fbpx
NewsVideogiochi

Sea Hero Quest: il gioco che aiuta a individuare demenza e Alzheimer

Un gioco mobile e VR aiuta a raccogliere dati su queste complicate patologie

Quando i videogiochi si uniscono alla ricerca medica, nascono dei progetti davvero importanti. Questo è il caso di Sea Hero Quest, un titolo per smartphone (ora anche in versione VR) che sta dando un grande contributo agli studi sulla demenza e sull’Alzheimer.

Sea Hero Quest: giocare e contribuire alla ricerca scientifica

Sea Hero Quest è stato sviluppato dallo studio Glitchers in collaborazione con Deutsche Telekom e varie università europee. In cosa consiste? Il giocatore controlla una nave, con la quale deve muoversi all’interno di una mappa. All’inizio della partita, gli viene mostrato il percorso e una serie di checkpoint, poi l’utente dovrà affrontare il viaggio basandosi esclusivamente sulla sua memoria. Tramite l’analisi dei risultati raccolti, i ricercatori possono studiare i primi sintomi di demenza e morbo di Alzheimer, tra cui c’è la perdita di orientamento, che, come potete immaginare, è fondamentale nel gioco per portare a termine la partita.

A quanto pare due minuti di gioco forniscono una mole di dati replicabile in cinque ore di ricerca in laboratorio. Sea Hero Quest è stato giocato da oltre tre milioni di giocatori dalla sua uscita, raggiungendo un tempo di gioco totale di 117 ore, l’equivalente di ben 17600 anni di ricerca.

Non abbiamo mai visto niente di tali proporzioni nel campo della ricerca sulla demenza. La quantità di dati generata da Sea Hero Quest è veramente senza precedenti.” ha dichiarato Hilary Evans, amministratrice delegata di Alzheimer’s Research UK.

Per fare un esempio, i ricercatori hanno confrontato le partite delle persone col gene APOE4, che si pensa aumenti il rischio di sviluppare demenza, con quelle dei giocatori che non lo possiedono. Ciò che è emerso è che i portatori del gene hanno intrapreso dei percorsi meno efficienti verso i checkpoint, ottenendo quindi dei risultati peggiori.

Dopo il grande contributo portato dalla versione mobile, Glitchers ha deciso di realizzare un’edizione VR per ottenere dei dati sempre più precisi. L’esperienza immersiva della realtà virtuale, infatti, permette di tracciare ancora meglio la navigazione spaziale, registrando i movimenti sugli assi X, Y e Z. Questo si traduce in studi su comportamenti più complessi come il muovere la testa mentre si esplora un ambiente, un’azione fondamentale quando ci spostiamo nel mondo reale.

Sea Hero Quest è diventato, come lo definiscono gli sviluppatori stessi, il primo benchmark mondiale per valutare come gli esseri umani si muovano nello spazio. Sarà così possibile avere dei riferimenti per individuare più facilmente i primi sintomi di malattie terribili come la demenza e intervenire tempestivamente.

Sea Hero Quest
Sea Hero Quest
Developer: GLITCHERS
Price: Free
Via
Gamasutra
Source
KotakuImmagini: Glitchers

Silvia Maddalena

Appassionata di videogiochi, cinema e serie TV, passo il mio tempo tra Temeria, la Zona Contaminata, Rapture e tanti altri bei luoghi lontani armata di mouse e tastiera.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button