fbpx
FeaturedRecensioniVideogiochi

Recensione Blood & Truth: iniezione di adrenalina virtuale

Blood & Truth arriva su PlayStation VR portando una ventata d'azione

Siamo a fine 2017: PlayStation VR fa breccia in centinaia di migliaia di salotti in tutto il mondo. Uno dei primi titoli disponibili è PlayStation VR Worlds, una collection contenente diversi minigiochi in grado di mostrare (e dimostrare) tutte le potenzialità del caschetto blu di Sony. Tra questa spiccò indubbiamente London Heist, una dimostrazione action e molto adrenalinica ambientata in quel di Londra, in cui potevamo imbracciare due PlayStation Move e sparare all’impazzata a bordo di veicoli in rapido movimento. 

Gli stessi sviluppatori di London Heist, SCE London Studio, hanno quindi deciso di ampliare ulteriormente quell’idea a tratti embrionale, potenziandola, e portando a compimento Blood & Truth, titolo action disponibile in esclusiva per PlayStation VR dal 28 maggio. 

L’ultima creazione degli studi londinesi di Sony ci porta  immediatamente nel centro dell’azione:  impersoneremo Ryan Marks, a seguito infatti di un incontro iniziale a Londra con l’agente Carson, ci troveremo direttamente calati in un flashback ambientato nel pieno di un conflitto. Basteranno pochi istanti di gioco per prendere immediatamente confidenza con il sistema dei controlli, governato come sempre dall’utilizzo sincrono dei due PlayStation Move, così come precedentemente riscontrato con London Heist. Il tutorial iniziare servirà, nella fattispecie, a calibrare entrambi i controller PlayStation Move col fine di restituire l’esperienza più ottimale possibile nel momento dell’inizio dell’azione. Il numero delle armi è più che buono, e ciascuna arma offre un buon feeling: sarà possibile mirare con un mirino laser virtuale, che ci permetterà di indirizzare con maggior facilità i proiettili che scaricheremo generosamente sui nemici. 

Fucili a portata di mano

È proprio il PlayStation Move che garantisce un gameplay divertente e interattivo: oltre infatti a maneggiare le armi su entrambe le mani, ci troveremo a compiere diverse azioni, come ad esempio salire su degli scalini alternando le mani, scassinare delle porte cercando di manipolare gli ingranaggi e tanto altro ancora, rendendo l’azione di gioco variegata e mai noiosa. Ad aggiungere pepe al gioco troviamo la modalità a rallentatore, che verrà utilizzata a discrezione del giocatore nelle fasi più concomitate nel corso dei conflitti a fuoco. Basterà premere contemporaneamente i due PlayStation Move per attivarla, riuscendo quindi a mirare i nemici con più calma e precisione del solito.

I conflitti armati sono assolutamente animati e dinamici: in Blood & Truth il giocatore, pur trovandosi all’interno di uno schema su strade predefinite, ha la possibilità di muoversi piuttosto liberamente all’interno del campo delle sparatorie, indicando la direzione con l’utilizzo del controller. Il personaggio a quel punto si muoverà, fino ad arrivare alla nuova copertura desiderata dal giocatore. Sarà possibile quindi procedere gradualmente verso le posizioni dei nemici, avanzando man mano e facendosi strada a suon di proiettili. Questo evita fortunatamente anche la fastidiosa motion sickness tipica dei titoli più movimentati, evitando quindi di provocare un’eccessiva nausea e chinetosi nel giocatore. 

London Calling

Sicuramente il comparto tecnico di Blood & Truth rappresenta un punto di forza del gioco. La realizzazione tecnica è infatti molto curata, andando a rifinire ciò che avevamo già visto in precedenza due anni fa con London Heist. L’impatto con PlayStation VR risulta quindi davvero efficace, riuscendo perfettamente a coinvolgere il giocatore all’interno dell’azione e delle scene più adrenaliniche. 

La stessa cura e trattamento è stata riservata da Sony per il comparto sonoro del gioco: incredibilmente, a dispetto di altri titoli disponibili per PlayStation VR, Blood & Truth è stato infatti interamente doppiato in italiano, aggiungendo quindi un ulteriore fattore di coinvolgimento. Anche da questi dettagli è possibile notare come Sony abbia investito e creduto abbondantemente nelle potenzialità del gioco, non lasciando nulla al caso ma anzi confezionando un prodotto preciso e completo. 

Altro punto a favore di Blood & Truth è la sua varietà di gioco e di situazioni: le ambientazioni, sia cittadine che non, sono realizzate con la massima cura, ed assicurano sempre una ventata d’aria fresca, senza mai portare a noia. Passeremo dai conflitti a fuoco, a situazioni più tranquille, con una buona gestione del ritmo generale. 

Blood & Truth: vale la pena comprarlo?

Blood & Truth è in definitiva uno dei prodotti migliori degli ultimi mesi sul panorama PlayStation VR: degno del miglior action movie, il gioco coinvolge con conflitti a fuoco dinamici e numerosissime situazioni di gameplay, senza mai annoiare e, anzi, appassionando con una trama ben strutturata e decisamente superiore a quella di produzioni simili. Lo consigliamo assolutamente a tutti i possessori di PlayStation VR, che abbiano intenzione di immergersi in un’avventura adrenalinica e divertente. 

Blood & Truth

  • Adrenalinico e divertente
  • Ottima trama
  • Comparto tecnico ben realizzato
  • Alcuni cliché tipici del genere
Tags

Ivan Miralli

Mi dimeno tra lo studio della Medicina e la passione per la tecnologia e i videogiochi. Romano di origini, vivo tra la nebbia della pianura padana da fin troppo.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker