fbpx
CulturaFeaturedTech

Reggiseni hi-tech, la rivoluzione tecnologia è anche sull’intimo

Reggiseni antitumorali, antistress o antiviolenza. È la nuova frontiera dell'hi-tech, per garantire alle donne il massimo comfort e la massima sicurezza

Degli indumenti amati e odiati, ma che sono da sempre accostati alla figura femminile, sono i reggiseni che, nell’era del 2.0, non potevano che diventare hi-tech.

Reggiseni hi-tech, una rivoluzione

Sono tanti i tipi di reggiseni hi-tech realizzati negli ultimi anni; ed eccone alcuni che, in futuro, potrebbero diventare più comuni di quanto si pensi.

Il reggiseno antitumorale

reggiseniJulian Rios Cantu, un giovane studente di medicina messicano, ha creato EVA, il rivoluzionario reggiseno capace di individuare precocemente un tumore alla mammella.

Questo particolare reggiseno è stato ispirato dall’esperienza diretta che Julian ha avuto con questo cancro: sua madre, purtroppo, se ne era ammalata, subendo l’asportazione di entrambi i seni.

Il tumore al seno rappresenta uno dei cancri più diffusi nel mondo femminile, colpendo in media 1 donna su 8. La prevenzione, quindi, è fondamentale e perché non farla proprio grazie ad un reggiseno? EVA è pensato non solo come metodo diagnostico ma anche come un indumento comodo da indossare.

Insomma le caratteristiche di un reggiseno unite all’hi-tech che, grazie ai suoi sensori e ad un constante monitoraggio di chi lo indossa, permetterebbe di salvare tante vite con un intervento tempestivo.

Il reggiseno antistress

reggiseniAmmettiamolo: l’era moderna ci ha portato a tante comodità ma i ritmi di vita sono aumentati a dismisura, causando nella popolazione l’aumento dello stress. Delle volte siamo così nervosi da non sopportare neppure gli indumenti che indossiamo e, in genere, per le donne il più odiato è proprio il reggiseno.

Tuttavia questo supplizio potrebbe diventare un lontano ricordo grazie a VITALI, un reggiseno hi-tech capace non soltanto di scacciare lo stress ma anche di rilassare chiunque lo indossi. Ideato da Cindy Wu, una studentessa di ingegneria della British Columbia University, questo reggiseno unisce le funzioni dello yoga e della respirazione controllata.

Il funzionamento di VITALI è molto semplice: grazie ad una centralina ovale agganciata sulla coppa sinistra, all’altezza del cuore, si monitorano battito e respirazione. In questo modo, in caso di segnali di nervosismo o di panico, la centralina (ribattezzata the gem) inizierà a vibrare dolcemente, portando chiunque indossi il reggiseno a regolare la respirazione in base alla vibrazione emessa. Inoltre VITALI controlla anche la posizione della schiena, permettendo così una migliore postura.

Il reggiseno che si slaccia solo con il vero amore

reggiseniL’idea di un reggiseno che si slaccia solo con chi si ama potrebbe sembrare un’idea futile, una di quelle capaci di far sorridere ironicamente. In realtà, è un’ottima arma contro le violenze.

Pensato dall’azienda giapponese Ravijour, questo particolare tipo di reggiseno ha dei sensori che monitorano il battito cardiaco. Se il battito è quello tipico di chi è innamorato, allora il reggiseno si slaccerà in quanto chi lo indossa è assieme alla persona che ama. Contrariamente, i gancetti non si sbottoneranno in quanto la persona è in una situazione di pericolo, quindi con un malintenzionato. Da qui, tra l’altro, il suo particolare nome: True love tester.

L’aprirsi o meno dell’allacciatura, inoltre, è regolato da un sistema bluetooth che invia i segnali del battito cardiaco ad una specifica app da installare sullo smartphone. In base alla situazione i sensori capiranno se permette o non permettere al reggiseno di slacciarsi.

Via
Desing IndabaVITALIRhizomatiks Design
Tags

Maria Stella Rossi

Mangiatrice seriale di biscotti e ghiotta di pizza, adoro scrivere da sempre, ancor prima di imparare a tenere per bene una penna fra le dita. Sono una grande appassionata di libri, telefilm, film, videogiochi e cucina, mentre il mio sogno nel cassetto è quello di riuscire a catturare ed addomesticare una Furia Buia. Ma anche continuare a scrivere non è poi così male come desiderio.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker