fbpx

[Recensione] Nuance Power PDF 2: un’alternativa ad Adobe Acrobat

Se pensate che Nuance Communications si limiti a sviluppare Dragon NaturallySpeaking, l’ormai famosissimo software di riconoscimento vocale, vi sbagliate di grosso. Nel corso degli anni infatti l’azienda americana ha sviluppato diversi software, l’ultimo dei quali è Nuance Power PDF 2. Di che si tratta? In sostanza siamo di fronte ad un programma – pensato tanto […]


Se pensate che Nuance Communications si limiti a sviluppare Dragon NaturallySpeaking, l'ormai famosissimo software di riconoscimento vocale, vi sbagliate di grosso. Nel corso degli anni infatti l'azienda americana ha sviluppato diversi software, l'ultimo dei quali è Nuance Power PDF 2.

Di che si tratta? In sostanza siamo di fronte ad un programma – pensato tanto per i singoli professionisti quanto per i piccoli e grandi uffici – che consente di creare e controllare in maniera semplice ed intuitiva i PDF.

Per scoprire come si comporta, abbiamo deciso di provarlo per qualche giorno.

Un gemello per Microsoft Office

Avete mai messo le mani sull'apprezzato Adobe Acrobat? Se la risposta è sì, saprete quasi certamente che l'interfaccia che lo caratterizza è piuttosto old-fashioned: tendenzialmente grigia, con i soliti menù a discesa e una leggera somiglianza con il resto della suite creata dalla società di San José. Insomma, di base è pensato per coloro che lo usano ormai da tempo e che quindi si aspettano di trovare gli stessi strumenti nella stessa identica posizione.

Se da un lato la soluzione adottata da Adobe risulta ottima per gli utenti più fedeli o coloro che sono soliti usare la Creative Suite, dall'altro risulta meno intuitivo per chi invece approccia il software per la prima volta. Un problema che con Power PDF 2 non si pone visto che Nuance ha deciso di emulare la UI di Microsoft Office. A disposizione quindi avrete una barra ricca di tool, semplice da leggere e facile da utilizzare, il che vi permetterà di sentirvi "a casa" anche se non siete soliti usare software per la manipolazione dei PDF.

La familiarità non è però l'unico vantaggio offerto dall'interfaccia di Power PDF 2. Esattamente come i programmi della suite di Microsoft, il software di Nuance permette di passare rapidamente dalla modalità standard a quella progettata per i deviece touchscreen, così da poter sfruttare Power PDF 2 anche sui convertibili.

Produttività e sicurezza

Il programma di Nuance ospita ovviamente tutte le funzioni più classiche, come la possibilità di convertire i file in PDF, quella di unire più PDF, di crearne uno ex novo, di dare vita al proprio portfolio o di ottenere un nuovo documento partendo da una scansione. In tutti questi casi l'importazione e la conversazione risultano piuttosto rapide, mentre la consultazione è resa più facile dalla tecnologia OCR (optical character recognition) integrata nel software, tecnologia che consente di effettuare ricerche precise all'interno di ogni singolo documento.

Presenti inoltre un nuovo supporto avanzato ai moduli PDF dinamici, che permette di aprire e creare file facilmente compilabili da utenti e clienti, e la possibilità di utilizzare Microsoft Active Directory Right Management Services, un nome lunghessimo che in realtà nasconde una funzione utilissima: quella di bloccare i documenti riservati senza password proteggendoli in modo personalizzato.

A semplificarvi ulteriormente la vita c'è poi l'integrazione con Office, la possibilità di salvare sui più famosi cloud storage presenti sul mercato come Box, Dropbox, Evernote e Google Drive e le estensioni per Chrome e Firefox, per trasformare le pagine web in PDF in pochi secondi.

Insomma, a conti fatti Nuance Power PDF 2 si è rivelato sicuramente un'ottima alternativa al più famoso Acrobat, un'alternativa completa, intuitiva e sicuramente più economica. A disposizione due differenti versioni per Windows, Standard e Advanced; la prima è pensata per i privati e i piccoli gruppi di lavoro ed è venduta al prezzo di 99 Euro, mentre la seconda – ideale per le aziende – è sul mercato ad un costo di 169 Euro, con la possibilità di applicare sconti basati sulle grandi quantità.


Erika Gherardi

Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.