fbpx
FeaturedRecensioniTech

Recensione Samsung Galaxy S10e: compatto è meglio?

Reattivo, versatile e insolitamente compatto: il piccolo (grande) smartphone di casa Samsung ci è davvero piaciuto.

Non mettevo le mani su un top di gamma Samsung da parecchio tempo, ma sono bastati pochi minuti per apprezzare questo Galaxy S10e. È reattivo, versatile e insolitamente compatto. In un mercato fatto da device che superano abbondantemente i 6 pollici, il colosso coreano ci regala un 5,8” che, a lungo andare, risulta straordinariamente comodo nell’utilizzo quotidiano. Certo, qualche difetto questo piccolo top di gamma ce l’ha: ne parliamo in questa recensione.

Samsung Galaxy S10e: la scheda tecnica

Samsung Galaxy S10e scheda tecnica

Partiamo come sempre da numeri e dati, scoprendo quindi le caratteristiche di questo smartphone.

Dimensioni: 142,2 x 69,9 x 7,9 mm
Peso: 150 g
Display: 5,8″ Dynamic AMOLED – 1080 x 2280 pixel
CPU: Exynos 9820
GPU: Mali-G76 MP12
RAM: 6 GB
Memoria: 128/256 GB
Rete: 4G LTE – Dual SIM
Connettività: Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac/ax, Bluetooth 5.0, USB Type-C, GPS
Batteria: 3100 mAh
Fotocamera posteriore: 12 + 16 MP
Fotocamera anteriore: 10 MP
Video: 4K @30 fps
Sistema operativo: Android 9.0 Pie con One UI

Compatto è meglio

Samsung Galaxy S10e: design

Come vi accennavo poco sopra, Samsung Galaxy S10e è un device straordinariamente compatto, in controtendenza con la concorrenza e persino con gli altri device della famiglia Galaxy. Un difetto? Assolutamente no: l’ergonomia è davvero estrema. Galaxy S10e risulta così piacevolissimo nell’utilizzo quotidiano, perfetto per qualsiasi tipo di tasca e di mano.

Due ulteriori elementi mi hanno colpito durante la prova: la colorazione gialla, esclusiva di questo modello e davvero unica, e il lettore d’impronte posto sul profilo destro e integrato nel tasto di accensione/spegnimento. Forse l’avrei posizionato leggermente più in basso, ma comunque dopo qualche giorno ci farete l’abitudine.

A sinistra troviamo invece il bilanciere del volume e il tasto dedicato a Bixby, mentre il profilo superiore accoglie lo slot per le due SIM, uno dei quali può essere sacrificato a favore di una microSD. Sul lato inferiore invece troviamo il jack da 3,5 mm, l’USB-C per la ricarica e lo speaker.

Infine abbiamo il display, un Dynamic AMOLED da 5,8 pollici con risoluzione Full HD e forellino a destra. Inutile dirlo: è un ottimo schermo, con colori vibranti, supporto all’HDR10 e una luminosità davvero convincente in qualsiasi situazione. Il plus poi è cercare tutti quegli sfondi che nascondono il già citato foro: praticamente il mio nuovo hobby.

Occhio all’autonomia

Samsung Galaxy S10e performance

Samsung Galaxy S10e è un vero top di gamma: il processore Exynos, i 6 GB di RAM e i 128 GB di memoria interna vi permettono di svolgere qualsiasi compito in modo egregio, gaming incluso. A disposizione poi c’è il supporto a DeX, ideale soprattutto per chi con lo smartphone ci lavora.

Ottime connettività e ricezione,  mentre zoppica la batteria. I 3100 mAh non garantiscono la copertura dell’intera giornata, quanto meno di fronte ad un uso medio o addirittura intenso. Insomma, tra le varianti di S10 questa è quello meno adatta agli smanettoni probabilmente.

Il software invece è lo stesso visto sui fratelli maggiori, incluso quel menù laterale notoriamente associato ai display edge. A disposizione tantissime funzioni, tra cui game launcher e Bixby, oltre ad un’interfaccia grafica finalmente elegante e pulita.

Una vera garanzia

Samsung Galaxy S10e fotocamera

Non servono milioni di megapixel per ottenere foto di qualità. Lo dimostra ancora oggi il Pixel 3 di Google, ma anche Samsung sembra determinata a perseguire questa via. Il sensore principale di Galaxy S10e è infatti da 12 megapixel, con apertura variabile – da f/1.5 a f/2.4 – e la capacità di garantire scatti davvero eccellenti in qualsiasi condizione di luminosità, merito anche dell’ottima modalità notturna.

Presente anche una seconda fotocamera posteriore, un grandangolo da 16 megapixel che regala fotografie convincenti e che vi tornerà utile in più di una situazione.

Cosa manca? Beh, niente teleobiettivo ma tutto sommato non è una grande rinuncia.

Bene infine anche i video, in 4K e a 60 fps, davvero belli e stabilizzati, così come la fotocamera frontale da 10 megapixel che prevede tra l’altro anche l’effetto bokeh.

    Samsung Galaxy S10e: acquistarlo oppure no?

    Samsung Galaxy S10e è il top di gamma che mancava. Non per prestazioni, qualità costruttiva o resa della fotocamera, ma per il costo. Con i suoi 779 euro (ma su Amazon lo trovate ad ancora meno) riporta i device di questa fascia ad un prezzo sicuramente più abbordabile degli oltre 1000 euro a cui ci hanno abituati un po’ tutti i produttori negli ultimi due anni.

    A distinguerlo poi ci pensano anche le dimensioni: il suo essere compatto lo rende davvero unico nel suo genere, adatto a tutti coloro che vogliono qualcosa di più leggero e gestibile rispetto a tutti gli altri device o agli altri membri della serie S10.

    Samsung Galaxy S10e

    • Ergonomia incredibile
    • Ottimo display
    • Performance al top
    • Fotocamera eccellente
    • Autonomia poco convincente
    Tags

    Erika Gherardi

    Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.
    Next Article
    Close

    Adblock Rilevato

    Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker