fbpx
CulturaeSportEventiNewsVideogiochi

Regolamentazione degli eSport in Italia: Esports Legal Forum 2021

L’evento, giunto alla sua seconda edizione, punta alla consapevolezza e alla creazione di proposte in merito alla regolamentazione degli eSport in Italia. Il CONI ha già fatto notevoli passi avanti in tal senso, e l’iniziativa si propone l’obiettivo di redigere il secondo Manifesto Manifesto degli eSport.

Sempre più vicina una regolamentazione degli eSport in Italia

Non c’è dubbio che gli eSport siano il futuro delle discipline sportive. Un fenomeno in costante ascesa tra i giovanissimi, il cui ruolo di gamer sembra sempre di più essere un lavoro a tutti gli effetti. Persino il Comitato Olimpico ha preso atto del fenomeno, organizzando delle Olimpiadi dedicate. Anche l’Italia sembra essere ad un punto di svolta, in quanto il riconoscimento ufficiale degli eSport come disciplina sportiva da parte del CONI sembra essere imminente. A confermarlo è stato lo stesso presidente Giovanni Malagò, che ha dichiarato che i videogiochi competitivi assumeranno presto lo stato di Virtual Sports, con una relativa federazione ad hoc. Per offrire ulteriore spinta in questa direzione è stato organizzata la seconda edizione dell’Esports Legal Forum. Questo è un appuntamento virtuale che interessa appassionati, studi legali ed istituzioni, al fine di avanzare proposte sulla regolamentazione dei nascenti Virtual Sports.

Esports Legal Forum: dettagli dell’evento

Della prima edizione dell’evento (di cui vi avevamo parlato qui) è stato redatto il primo Manifesto degli eSport, a cui farà seguito un secondo dopo l’edizione 2021. Ma quando si terrà il Forum? E come prendervi parte? Presto detto: l’evento è previsto per il 21 giugno alle 17:30, ed avrà come tema principale: “Da Esports a Virtual Sports: la sfida di un nuovo settore sportivo da regolamentare”. La discussione prevede la presenza di vari studi legali oltre che di Michele Barbone, presidente del Comitato Promotore del CONI. La discussione analizzerà le criticità normativa del settore e fornirà al mercato una possibile soluzione. L’iniziativa è stata organizzata da OIES (Organizzazione Italiana ESport) che per l’occasione ha diramato la scaletta degli studi legali che interverranno e dei temi trattati:

  • DLA Piper, Giulio Coraggio, Partner, Head of Technology and Gaming Sectors, e Vincenzo Giuffrè, Intellectual Property e Technology: “Come gli altri Paesi stanno superando le difficoltà normative che frenano l’Italia.”
  • Gattai, Minoli, Agostinelli, Partners, Licia Garotti, Partner – Head of IP and Technology Law e Co-Head Esports practice: “Pubblicità in game”.
  • Giacobbe, Tariciotti e Associati. Luca Giacobbe, Partner: “I diritti degli streamer: è giunto il momento di un inquadramento come professione?”.
  • Lexant, Manuela Magistro, of Counsel dipartimento di diritto sportivo: “Verso il riconoscimento degli Esports: cosa cambia per le sponsorizzazioni”.
  • Studio Legale Lorenzoni, Niccolò Travia, Managing Partner: “Le lacune della normativa sul betting e l’ascesa di NFT e criptovalute negli Esports.”
  • Ontier Italia, Luca Pardo, Founding Partner: “Il diritto d’autore e l’accessibilità dei giochi: come integrare i publisher in un modello Esports aperto”.
  • Studio Legale associato, Sbordoni & Partners, Stefano Sbordoni, socio fondatore: “Una nuova disciplina semplificata dei concorsi a premi per gli Esports e il ruolo delle sale giochi nella crescita del settore”.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button