. Tutto con la possibilità di rendere la scoperta di questi luoghi sempre più evoluta, cambiando l’approccio turistico alla zona.

Qualche esempio? Si parte da Vizzini, luogo noto per il suo legame con lo scrittore Giovanni Verga. Tramite la realtà aumentata o strumenti di questo tipo si potrà far vivere ai turisti un’esperienza di piena connessione con il mondo creato da uno dei più celebri autori della Sicilia. I personaggi nati dalla penna dello scrittore potranno muoversi per le stanze del museo a lui dedicato, per offrire ai visitatori un contatto diretto con queste figure iconiche. E ancora, si potrà andare alla scoperta di altre zone tipiche della città come il Castello normanno o la cunziria, un’area dedicata alla tradizionale attività della concia.

Simili iniziative coinvolgeranno anche il Castello manfredonico di Mussomeli. L’idea è quella di trasportare gli ospiti direttamente nell’epoca in cui questo luogo era vivo e attivo. Tramite l’uso di proiettori e altre tecnologie per la realtà aumentata, si potrà dare uno sguardo alla Sicilia del passato. In particolare in questa sorta di parco a tema medievale si potranno incontrare i protagonisti delle leggende che ruotano intorno al castello.

Questo tipo di tecnologie può tornare utile anche per attivare in maniera più completa i siti. Un esempio perfetto è il parco dell’Etna, che sfrutterà gli strumenti della realtà aumentata per permettere l’esplorazione del vulcano tutto l’anno. Si potrà quindi vivere la visita a questo luogo anche nei periodi in cui tradizionalmente è chiuso al pubblico. Il tutto con la possibilità di esplorarlo in maniera più approfondita e con un contatto più diretto.

Una grande opportunità per rilanciare il turismo

realtà aumentata sicilia toscana

L’obiettivo di questo progetto di realtà aumentata, che coinvolge oltre a quelli citati anche i comuni della Sicilia Sortino e Militello in val di Catania, è comunque quello di allargare le possibilità offerte ai visitatori. Proprio per raggiungere questo obiettivo, la possibilità di contribuire è aperta a tutti. Oltre alla collaborazione delle università di Palermo e Catania e ad aziende private come la K.l.a. in Robotics, c’è spazio per nuovi partner a ogni livello. “Siamo aperti a chiunque voglia collaborare al progetto” ha dichiarato uno dei promotori Roberto Barbera.

Non è l’unico caso di tecnologia al servizio della cultura italiana emerso negli ultimi giorni. La digital transformation ha coinvolto anche la splendida Via Lauretana, recentemente riqualificata. Grazie alla nuova applicazione (disponibile sia per iOS che Android) si può avere un compagno di viaggio esperto direttamente sul proprio smartphone. Report meteo, consigli su dove fermarsi a mangiare e riposare, i percorsi da seguire e anche funzioni di interazione con gli altri camminatori, tutto in maniera fluida e semplice. Insomma, un modo nuovo per scoprire questo tracciato tanto amato in passato.

Dopotutto, la ricchezza culturale dell’Italia non è solo un luogo comune. Da Nord a Sud il nostro Paese è ricco di luoghi affascinanti. Bellezze naturali e artificiali che meritano di essere scoperte e vissute. Portare un’esperienza più completa e ricca può essere un ottimo modo per esplorarle in maniera più approfondita e accattivante. Così facendo si spingeranno sempre più turisti a visitarle e conoscere posti nuovi, rilanciando un settore che più di altri è stato colpito dagli eventi degli ultimi mesi. E voi, siete già pronti a partire?

Source
MeridionewsBusiness Insider Italia

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button