fbpx

I nuovi sensori Sony sfruttano l’intelligenza artificiale
Saranno i primi al mondo con funzionalità di elaborazione basata sull'AI


Sony ha annunciato il lancio di due nuovi sensori di immagine intelligenti. Questi saranno i primi al mondo ad avere delle funzionalità di elaborazione basata sull’intelligenza artificiale. Questo offrirà agli utilizzatori tanti vantaggi, riducendo la latenza nella trasmissione dei dati, curare meglio gli aspetti relativi alla privacy e contenere costi delle comunicazioni e consumi. Un grande passo avanti nel rapporto tra fotocamere e AI, che potrebbe svilupparsi in tantissime nuove applicazioni nel futuro.

I nuovi sensori Sony si fanno aiutare dall’intelligenza artificiale

Con la diffusione dei prodotti dell’Internet of Things, sono diventati molti i dispositivi che sfruttano la connessione al cloud per elaborare le immagini. Tuttavia questo ha causato un numero sempre maggiore di informazioni gestite tramite il web, ponendo problemi come latenza e rischi aggiuntivi per la protezione dei dati sensibili.

I sensori Sony appena annunciati – IMX500 e IMX501 – modificano l’approccio alla questione, offrendo una soluzione. La loro struttura è a strati, con un chip pixel e uno logico e l’elaborazione avviene direttamente su quest’ultimo. In questo modo si può ridurre il carico di lavoro sul processore e sulla memoria, favorendo allo stesso tempo lo sviluppo di sistemi di AI edge. Il sensore non dovrà più quindi inviare l’intera immagine, ma solamente i dati utili di questa, diminuendo il volume della trasmissione e riducendo i rischi per la privacy.

Questa innovazione potrebbe aprire le porte a ulteriori sviluppi nel campo dell’intelligenza artificiale. Sarà possibile ad esempio tracciare il movimento degli oggetti in tempo reale molto più rapidamente. La versatilità passerà anche da altri modelli di AI, aggiunti tramite la riscrittura della memoria interna, così da adattarsi ai bisogni di ogni utente.

Come funzionano questi nuovi sensori?

I nuovi sensori Sony propongono un chip pixel retroilluminato da 12,3 megapixel. A questo si accompagna come dicevamo un chip logico, che si aggiunge al circuito operativo dei sensori d’immagine classici. Il suo punto di forza è un Digital Signal Processor sviluppato da Sony. Questo si dedica a elaborare il segnale d’immagine tramite AI, offrendo anche uno spazio per archiviare i diversi modelli di intelligenza artificiale.

Questo significa che il processo avviene direttamente sul sensore e le informazioni estratte sono solo quelle necessarie e non l’intera immagine. Starà all’utente decidere quali sono i dati da selezionare, a seconda delle proprie esigenze. Si può scegliere tra diverse opzioni. dai semplici metadati a immagini in formato ISP o anche solo la regione che interessa.

Il fatto di non dover inviare l’intera informazione al cloud ma di poterla elaborare direttamente sul dispositivo non solo riduce il consumo della connessione ed energetico, ma permette di svolgere il processo più velocemente. I nuovi sensori Sony possono quindi effettuare ad esempio il tracking dei movimenti in un video in tempo reale e ad alta precisione, con un ritardo minimo.

Questa innovazione è inoltre estremamente versatile. Aggiornando i modelli di AI nel chip logico, si possono ottenere tanti utilizzi differenti con lo stesso device. Un centro commerciale può registrare dati come la concentrazione dei visitatori, le mappe di calore, il numero totale di clienti o il loro comportamento d’acquisto senza cambiare dispositivo. E le applicazioni possibili sono davvero tantissime.

La novità introdotta da questi nuovi sensori Sony insomma promette grandi possibilità per il futuro. E se è chiaro che il primo utilizzo sarà in ambito industriale e per strutture commerciali, non è da escludere che Sony possa utilizzarli anche sulle future fotocamere.  Avere un sensore intelligente in grado di riconoscere il soggetto fotografato potrebbe essere d’aiuto per i fotografi. 

Per maggiori informazioni, potete visitare il sito ufficiale dell’azienda.

Offerta
Sony Alpha 6100 Fotocamera Digitale Mirrorless ad Obiettivi...
  • Video in 4K
  • AF molto veloce (0,02 sec)
  • Schermo LCD con funzione touch e regolabile di 180° verso l'alto


Condividi la tua reazione

Confusione Confusione
1
Confusione
Felicità Felicità
3
Felicità
Amore Amore
8
Amore
Tristezza Tristezza
8
Tristezza
Wow Wow
2
Wow
WTF WTF
6
WTF
Team di redazione

author-publish-post-icon
L'account della redazione di Tech Princess e Tech Business.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link