fbpx
FeaturedRecensioniTech

Recensione AVM FRITZ!Repeater 3000: come estendere il vostro WiFi

FRITZ!Repeater 3000 nasce con uno scopo piuttosto chiaro: ampliare la vostra rete wireless in modo semplice e veloce. Niente configurazioni complesse e niente problemi di compatibilità e nessuna nuova password da ricordare: in pochi secondi siete pronti ad utilizzare la vostra linea. Insomma, AVM FRITZ!Repeater 3000 è il prodotto perfetto per chi vuole ottenere un eccellente risultato senza avere particolari competenze tecniche. Prima però di catapultarci verso le conclusioni, scopriamo qualcosa di più su questo ripetitore.

A cosa serve FRITZ!Repeater 3000?

FRITZ!Repeater 3000 si presenta con l’ormai inconfondibile confezione dei prodotti AVM: intensamente blu, con il logo FRITZ! che risalta prepotentemente e l’immagine del prodotto che occupa grande parte della parte frontale. All’interno tutto ciò di cui avete bisogno: l’alimentatore, un cavo Ethernet piatto, le istruzioni e ovviamente il ripetitore. Quest’ultimo riprende il design dei più recenti prodotti AVM, proponendo una colorazione bianca con qualche piacevole inserto rosso. Una combinazione che gli consente di adattarsi serenamente a qualsiasi ambiente, sia domestico che lavorativo.

Sulla parte frontale troviamo un LED che mostra la qualità del segnale (verde indica una buona connessione, mentre arancione un segnale debole), il tasto Connect e un secondo LED che vi aiuterà a capire se siete connessi o meno al router principale. Sulla parte posteriore invece trovate due porte Ethernet, mentre il fondo ospita l’ingresso per l’alimentazione.

recensione fritz Repeater 3000

Tutto questo a cosa serve? Semplice: a connettere FRITZ!Repeater 3000 al vostro modem/router e ad estendere di conseguenza la vostra rete.

Vi faccio un esempio estremamente pratico: il mio appartamento non è particolarmente grande, eppure il modem fornito dal mio operatore non è in grado di garantire una copertura omogenea. Questo significa che il segnale è molto forte in salotto e cucina perché le due stanze sono adiacenti al modem, ma diventa fastidiosamente debole in camera da letto, cosa che spesso mi impedisce di godermi serenamente film e serie TV in streaming. Come ho risolto? Semplice: posizionando il ripetitore di AVM a metà tra la zona da coprire e la posizione del mio modem. Questo consente a FRITZ!Repeater 3000 di collegarsi al WiFi e di ampliarne poi la copertura. Tutto questo senza creare una nuova rete. Voi quindi non dovrete ricordare alcuna password o preoccuparvi di passare da una connessione all’altra: il ripetitore prenderà il nome del vostro attuale WiFi e deciderà quando è opportuno agganciarsi direttamente a lui o quando invece è più comodo usare il modem.

Un’installazione semplice e veloce

Ma come si connette alla rete di casa? Due le opzioni disponibili: un ponte wireless o un ponte LAN. Il primo, quello preimpostato, è adatto a coloro che vogliono abbandonare i tradizionali cavi. Questa modalità infatti consente a FRITZ!Repeater 3000 di collegarsi via wireless al vostro router per servire poi gli altri dispositivi utilizzando sempre il WiFi oppure un cavo Ethernet.

La seconda modalità invece collega il ripetitore al modem con un cavo LAN e permette poi ad altri device di connettersi senza fili a FRITZ!Repeater 3000.

recensione fritz Repeater 3000

Io, come potete immaginare, ho preferito la prima per due motivi: 1) non volevo un filo chilometrico in casa e 2) preferivo avere le due porte LAN disponibili.

La procedura è alquanto semplice, soprattutto se possedete già un FRITZ!box. Se avete il modem di AVM o qualsiasi router con tasto WPS, vi basta collegare il ripetitore, premere il tasto Connect e poi premere il già citato pulsante WPS sul vostro modem. Se entrambi i LED di FRITZ!Repeater 3000 si accendono e rimangono stabili, significa che la procedura è andata a buon fine.

L’alternativa è quella di collegarvi alla rete creata ad hoc dal device e poi visitare il sito http://fritz.repeater per avviare la configurazione.

Niente panico: entrambe le opzioni richiedono circa 5 minuti del vostro tempo.

L’ho configurato. E ora?

recensione fritz Repeater 3000E ora nulla a dire il vero. Una volta collegato infatti non dovrete preoccuparvi di nulla. Tutto avviene automaticamente e, ripeto, funziona ancora meglio se collegato ad un modem/router di AVM. Questo infatti vi consente di sfruttare al meglio le tre bande disponibili: una dedicata unicamente alla connessione tra ripetitore ed unità principale e due invece messe a disposizione dei vostri dispositivi, così da garantire prestazioni sempre al top. La rete Mesh che si andrà a creare infatti è progettata per assicurare un’eccellente velocità di navigazione, ma anche per garantire tutta la velocità necessaria per lo streaming video o per il gaming.

Collegandovi poi all’ormai famoso FRITZ!OS potrete controllare in un attimo la vostra rete, verificare quali device sono collegati ed effettuare tutti gli aggiornamenti necessari. Il tutto – voglio che sia chiaro – senza avere necessariamente delle skill in questo campo.

La semplicità però non è l’unico vantaggio offerto. FRITZ!Repeater 3000 infatti è risultato davvero affidabile, così affidabile che vi dimenticherete persino di averlo installato. Vi godrete tutta la comodità di una rete stabile e veloce senza nemmeno accorgervene.

AVM FRITZ!Repeater 3000: comprarlo oppure no?

recensione fritz Repeater 3000

Se anche voi siete afflitti dal mio stesso problema, a casa o in ufficio, FRITZ!Repeater 3000 è un investimento quasi indispensabile. Con 129 euro infatti potete portare a casa un prodotto solido, facile da configurare e ancora più semplice da installare. E poi è davvero alla portata di tutti, anche dei meno tecnologici fra voi.  Certo, il costo è superiore alla media, ma, come sempre, la qualità si paga.

AVM FRITZ!Repeater 3000

  • Design minimale e moderno
  • Semplice da installare
  • Facilissimo da usare
  • Interfaccia intuitiva
  • Prezzo superiore alla media
Tags

Erika Gherardi

Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker