NewsTech

Shopping Online: ecco tutti i rischi del periodo natalizio

McAfee ha svelato i principali rischi a cui vanno incontro gli utenti durante lo shopping natalizio online

shopping online

L’azienda specializzata in sicurezza informatica McAfee ha voluto svelare i principali rischi a cui vanno incontro gli utenti durante lo shopping online tipico del periodo natalizio.

La ricerca condotta da McAfee

shopping online

L’avvicinarsi del periodo natalizio ha spinto McAfee a svolgere un’indagine sui rischi più comuni a cui vanno incontro gli utenti durante lo shopping online.

Lo stress derivante dalla ricerca dei regali spinge infatti molti italiani a prendere decisioni potenzialmente pericolose: il 49% dei coinvolti nella ricerca ha rivelato di essere disposto a sfruttare connessioni Wi-Fi non sicure, mentre il 64% ha affermato di essere disposto ad effettuare acquisti da rivenditori non affidabili pur di risparmiare.

Le percentuali più preoccupanti sono però rappresentati da un 58% degli intervistati, che ha concordato nel dichiarare che tutto lo stress derivante dal periodo natalizio li rende molto meno cauti nell’effettuare acquisti online, e dal 41% che ha ammesso di essere disposto a rischiare la propria email per ottenere sconti.

Lo shopping online nelle diverse regioni italiane

Nello svolgimento della sua ricerca sullo shopping online durante il periodo natalizio McAfee ha voluto confrontare i dati ottenuti da tutte le regioni italiane. A risultare sempre capaci, perfino in questo periodo dell’anno, di mantenere misure di sicurezza adeguate, sono state solo Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Trentino Alto Adige e Veneto.

Le cifre parlano chiaro: in queste regioni, infatti, soltanto il 28% degli intervistati afferma di essere disposto a comprare articoli da un rivenditore online non sicuro, e solo il 4% dichiara di non controllare URL, grammatica o design del sito web prima di effettuare un acquisto online!

Ad essere invece più a rischio sono Sardegna e Sicilia che, stando ai dati, risultano essere i più soggetti a rischi: il 64% dei coinvolti nell’indagine ammette di essere disposto ad utilizzare un sito web sconosciuto in cambio di offerte vantaggiose.

Chi è più vulnerabile?

La ricerca di McAfee ha anche fornito dettagli riguardo agli utenti più a rischio durante il periodo degli acquisti natalizi. I più incauti in ambito shopping online risultano essere gli uomini: il 63% dei coinvolti nell’indagine ha infatti rivelato di essere meno attento ai rischi a causa dello stress del periodo.

Per quanto riguarda, invece, la fascia d’età più colpita, i soggetti maggiormente a rischio sembrano essere gli utenti compresi tra i 21 e i 30 anni!

I consigli per una maggiore sicurezza

Una volta terminata la ricerca, McAfee ha anche voluto fornire alcuni consigli a tutti gli utenti per effettuare acquisti in maggiore sicurezza.

Il primo suggerimento dell’azienda riguarda l’utilizzo del Wi-Fi pubblico che, a prima vista, potrebbe sembrare pratico e conveniente, ma anche ricco di rischi: il pericolo più grande è infatti quello di esporre senza volerlo i propri dati, soprattutto quelli della carta di credito utilizzata per gli acquisti!

Tutti gli utenti, prima di cliccare su un link, dovrebbero controllare la fonte o il mittente. I criminali informatici ricorrono infatti spesso a email di phishing, ovvero contenenti offerte per attirare i consumatori a cliccare su link che in realtà potrebbero portare a malware o siti fasulli.

Il modo migliore per proteggere i propri dati durante lo shopping online è quello di sfruttare le protezioni offerte proprio da McAfee, come McAfee Total Protection, che può aiutare a proteggere i dispositivi da malware, attacchi di phishing e altre minacce, o McAfee Identity Theft Protection. 

Tags

Maria Elena Sirio

Videogiocatrice dall'infanzia, innamorata del fantasy e dell'avventura (ma, soprattutto, di Nathan Drake), con una passione per il disegno, il cinema e le serie tv, che tenta di conciliare tutti questi interessi con la facoltà di Biotecnologie.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker